Accedi Registrati

Chiamami Legione

unnamed (1)
1% Completato
149 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
29 Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

Ester insegna scienze alle scuole medie, Priscilla è una segretaria di direzione: insieme decidono di partire in auto, direzione Puglia, per imbarcarsi verso le spiagge di Corfù.

Di loro però si perdono le tracce nei pressi della gravina di Statte, vicino Taranto. Il maresciallo Crisafulli è chiamato a occuparsi della loro insolita sparizione e a fare in fretta, perché pare che ci siano interessi oscuri intorno alla gravina pugliese. Mentre i carabinieri perlustrano la zona, le due scomparse si risvegliano in uno strano ambiente popolato da gnomi, elfi e giganti.

Un universo che dopo l’arrivo della timida insegnante e dell’irruente segretaria, capaci di mettersi alla guida di un variegato esercito che le venera come sante, sarà liberato dalla minaccia di un terribile oppressore.

Perchè hai scritto questo libro?

Ho scritto questo libro perché volevo che per una volta fosse una donna, anzi due, ad essere protagonista di un racconto fantastico.
L’ho scritto per dedicarlo a tutte le meravigliose donne che ho avuto il piacere di conoscere, a quelle che popolano la mia vita e a quelle che spero di incontrare.
Altro che Wonder Woman o Lara Croft, le vere eroine siete voi.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Non ci sono ancora commenti o recensioni.

Lascia il primo commento su “Chiamami Legione”

Carmine Caputo
Carmine Caputo è uno scrittore galleggiante, perché a 14 anni dall’esordio ce ne vuole di coraggio per continuare con la storia dell'emergente. È nato su una collina ridente, con la vista sul mare da un lato e su siderurgico di Taranto dall'altro. Con il vento di scirocco si ingrigiva come un film degli anni Trenta, per cui si è trasferito a Bologna dove risiede dal '94, lo sguardo rivolto a oriente nella speranza di intravedere un riflesso sul mare.
È responsabile dell'Ufficio Stampa dell'Unione dell'Appennino Bolognese.
Il suo esordio letterario è avvenuto con il romanzo “Bello dentro, fuori meno” nel 2003, edito da Nonsoloparole Edizioni, seguito, per la stessa casa editrice, dai racconti di“Bologna l’oscura” nel 2007. Nel 2009 ha pubblicato “Ballata in sud minore” con 0111 Edizioni. Ha partecipato a diverse antologie di racconti polizieschi.
Nonostante tutto tifa per il Taranto.
Carmine Caputo on sabwordpress