Accedi Registrati

Choose me, Choose you, Choose us

Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
30% Completato
176 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
27 Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista giugno 2019
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

Ognuno affronta il dolore come meglio crede. Jane e Vince sono due ragazzi, compagni di liceo, che all’età di diciotto anni si ritrovano ad affrontare la perdita di un genitore. Una stessa storia che innesca però due reazioni totalmente differenti. Se Jane, dopo la morte del padre, inizia a mangiare a dismisura e a ingrassare, Vince, dopo la morte della madre, si chiude in se stesso scegliendo di vivere in totale apatia. Sono conoscenti, non amici, eppure lei si sente inspiegabilmente legata a lui. Dopo aver compreso ciò che sta facendo a se stessa, Jane decide di cambiare stile di vita. A venticinque anni è una donna sicura e serena. Studia, ama lo sport e pratica la boxe. Un ragazzo conosciuto al corso di boxe sarà per lei il primo appuntamento. Prima di questo decide però di rivedere Vince. Il loro incontro sarà decisivo e le incomprensioni non mancheranno. Non è facile esporsi e aprirsi, né tanto meno lo è arrendersi. L’amore a volte è una questione di scelta. Scegliere spesso richiede estremo coraggio. Ci sono situazioni, però, in cui scegliersi non rappresenta una scelta. Se fosse questo il caso?

Perché ho scritto questo libro?

Sinceramente non saprei. Ho iniziato a scrivere direi quasi inconsciamente, e ho concluso il testo due mesi dopo. Era dentro di me: uno sfogo, un lamento, un bisogno. Frutto di un’emozione, non di un pensiero, ed è per questo che non so spiegare il perché di questo libro. Esprimere o giustificare un’emozione mi è impossibile. Posso solo ringraziare chiunque sceglierà di leggermi. L’idea che leggiate questo mio libro mi spaventa, ma allo stesso tempo mi emoziona perché è una parte di me.

Leggi l'anteprima
02 dicembre 2018

Recensione

Choose me, choose you, choose us di Jasmine Hashem- RECENSIONE sul blog di Ilaria

Salve lettori, rieccomi qui tornata con una recensione, oggi vi recensirò "Choose me, choose you, choose us" di Jasmine Hashem, un romanzo che ho letto più o meno una settimana fa, ringrazio ancora l'autrice per avermelo inviato; prima di iniziare vorrei sottolineare che il libro non è ancora stato pubblicato!

L'argomento principale del romanzo è il lutto e l'elaborazione di quest'ultimo: Jane ha perso suo padre, da questo avvenimento troverà rifugio nel cibo, mentre Vince ha perso sua madre, nel suo caso cercherà di superarlo isolandosi, chiudersi dentro se stesso.
Jane e Vince al liceo non si sono mai praticamente parlati, ma lei ha sempre avuto un interesse nei suo confronti e non sapeva se quest'ultimo fosse ricambiato. Anni dopo Jane è totalmente cambiata si allena in palestra e trova sfogo nella boxe, la sua vita scorre tranquilla, si è lasciata andare il passato alle spalle, fino a quando però non sognerà Vince,quel ragazzo misterioso che durante il periodo delle superiori non aveva mai capito. Dopo questo sogno Jane si prende coraggio e decide di ricontattarlo per sapere se nonostante siano passati anni anche lui fosse legato per un inspiegabile motivo a lei, dopo questa telefonata tutto cambierà e vedremo i nostri due protagonisti insieme.

I personaggi nel complesso mi sono piaciuti, avrei preferito una descrizione che andasse a scavare maggiormente nell'animo di Vince, perché a volte alcuni suoi comportamenti rimangono ambigui,mentre ho adorato il personaggio di Jane,una ragazza che si è riscattata dal brutto periodo che ha passato e che ha trovato forza e determinazione nello sport e nello studio, mi è veramente piaciuto il suo carattere autonomo e la sua costante forza.

Il romanzo saltella dal punto di vista di Jane a quello di Vince e dal passato al presente; dato che questo testo non è stato ancora passato alla fase di editing sono presenti alcuni errori, com'è giusto che sia, ma nulla che non faccia andare avanti la lettura. Lo stile di scrittura è abbastanza scorrevole, si legge tutto d'un fiato e l'ho trovata una lettura piacevole, l'unica cosa che mi è un po' mancata sono le descrizioni, a mio parere non ne erano presenti così tanto e diciamo che oltre i dialoghi per me sono molto importanti.

Se vi piacciono i romanzi con una storia romantica e un po' struggente e travagliata ve lo consiglio, è molto scorrevole e piacevole!
Spero che questa recensione vi sia piaciuta, io ringrazio ancora l'autrice gentilissima per avermi mandato l'ebook di questo libro ! Alla prossima, Ilaria.
26 novembre 2018

Recensione

Choose me, Choose you, Choose us - Recensione

Salve a tutti, lettori!
Sono tornata, finalmente aggiungerei, con una nuova recensione.
Quella di oggi è una recensione un po' speciale, proprio perché si parla di un libro che effettivamente non è ancora stato pubblicato dalla casa editrice.
Sto parlando di Choose me, choose you, choose us, di Jasmine Hashem.

Ognuno affronta il dolore come meglio crede. Jane e Vince sono due ragazzi, compagni di liceo, che all’età di diciotto anni si ritrovano ad affrontare la perdita di un genitore. Una stessa storia che innesca però due reazioni totalmente differenti. Se Jane, dopo la morte del padre, inizia a mangiare a dismisura e a ingrassare, Vince, dopo la morte della madre, si chiude in se stesso scegliendo di vivere in totale apatia. Sono conoscenti, non amici, eppure lei si sente inspiegabilmente legata a lui. Dopo aver compreso ciò che sta facendo a se stessa, Jane decide di cambiare stile di vita. A venticinque anni è una donna sicura e serena. Studia, ama lo sport e pratica la boxe. Un ragazzo conosciuto al corso di boxe sarà per lei il primo appuntamento. Prima di questo decide però di rivedere Vince. Il loro incontro sarà decisivo e le incomprensioni non mancheranno. Non è facile esporsi e aprirsi, né tanto meno lo è arrendersi. L’amore a volte è una questione di scelta. Scegliere spesso richiede estremo coraggio. Ci sono situazioni, però, in cui scegliersi non rappresenta una scelta. Se fosse questo il caso?
Essendo un testo non passato in fase di editing, ci sono dei refusi, degli errori di punteggiatura, o di lessico, che non influenzano più di tanto lo scorrere della lettura, ma sono da segnalare.
È un romanzo un po' complicato da recensire, infatti ho iniziato a scrivere ciò che ne penso più di una volta. Affronta, infatti, diverse tematiche importanti, quali l'obesità, la voglia di cambiare e migliorarsi, e soprattutto il superamento del lutto. Avendo perso entrambi i protagonisti delle persone molto importanti nella loro vita, reagiscono in modo totalmente diverso l'uno dall'altra: isolandosi, o rifugiandosi nel cibo.
La storia è narrata dal punto di vista di entrambi i personaggi principali, e ci sono balzi temporali tra il presente della storia, e anni prima, durante il periodo scolastico. Si percepisce chiaramente quanto i personaggi, tra il "prima" e il "dopo" siano cambiati, maturati.
Il romanzo nasce come un romance, in cui, inevitabilmente, la storia d'amore fa da protagonista. Avrei preferito maggior approfondimento in alcuni punti della narrazione, in particolare sulla psicologia del personaggio maschile. Apprezzo sempre moltissimo le descrizioni, ed effettivamente è una mancanza che ho trovato nella storia, sia dei personaggi, che delle ambientazioni stesse.
Per questi difetti ho deciso di dare al romanzo tre stelline su cinque, e consiglio la storia agli amanti delle storie d'amore un po' travagliate, ma incredibilmente romantiche. Sono proprio quelle che mi catturano di più.
15 novembre 2018

