Accedi Registrati
Immagine Dar_an - Marco Perini
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
31% Completato
139 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
88 Giorni rimasti
Svuota
Quantità

“Tutti vogliono vedere l’India, ma nessuno vuole andarci davvero.”
Storie di magia ed esorcismi, insegnamenti di asceti nudi e solitari, riti antichi e inquietanti in luoghi trascurati dalle mappe, le vite incredibili di uomini incontrati per via, il racconto di come si possa rischiare la vita per far visita agli dèi in templi fantastici. Momenti di chiarezza e di oscurità, che si susseguono e confondono, mai pienamente separati. Meraviglie e orrori, vita e morte, sempre vicini, sempre indissolubilmente avvinghiati e che continuamente tras­mu­tano uno nell’altro. Più sotto, immobile, lo sfondo che regge gli opposti. La tela invisibile che sostiene i colori e dà forma al disegno, così che l’occhio, posandosi lieve, possa ammirare la Bellezza.

Perché ho scritto questo libro?

Ho scritto i capitoli di Darśan in luoghi diversi, situazioni diverse, addirittura in anni diversi. Seduto su un marciapiede in mezzo al traffico ululante, in crocicchi deserti nella campagna, sui gradini che portano al fiume. Ho riempito taccuini su monti, colline, spiagge e pianure. In templi affollati o abbandonati. Dopo pranzi serviti da un secchio su una foglia di palma. In autobus, in treno, seduto su un tetto, la notte. A volte mi spingeva la necessità di fare ordine nei miei pensieri, sospesi e confusi di fronte alla complessità di ciò che mi stava davanti. Cercando di riportare il mondo ad un ordine razionale, spazzato via da avvenimenti e sensazioni. Trasportare sulla carta cose e fatti nell’illusione di poterli così controllare, togliendoli dall’incertezza. Fissare l’immediatezza del momento, prima che interpretazioni, paure e desideri assegnino significati e incasellino nel conosciuto, nel noto, nel rassicurante. Un muto dialogo con me stesso, mentre vagavo da solo nel luogo in cui gli dèi camminano per strada. Altre volte la voglia di condividere con altri ciò che mi veniva rivelato e insegnato. Raccontare i modi estremi di vivere la vita, la ricerca di oltrepassarla verso qualcosa di ulteriore che le possa assegnare un significato, un barlume di senso. Gli incontri con uomini vestiti di cenere che rinunciano al mondo, le vite di occidentali in cerca di un dio da loro scomparso, la bellezza dell’arte e il sorriso dei volti. Mille fatti e mille luoghi, così diversi eppure così uguali. Riuniti in uno sguardo e dal foglio bianco su cui scorreva la mia penna.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Non ci sono ancora commenti o recensioni.

Lascia il primo commento su “Darśan”

Marco Perini
Marco Perini è nato a Venezia. Laureato in Filosofia con una tesi sull’Advaita Vedānta, prosegue i suoi studi sulla filosofia indiana arricchendoli con numerosi viaggi che lo portano ad esplorare gli sconfinati aspetti della religione e della spiritualità del subcontinente. Su questi argomenti ha relazionato in corsi, interviste e conferenze. È tra i pochi italiani a poter dare testimonianza diretta dell’antico rituale di possessione del Theyyam, almeno nella sua forma più originale e pura. Nel 2013, approfittando di una lunga permanenza in India, ha vissuto per circa un mese negli accampamenti del Maha Kumbh Mela, il più grande raduno religioso del mondo. A stretto contatto con asceti dalle pratiche estreme che solo in questa occasione si concedono alle folle, ha potuto approfondire la conoscenza dei loro lignaggi, usi e rituali. Nel 2014 ha pubblicato Maschio Alfa, il suo primo romanzo