Accedi Registrati

È così che deve andare

photo-1502842294453-95e49a5ce544
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
40% Completato
120 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
132 Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

A volte crudele, a volte meravigliosa, è la vita ed “è così che deve andare”.
Romanzo ambientato ai giorni nostri che vede protagoniste due giovani donne. Alice, che si scopre gravemente ammalata e si prepara a morire, e Veronica, brillante studentessa universitaria che si prepara a vivere. I loro destini, inconsapevolmente, si intrecceranno. Un fatto grave quanto imprevedibile cambierà le sorti delle due ragazze.
Un racconto che vuol dare un messaggio di speranza. Da un dolore fortissimo, guardando oltre, si può tornare a gioire dei doni che la vita, nonostante tutto, ha in serbo per noi.

Perché ho scritto questo libro?

In un particolare momento della mia vita mi è stata raccontata una bella storia. Come tutte le storie vere parlava di dolore misto a felicità, di disperazione mista a speranza e di morte che si intrecciava con la vita. Ho provato un’ emozione forte che non potevo tenere tutta per me. Per questo ho deciso di raccontarla anche a tutti voi che, dandomi fiducia, potrete trascorrere qualche ora in compagnia delle mie due ragazze e, magari, emozionarvi come mi sono emozionata io.

06/11/2017
"È così che deve andare" e Stefania Calvellini su Il Tirreno!

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    “E’ così che deve andare”, e in nessun altro modo; il destino detta legge, decide, traccia le strade da percorrere, nella realtà così come in questo libro piccolo ma intenso, dove le emozioni si susseguono in un vortice che prende allo stomaco, fa sorridere, piangere, e poi sorridere e piangere insieme.
    Come protagoniste due ragazze con pochi anni alle spalle, una storia diversa, e la certezza, condivisa, di sapere cosa aspettarsi dal proprio futuro. Veronica e Alice vivono dunque i loro giorni con gioia o rassegnazione, col riso o il pianto, alla luce o all’ombra di ciò cui credono di andare incontro, ignorando che i giochi della vita sono tutt’altro che fatti.
    “E’ così che deve andare” è un racconto candido e vero, che fa sentire la vita, la fa apprezzare, serve a ricordare che una medaglia ha sempre due facce, ed è inoltre scritto con la spontaneità che serve a toccare le corde dell’anima e a commuovere anche il lettore che non sia di lacrima facile.
    Stefania Calvellini è un’autrice esordiente che ha tuttavia dimostrato una grande maturità tecnica ed espressiva in questo suo primo azzeccato lavoro, assolutamente all’altezza di figurare nell’attuale panorama letterario.
    Nadia Nardo

  2. Stefano

    (proprietario verificato)

    Oggi “ci sei”, domani…. chissà !?
    Se ti fermi un attimo a pensare a questo magari riesci meglio a capire il senso della tua vita, dove sei, cosa fai, quanto ancora hai da fare e soprattutto se puoi considerarti soddisfatto del “tuo stato delle cose”.
    Inevitabilmente il lettore attento farà queste riflessioni e arriverà ad una sua personale conclusione.
    A mio modo di vedere, quindi, il vero punto di forza di questo genuino racconto è dare una risposta alla domanda : sono contento della mia vita !?
    Ai posteri l’ardua sentenza.

  3. Anna

    (proprietario verificato)

    Ho appena terminato di leggere il pdf scaricabile con il preordine e devo dire che mi sono emozionata. È una storia drammatica, ma non disperata. C’è spazio per la speranza. E la vita. Questa storia assomiglia ad una carezza, una di quelle carezze che asciugano le lacrime…Complimenti all’autrice che sa trattare temi impegnativi con una delicatezza estrema, quasi vi si avvicinasse in punta di piedi.

Lascia un commento

Stefania Calvellini
Stefania Calvellini nasce a Roccastrada (GR) nel 1965 dove ancora risiede insieme al marito Vincenzo.
Abbandona la scuola dopo la licenza media per lavorare nell’azienda di famiglia. Riprende gli studi in età adulta e a 41 anni consegue una laurea in Giurisprudenza.
Madre di Marianna e nonna del piccolo Francesco, trova ora il tempo necessario per dedicarsi alla sua grande passione, la scrittura.
“È così che deve andare” è il suo esordio vero e proprio nel panorama letterario italiano.