Accedi Registrati

Edipo allo specchio

Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
73% Completato
55 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
0 Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

Una rappresentazione dell’Edipo Re finisce in tragedia: l’attore che interpreta Edipo è assassinato dietro le quinte. Quando uno scrittore di gialli, dieci anni dopo, rintraccia i protagonisti del caso irrisolto, i loro racconti mettono in luce un mondo a metà tra realtà e finzione, contemporaneità e mito, in cui la trama della tragedia antica s’intreccia con i casi degli attori sul palco.
Qual è il nostro ruolo nella realtà? Come attribuiamo un senso al mondo? Fino a che punto siamo responsabili delle nostre scelte?
L’opera cerca di dare una risposta a queste domande attraverso un meccanismo puntuale, che tuttavia gioca con le strutture del romanzo, del mito e della realtà, le sfida e le sovverte. Edipo allo specchio è un giallo metafisico che, attraverso l’indagine poliziesca, esplora il rapporto tra realtà e pensiero, fino a mettere in dubbio la forma del romanzo stesso. E se anche il lettore fosse coinvolto?

Perché ho scritto questo libro?

Edipo allo specchio nasce dalla riflessione sul mondo classico, la Filosofia, l’Antropologia e la Fisica Quantistica. Il romanzo si interroga sul nostro ruolo nella realtà, mentre sullo sfondo si muovono le figure della mitologia classica. Edipo è protagonista nella sua dimensione di archetipo primordiale, l’eterna rappresentazione della sua storia si traduce nella natura stessa della realtà: il mondo è teatro, simbolo ogni gesto, la realtà è interpretazione.

Leggi l'anteprima
15 giugno 2018

La Provincia di Como

La Provincia di Como del 15/6 parla di "Edipo allo specchio” e della campagna di crowdfunding, che si avvicina sempre di più alla pubblicazione.
Da La Provincia di Como: “Ecco l’opera prima del giovanissimo filosofo di Luisago. Gabriele Uboldi, vent’anni, ex liceale del Volta già finalista del premio Campiello Giovani, ha scritto “Edipo allo specchio”, un giallo immerso nel teatro e nell’antropologia”.
Mentre ci avviciniamo al 50% di copie preordinate (siamo quasi a metà del goal!), colgo l’occasione per ringraziare nuovamente tutti i sostenitori - continuate il passaparola, e scrivetemi la vostra opinione sul manoscritto, che trovate in download!

Commenti

  1. Sembra quasi di aver visto un film data l’articolazione sofisticata di vicende e l’accurata descrizione di ogni scena, calibrata con precisione descrittiva fino all’ultimo dettaglio. L’articolazione dei dialoghi e delle vicende è così densa e imprevedibile, così dinamica e coinvolgente da richiedere una ‘seconda visione’, per cogliere qualche dettaglio mancante e placare quel desiderio di continuare a pensarci e ripensarci per capire qualcosa in più.
    La sensazione è quella di entrare in un teatro, dove palco e platea si scambiano, giocano a nascondino, e il lettore, perdendo le coordinate, si lascia trasportare da questo scambio vorticoso che ha dell’ignoto, ritrovandosi inquadrato e ripreso da diverse angolazioni, sotto diverse prospettive, con una luce sempre diversa.
    Un bellissimo libro consigliato per tutti, soprattutto per coloro che continuano ad indagare i casi più irrisolti con la determinazione di far chiarezza. Questo, va’ proprio detto, è un bel libro che fa proprio al caso loro.

  2. (proprietario verificato)

    “Edipo allo specchio” è stupendo: una serie di riflessioni sul teatro, sul linguaggio metatestuale, la relatività delle situazioni che viviamo condiscono un giallo dalla narrazione brillante e coinvolgente, che spingerà il lettore a voltare continuamente pagina per arrivare alla soluzione finale del mistero, dalla quale rimarrà spiazzato. Consigliato agli appassionati di mistero e a chi vuole spingersi sempre più in là, più a fondo, partendo da un punto di partenza conosciuto per andare alla ricerca di sensazioni e riflessioni sempre nuove e innovative, nel rispetto della grande tradizione del genere giallo nella letteratura europea. Da leggere.

Aggiungere un Commento

Gabriele Uboldi
Gabriele Uboldi, nato a Como nel 1997, dal 2016 studia Filosofia e Antropologia presso l’Università di St Andrews, in Scozia. Dopo essersi classificato tra i semifinalisti del Premio Campiello Giovani con il racconto “La stanza di Schrodinger”, nel 2016 pubblica una raccolta di racconti intitolata “Malinconia futura”. Nel 2017 scrive e cura la regia un adattamento contemporaneo e metateatrale delle “Baccanti” di Euripide, presentato al Fringe Festival di Edimburgo nel 2018.
Gabriele Uboldi on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie