Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Connecting dots

Svuota
Quantità

Cambiare lavoro nella stessa azienda, cambiare azienda, cambiare tipo di lavoro, iniziare a fare il consulente, avviare un’attività in proprio o una piccola impresa… tutto passa dal network. Ognuno di noi ha infatti un patrimonio nascosto e inesplorato: sono i contatti, le conoscenze fatte negli anni, nei vari contesti e nei vari ambiti in cui abbiamo vissuto più o meno a lungo. Grazie a questo libro potremo scoprire come fare tesoro del nostro network e come accrescerlo, sia in ambito personale sia soprattutto in ambito professionale.

Dopo il successo di È facile cambiare lavoro se sai come fare, Cristina Gianotti ci guida nel mondo del networking, spiegando cos’è e come si fa correttamente, fornendo indicazioni utili e concrete su come usare i propri contatti, con un focus sull’ambito professionale.

INTRODUZIONE
La visione senza azione è un sogno.
L’azione senza visione è un incubo.
Proverbio giapponese
Network e networking sono concetti che hanno
senso sia in ambito sociologico sia in ambito tecnologico. La parola “network” può far venire in mente
diverse cose, a seconda del background di ciascuno.Continua a leggere
Continua a leggere

In generale, per network si intende una struttura informatica a rete. Nello specifico:
• Social network – gruppo di individui connessi tra loro da diversi legami sociali;
• Network televisivo – emittente televisiva o
gruppo di emittenti appartenenti allo stesso
gruppo aziendale;
• Network radiofonico – emittente radiofonica o gruppo di emittenti appartenenti allo stesso gruppo aziendale;
• Rete telematica – rete di calcolatori; in informatica e telecomunicazioni, è un sistema o
un particolare tipo di rete di telecomunicazioni
che permette lo scambio o condivisione di dati
informativi e risorse tra diversi calcolatori.
Il nostro interesse qui è per le reti sociali, che
guarda caso però possono avere a supporto delle reti
telematiche. Il nostro mondo sta proponendo nei fatti
questa convergenza.
L’obiettivo del libro è quello di supportare il lettore:
• nell’identificare la propria rete di contatti,
• capire come mantenerla viva e allargarla e
• come usarla efficacemente a seconda delle
necessità.
Con Internet, la globalizzazione, i “tempi moderni” direbbe Chaplin, l’uso del network si è evoluto e
l’attenzione alle relazioni è entrata nella scia di quello
che alcuni possono – con una parte di ragione – chiamare opportunismo o consumerizzazione.
Sono una persona pragmatica, per cui ho impostato quanto segue fornendo alcuni aspetti descrittivi
più che “teorici”, alcuni aspetti pratici e degli spunti
di riflessione in modo che ciascuno sia libero di trarre le proprie conclusioni e il proprio modus operandi
rispetto al proprio network.
In fondo l’uomo è ancora troppo animale per non
accorgersi che, se viene solo sfruttato nelle relazioni,
prima o poi si ribella e non sta più al gioco. “Usare la
rete” non vuol dire sfruttare gli altri: può succedere
una volta, la seconda non succederà più.
E ciò vale anche nel mondo virtuale. Posso rimanere nella tua rete, ma posso anche cancellare il collegamento, zittire i tuoi post che mi hanno stufato, non
rispondere ai tuoi messaggi.
Per fortuna comanda ancora l’umano.
Il libro è suddiviso in quattro “elementi”:
• TERRA – Cos’è il network e cos’è il networking.
Si parte dai basic sia per intendersi condividendo un linguaggio comune, sia perché i basic sono un punto da cui partire utile e concreto, a volte da riscoprire;
• FUOCO – A cosa serve il network e il networking.
Il networking serve per cercare lavoro. Anche,
ma non solo! Più o meno consapevolmente usiamo il nostro network nella vita di tutti i giorni
nella maggior parte delle situazioni;
• ACQUA – Come si fa networking.
Ci sono “istruzioni per l’uso” con schemi ed
esempi per la messa in pratica che possono
essere un utile punto di partenza, da adattare
poi alle proprie esigenze specifiche, volta per
volta;
• ARIA – Come si impara il networking.
Il networking è una competenza, utile anche
in azienda. Si può imparare. Si può imparare
con il coaching; si possono leggere dei libri
per approfondire; si può partecipare attivamente a una community, meglio reale che virtuale. Per fare networking ci vuole tempo, e
anche per imparare a farlo bene.
Come al solito non voglio fare teoria: non sono
un’accademica, anche se studio e mi tengo aggiornata; voglio spiegare bene il networking in modo che si
usi e si sappia come usarlo al meglio. Come in tutte le
cose la pratica conta, e per iscritto è dura. Un po’ di
esempi faranno al caso nostro!
Da buona networker uso i contributi di altri proprio per fornire voci diverse e altri punti di vista sul
tema. In tre dei capitoli è presente il paragrafo “Letture per riflettere”, in cui ho raccolto voci di altre persone più o meno note, che ribadiscono alcuni concetti
già trattati con altre parole rispetto alle mie e aiutano
a riflettere.

01 novembre 2018

Millionaire

Su Millionaire di novembre l'intervista della giornalista Lucia Ingrosso a Cristina Gianotti, autrice di Connecting dots.
 

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Connecting dots”

Share on facebook
Condividi
Share on twitter
Tweet
Share on whatsapp
WhatsApp
Cristina Gianotti
Cristina Gianotti si occupa da molti anni di Career, Executive e Business Coaching a supporto di manager, professionisti, imprenditori interessati a investire su se stessi e sulla propria crescita professionale. Dopo la laurea in Ingegneria al Politecnico di Milano e l’MBA alla SDA Bocconi, ha conseguito un master in Executive e Business Coaching e la certificazione WABC (Worldwide Association of Business Coaches).
Cristina Gianotti on Facebook
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie