Accedi Registrati
Data di pubblicazione 22/09/2016

Seleziona l'opzione d'acquisto

7,9914,00

Svuota
Quantità

Ellamorale? è un libro di fiabe, storie e filastrocche raccontate e illustrate da bambini. Ci troverete i draghi, le principesse e i burattini ma anche i nonni, le coccole e le onde. Perché con loro tutto può essere “favoloso”, basta un po’ di immaginazione!

Come nasce Ellamorale?

Un giorno di qualche anno fa, sento una vocina in bagno e colgo la seguente scena: mia figlia più piccola, due anni e mezzo, seduta sul WC per imparare a liberarsi del noioso pannolino e la più grande, cinque anni, accomodata su uno sgabello che, con un libro in mano, la intrattiene “leggendo” una favola.

La situazione è tenera e comica allo stesso tempo.

Mi fermo e ascolto: quella storia la conosco, l’ho letta per loro mille volte… Ma quella che sento è un’altra storia: ci sono personaggi sui quali non mi ero mai soffermata, episodi a cui non avevo mai dato troppo peso e parole che scopro soltanto ora.

E la ciliegina sulla torta è scoprire il significato della storia, quello che noi adulti chiamiamo la morale e che pensiamo, erroneamente, sia la stessa per tutti.

1-3

Dietro le quinte

Con la collaborazione di parenti, amici e scuole materne ho iniziato la mia attività di “reporter”: munita di quaderno, penna, fogli e matite colorate mi presentavo ai bambini: “Mi raccontate una storia?”. Con entusiasmo mi hanno narrato fiabe della buonanotte, episodi della loro vita, trame di cartoni animati e dei libri che hanno sfogliato. Mentre parlavano, io trascrivevo ogni parola e loro illustravano ciò che mi stavano raccontando perchè “così capivo meglio”! Per gioco, alla fine di ogni racconto, chiedevo “Qual è la morale di questa storia?” e loro, senza pensarci un attimo, mi stupivano con morali che solo un bambino potrebbe inventare. “Ellamorale?” raccoglie le loro storie, i loro disegni e le loro divertenti morali.

2

Il “bambinese” o “gli errori da non correggere”

La scelta di non correggere gli errori grammaticali, le parole inventate e le espressioni improbabili è voluta e dettata dall’ammirazione che provo per la spontaneità e la fantasia con cui i bambini raccontano. Hanno un modo di parlare colorato e senza filtri che, crescendo, verrà modificato dalla scuola ma che, fino ai sei anni rimane spontaneo e fantasioso. È così che il mestolo diventa un “mescolo” perché serve a mischiare, le persone maleducate chiedono “nonperfavore” al posto di un “per favore” e alcune bambine possono essere “tranquille come pazze”! Non è meraviglioso?

3

I Mostri Pubbliconi, ovvero: cos’è e come funziona il crowdfunding?

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

  1. Barbara Marelli

    (proprietario verificato)

    Per esempio la morale della storia di Pinocchio, secondo la quattrenne Sofia, è: “Se dici le bugie muori!… E mi allungo il naso!”

  2. mi fai un esempio di morali buffe?

Lascia un commento

Barbara Marelli
Barbara Marelli (Milano 1970) nasce come architetto, diventa
mamma di due bimbe e, curiosa e inesperta, si avventura nel mondo
dei bambini. Lo trova meraviglioso, divertente e spensierato. Nel
2013 pubblica “TORTA CASA RAZZO!” un libro di ricette, raccontate
e illustrate da bambini. Nel 2014 con “Etor e il viaggio di ritorno” è tra
i sei finalisti del concorso letterario “Racontami Etor”. “Ellamorale?” è
il suo secondo libro in “bambinese” non tradotto.
Barbara Marelli on sabtwitterBarbara Marelli on sabfacebook