Accedi Registrati

Il caso e le cose

chris-barbalis-290589
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
107% Completato
160 Copie vendute
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

Il significato del destino spesso si nasconde nelle piccole cose e, come in questi tredici racconti, si rivela per caso. È in un quadrifoglio di latta, nelle note di una vecchia canzone, in un abito che credevamo provocante, nella macchia sul muso di una volpe. Ci dà la forza di affrontare la realtà, di fare i conti col passato, di andare controcorrente, di sognare.

Tredici storie di amore, tradimento, invidia e paura. Tredici personaggi fotografati in un momento cruciale. Tredici stanze dove il vento, approfittando di una finestra chiusa male, entra e butta all’aria l’ordine di una vita intera.

Perché ho scritto questo libro?

Desideravo scandagliare il potere evocativo delle piccole cose, la loro capacità di stupire e di commuovere. Ho scelto di farlo utilizzando uno stile semplice e ricorrendo al racconto che, in poche pagine, mette in scena piccoli universi complessi.

11/09/2017
A “Sconfinamenti” (radio Rai per il Friuli Venezia Giulia) si parla de “Il caso e le cose” di Barbara Pascoli con Graziano D'Andrea martedì 19 settembre dalle 16 alle 16:45. Non perdetelo!

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Il caso e le cose di Barbara Pascoli
    Sono tredici piccole storie al femminile, racconti di donne di oggi, libere e indipendenti, di donne di ieri, ingabbiate da convenzioni sociali e tradizioni da rispettare ma accomunate tutte da una consapevolezza e un ardore sorprendenti, per riconoscere e superare non senza fatica e rinunce le proprie debolezze, i propri pregiudizi e far tesoro delle esperienze vissute.
    Le protagoniste si confessano, s’interrogano, amano e odiano, lasciano parlare i propri sentimenti in un continuo dialogo interiore mentre vivono la loro vita nei fatti di ogni giorno nell’intreccio che la Storia, spesso ostile e nemica, cuce loro addosso.
    I racconti, calati nel quotidiano e nella normalità, proprio quella che oggi viene esclusa per rincorrere lo straordinario e lo spettacolare ad ogni costo anche in ambito letterario, sono scritti in una prosa fluida e delicata che esprime al meglio il variegato universo femminile nelle sue contraddizioni e nelle sue molteplici sfaccettature.
    Maria Irene Cimmino
    ass. culturale irReale-narrativakm0

  2. Marco Ubezio

    (proprietario verificato)

    L’idea di Barbara di acciuffare il senso di una storia, o meglio, della Storia con la s maiuscola attraverso il richiamo a piccoli oggetti e gesti quotidiani è davvero molto interessante. Complimenti !

Lascia un commento

Barbara Pascoli
Sono nata nel 1962 a Monfalcone (GO). Ho lavorato come traduttrice scientifica, addetta stampa e copywriter. Mi sono occupata di critica d’arte. Oggi sono consulente commerciale per la piccola e media impresa.
Ho pubblicato i romanzi "Senza scrupoli" (Senaus, 2012) e "L’uomo sbagliato" (PSE, 2014). Alcuni dei miei racconti sono stati inclusi nelle antologie "Per le antiche vie" (premio letterario omonimo 2015 e 2016), "Inediti di ordinaria follia" (Giovane Holden, 2016), "Distillati di parole" (premio letterario omonimo 2016), "Il Cerchio delle streghe" (Morganti, 2016), "Un girasole diverso" (Vita Activa, 2017).
Barbara Pascoli on sabtwitterBarbara Pascoli on sabfacebook