Accedi Registrati

Fernando senza Effe

Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all’interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
215% Completato
322 Copie vendute
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

“Fernando senza Effe” è la storia di un ragazzino di 8 anni che vive una vita normale finché non si scontra con la sua diversità. Per accettarsi, intraprenderà un viaggio: attraverso i suoi occhi di bambino ci mostrerà, in maniera ironica e delicata, come si supera una cosa da grandi.

Perché hai scritto questo libro?

Il racconto è nato da una banalissima casualità: la perdita della lettera F dalla tastiera del computer portatile con cui lavoravo allora. Da lì sono sorte incomprensioni, doppi sensi, tante risate e poi è nato Fernando. Tutti noi abbiamo alle spalle una storia di diversità e di accettazione personale, e Fernando senza Effe è stato il modo in cui ho dato voce, senso e risolutezza alla mia.

31/3/2017
Il lancio della campagna di "Fernando senza Effe" è stato un grandissimo successo! Qui sotto potete trovare alcune foto dell'evento di presentazione:

https://www.facebook.com/giuliaoberh/posts/1311208485581837
18/4/2017
La campagna di "Fernando senza effe" ha raggiunto il primo goal e continua a proseguire a gonfie vele! Qui sotto trovate una bella recensione:

https://www.facebook.com/123LibriLiberi/?fref=ts
27/4/2017
Vi segnaliamo altre due belle recensioni di "Fernando senza Effe"! Anche se il primo goal è già stato raggiunto, vi ricordiamo che potete continuare a sostenere la campagna di Giulia Oberholtzer.

https://maisenzaunlibro.wordpress.com/2017/04/26/alla-ricerca-della-effe-perduta/

http://www.filastrocche.it/recensioni/fernando-senza-effe/
8/5/2017
Il successo di "Fernando senza Effe" non accenna a fermarsi! Qui di seguito trovate un'altra interessante recensione: http://www.claccalegge.it/2017/05/anteprima-fernando-senza-effe-e.html
12/06/2017
La presentazione di Fernando senza Effe all'Accademia Internazionale del Musical è stata un successo! Ecco il link per chi se la fosse persa:https://www.facebook.com/giuliaoberh/videos/1396776770358341/
12/6/2017
L'autrice di "Fernando senza F" presenta il suo progetto all'Accademia internazionale dei musical. Complimenti Giulia!!https://www.facebook.com/giuliaoberh/videos/1396776770358341/

Commenti

  1. Veronica Sisti

    Un racconto splendido per adulti e bambini. Bella la storia ! Bella la grafica!
    Spero in nuove storie !! Complimentoni

  2. igo, unghi, rancia e ragole…. i giochi di parole in questo racconto senza effe saranno perfetti, anzi peretti, per ridere leggendo con nipotini e igli

  3. (proprietario verificato)

    Un racconto tenerissimo che,in maniera semplice ed efficace attraverso delle splendide illustrazioni, affronta e aiuta i bambini a comprendere le diversità . Complimenti !!!

  4. semplicemente antastico!

  5. Ho letto l’anteprima ai miei bimbi, già lo adorano.

  6. Ho letto il racconto e mi è piaciuto molto. L’ho trovato istruttivo ed estremamente ironico. W Fernando! anzi, ernando

  7. Regalo perfetto per i miei nipoti…

Lascia un commento

Giulia Oberholtzer
Nasco a metà degli anni ’80 in una delle classiche ottobrate romane.
Fina da subito emergono le mie grandi passioni, quelle che coltivo ancora ora: il cibo, il mare, gli animali, la natura selvaggia… e, infine, la creatività, che ho scelto come professione.
Art director, illustratrice, motion designer, ma soprattutto un’avventuriera: sempre a caccia di nuove esperienze, nuovi orizzonti da conoscere e scoprire.
“Fernando senza Effe” è solo il mio primo racconto.
Giulia Oberholtzer on sabwordpressGiulia Oberholtzer on sabfacebook