Aggiornamento

50milapagine.com
Oggi parliamo di Choose me, choose you, choose us di Jasmine Hashem. La ragazza è in campagna su bookabook, quindi non è ancora stata pubblicata ufficialmente, vi lascio tutti i link del caso per supportarla ed anche per il suo profilo Instagram.
Scrivere la recensione di un autore emergente la vivo come una seria responsabilità, sia nei confronti dell’autore che nei confronti del lettore che mi legge e mi ascolta. Questo libro l’abbiamo scelto perché tratta una tematica molto particolare, come quella della perdita di una persona cara e di due modi totalmente opposti di vivere questo lutto, che secondo me è la particolarità del libro, la parte che fa più riflettere. Questo è un po’ il cuore del romanzo rosa in oggetto, al quale la storia tra Jane e Vince fa da perfetta cornice. Avrei gradito una descrizione migliore dell’amore tra i due protagonisti, perché non si percepisce molto, secondo me, la ragione per il quale Vince sia così infatuato e preso da Jane, che apparentemente è stata solo una compagna di scuola con il quale lui non parlava neanche granché. Insomma, questo lato andava più approfondito ed articolato.
Il romanzo non è stato corretto o ripassato dalla redazione della casa editrice ancora, ma si presenta “nudo e crudo” così com’è stato scritto, non essendo appunto ancora stato pubblicato. sono presenti alcuni errori grammaticali, di punteggiatura e linguistici. Tuttavia una rilettura dovrebbe bastare a renderlo già meglio sotto questo punto di vista, anche prima del passaggio dell’editore. La storia tra Vince e Jane è molto romantica alla fine. Come detto prima, hanno entrambi avuto uno dei lutti più brutti da patire: la perdita di un genitore. La descrizione della reazione e del modo di vivere questo periodo della vita è molto strutturato e dettagliato, trasporta molto nella storia ed aiuta ad immedesimarsi e capire i personaggi. Se lei ingrassa a dismisura e si ritrova obesa, introversa ed insicura, lui si chiude in sé stesso, chiude rapporti con amici, con il padre e rantola nel buio.
Un’ultima unica pecca è che il romanzo non è ambientato in un luogo specifico, non viene detto o specificato, quindi ogni lettore si fa una propria idea sul posto dove si svolge il tutto. Tuttavia i nomi ed i cognomi dei personaggi sono tutti inglesi/americani, ma le ambientazioni della scuola, da ciò che si può dedurre, anche se non specificato direttamente, delle canzoni di cui si parla, è tutto italiano. Questo crea una sorta di incoerenza, ma diciamo che è più una sottigliezza che altro.
In conclusione il romanzo si chiude come ogni romanzo rosa che si rispetti meriti di finire, quindi occhi super a cuore e l’amore trionfa sempre. L’idea è molto bella, il dettaglio sui lutti, i modi di reagire, sono molto particolari ed i veri protagonisti della storia ed offre molti spunti di riflessione e, perché no, un aiuto a superare un evento così drammatico della vita.

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    È un bel libro. Mi piace. È una bella storia d’amore.
    Già dalle prime pagine ti attrae, ti coinvolge, non vorresti mai interrompere di leggere per sapere cosa succederà dopo, e così arrivi alla fine in un respiro. E dopo tanta commozione…

    Remo Mastrone

  2. (proprietario verificato)

    Un libro che trasmette emozioni, di quelle semplici e pure. Emozioni tipiche di chi non sa di saper amare, o magari pensa di non meritarselo l’amore: tutti nella vita soffriamo per qualcosa che riteniamo ingiusto, ma non per questo non meritiamo qualcuno ci ami e sappia stare al nostro fianco.
    La storia è intrigante, coinvolge e incuriosisce il lettore, pagina dopo pagina. La lettura è scorrevole, ma lascia il segno.
    Lo consiglio davvero a tutti.

  3. (proprietario verificato)

    Un libro che ho letto tutto d’un fiato, un libro profondo e sensibile che tocca dei temi delicati, che fa riflettere e che mette in discussione anche il lettore. Ci si riesce ad immergere completamente nella vita dei personaggi e in ciò che stanno vivendo. L’autrice è assolutamente da prendere in considerazione per la sua sensibilità e per la sua scrittura così matura. Consigliatissimo

Aggiungere un Commento

Jasmine Hashem
Ho 26 anni, vivo a Roma, sono Italo Egiziana e sto studiando per diventare Farmacista. Dovrei concentrarmi esclusivamente su quest'unica strada, ma mi è impossibile per via delle mie tante passioni. Lo sport, la musica e il ballo sono parte integrante della mia vita quotidiana. Adoro leggere e da due anni a questa parte la scrittura si è impossessata di me, letteralmente. Chi mi conosce mi reputa una persona buona, dolce, sensibile ed empatica, e lo sono, ma non sono solo questo. Ho dentro tanta rabbia e tanta insicurezza che sono il risultato di un'infanzia particolare. Scrivere è diventato un bisogno, perché in grado di liberare la mia mente da pensieri che spesso mi tormentano ed annebbiano. Affronto e mi libero del dolore così: scrivendo.
Jasmine Hashem on sabwordpressJasmine Hashem on sabinstagramJasmine Hashem on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie