Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Filastrocche crude e cotte

Svuota
Quantità

Sono filastrocche? Sono ricette? Entrambe le cose!
Filastrocche crude e cotte è un ricettario completo che permetterà ai più piccoli di creare buonissimi piatti in piena autonomia, senza dover utilizzare strumenti taglienti o pericolosi. Potranno portare a tavola i loro esperimenti, felici di far assaggiare “ai grandi” piatti, magari non perfetti, ma che avranno preparato da soli con tanto impegno e tanto divertimento. Tutte le ricette infatti,
sono scritte in rima e giocano con le parole e le sonorità.

PIZZETTE SFIZIOSETTE
Ingredienti per circa 18 pizzette… se segui anche
il consiglio finale!
1 rotolo di pasta sfoglia
180 g di salsa di pomodoro condita con un pizzico
di sale, 2 cucchiaini di olio e un po’ di origano (1
bicchiere circa)
30 g di grana grattugiato
18 olive snocciolate (1 per ogni pizzetta)
Strumenti
tagliapasta tondo da 6/8 cm
cucchiaino
carta da forno.
Cottura in forno a 180 gradi per 10-12 minuti.
Prepara in rima
Il rotolo pronto di sfoglia devi allargare
con la manina stendere senza dubitare
poi afferra sicuro il tuo tagliapasta
e fai tanti cerchi finché spazio non resta.
Queste sì che sono basi perfette
per far le tue famose pizzette!
Prendile con attenzione, ora non le puoi rovinare…
e sulla teglia con carta da forno le puoi sistemare.
Ora con cura e con un cucchiaino
di salsa rossa le macchi un pochino
di grana le imbianchi come neve a cadere
e una oliva al centro per il tuo tocco d’autore!
Da qui alla mamma puoi lasciare l’impresa
di metterle in forno, ma è breve l’attesa.
Felici e contenti tutti lì a sgranocchiare
la tua impresa è riuscita, si può già ben rifare!
Alla fine solo un consiglio per non sprecare:
i ritagli di pasta rimasti son lì ad aspettare
che li lavori di nuovo con le manine
e formi di fretta delle palline.
Le schiacci col palmo a formare nuove pizzette
che condisci e cuoci per nuove amichette!
Continua a leggere
Continua a leggere

FRITTATA INFORNATA
Ingredienti per 4 porzioni
4 uova (e una ciotolina per romperle)
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
70 g di ricotta di mucca
50 g di prosciutto cotto a dadini o a pezzettini
sale quanto basta
Strumenti
una ciotola capiente (meglio se di plastica) e un
cucchiaio o una frusta in silicone
1 teglietta in alluminio della misura giusta per 4
porzioni (da foderare con carta da forno prima di
porvi l’impasto).
Cottura in forno a 180 gradi per 20 minuti.
Prepara in rima
Alla gallina Gina, che è amica mia,
ho chiesto se quattro uova puoi portarle via.
Lei ha detto sì, è molto generosa
e sa che diventeranno una frittata strepitosa!
Non ti spaventare, per questa golosa frittatina
non devi usar padelle, non ti bruci la manina.
Le uova che hai già rotto nella scodella puoi versare
con la frusta o col cucchiaio ora devi mescolare.
Il parmigiano aggiungi piano piano, poi anche la ricotta.
Cosa fai? Ti sei stancato o la frusta ti si è rotta?
Non ti puoi proprio fermare, gira ancora un altro po’,
ora il prosciutto e un po’ di sale, e di più non chiederò!
Di carta da forno una teglietta hai ben bene foderata
con dentro il tuo impasto dalla mamma va infornata.
Per cena o per merenda puoi mangiarla a non finire,
la frittata infornata è golosa da impazzire!
Alla fine ecco il mio consiglio, ti dico i modi e le maniere
per rompere le uova da solo, ma non nel paniere!
Rompi il tuo uovo in una ciotolina battendolo sul bordo
con forza esemplare
controlla bene e, se non ci son gusci, nella tua zuppiera lo
puoi versare.
Ripeti con le altre, sempre meno timoroso
se diventi molto bravo, sarai un cuoco favoloso!
Frittata infornata… lato B
A pensarci bene la frittata infornata non finisce qui
perché ora ti rivelo che ha anche un lato B!
Ti può sembrare strano, ma non dubitare
che in un dolce con poco la puoi trasformare.
Prosciutto, sale e formaggio devi dimenticare,
con due bei cucchiai di zucchero li vai a rimpiazzare.
Poi aggiungi tre o quattro cucchiaini della tua marmellata
adorata
mescola ben bene e come prima va infornata
Secondo me è una delizia, spero anche per te:
la frittata dolce è la più stupefacente che c’è!

TORTA DEI VASETTI
Ingredienti
1 vasetto di yogurt naturale
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
1 vasetto di olio di semi di girasole
2 vasetti di zucchero
3 vasetti di farina
3 uova (e una ciotolina per romperle)
Strumenti
una ciotola capiente (meglio se di plastica) e un
cucchiaio
stampo per ciambellone o tortiera da 22 cm (da
imburrare o foderare di carta forno prima di porvi
l’impasto).
Cottura in forno a 170 gradi per 40 minuti.
Prepara in rima
Se sei goloso di ciambellone
e lo desideri sempre per la tua colazione,
ora da te lo puoi preparare
e decidi tu a chi farlo assaggiare!
Per prima cosa di yogurt nella ciotola versa il vasetto
poi sciacqualo bene e asciugalo in modo perfetto.
Usalo quindi con farina e zucchero per misurare,
l’olio per ultimo, non ti sbagliare!
Tutto nella ciotola, anche gli altri ingredienti,
tutti insieme son forti, ma tu stringi i denti.
Gira ben bene, ma se alla fine non vuoi più faticare,
solo per questa volta un adulto può aiutarti a girare.
L’impasto è pronto, nella teglia va versato,
qualcuno, ma non tu, saprà come va infornato.
Quando termina la cottura non essere impaziente
devi aspettare un po’ o sarà un assaggio ardente!
Con il solito consiglio ti indico i modi e le maniere
per rompere le uova da solo, ma non nel paniere!
Rompi il tuo uovo in una ciotolina battendolo sul bordo
con forza esemplare,
controlla bene e, se non ci son gusci, nella tua zuppiera lo
puoi versare.
Ripeti con le altre, sempre meno timoroso,
se diventi molto bravo, sarai un cuoco favoloso!

03 Novembre 2016
La campagna de "Fliastrocche crude e cotte" sta procedendo a gonfie vele! L'autrice presenterà il suo libro il giorno 19 novembre alle 17 presso la libreria “L’Isola non trovata” di via Dante De Blasi, Roma.
06 Dicembre 2016
La campagna di "Filastrocche crude e cotte" prosegue a gonfie vele! Il 14 Dicembre, a Orvieto, l’associazione Piccoli Passi ospita una “filastroccata” nell’ambito di una manifestazione natalizia con i piccoli associati.L'autrice eseguirà istruzioni di una filastrocca per decorare biscotti da utilizzare come decori natalizi. L’iniziativa si terrà alle ore 17 presso la Sala Corsica di Orvieto Scalo.

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Ora che l’ho finalmente ricevuto (quasi un anno dall’ordine, troppo tempo!) ho potuto assaporarlo. mi ha colpito la freschezza e la facilità di linguaggio con cui Daniela si rivolge ai bambini, in modo da stimolarli e incoraggiarli con parole semplici e dirette in rima. Leggendo le ricette, l’immagine che mi viene in mente è quella di lei con il grembiule che sorride ai bambini chinandosi al loro livello. Nelle ricette semplici ma gustose si sente il “vissuto” con i nipoti, e anche il legame con alcune merende che oggi i bambini non conoscono più. Comunque letto il libretto, confesso che mi è venuta voglia di provare a fare gli gnocchi… Belli e colorati i disegni, forse i caratteri tipografici andavano adattati meglio al pubblico dei bambini. Daniela, a questo punto aspettiamo il secondo volume! Grazie e buon appetito a tutti

  2. (proprietario verificato)

    Bello e divertente, il libro di Daniela Schettini fa venire l’acquolina in bocca!
    Le sue deliziose filastrocche , insaporite da teneri ed eleganti disegni, sono per i bambini uno squisitissimo invito “ tenere le mani in pasta” e fanno immaginare tutta la incontenibile felicità di cuochi e pasticcieri in erba!
    C’è di più: l’autrice, mettendo in rima, con particolare sensibilità, ricette gustose alla mente e al palato compie una intelligente scelta di “avvio” ai giochi con le parole, un’attività di primaria importanza per i più piccini perché favorisce lo sviluppo di molte abilità legate all’uso creativo della lingua!
    Dunque un’opera per infanti ma non infantile che piacerà a piccoli e meno piccoli!

    nelly cosenza

  3. (proprietario verificato)

    e’ unlibro deliziowso ,simpatico e ritengo molto interessante per introdurre una nuova materia facoltativa nelle scuile primarie dove i bambini sono interessati ad un apprendimento di tipo manuale oltre che ‘libresco’ .brava daniela! vanna schettini

  4. Libro delizioso ,come deliziose sono le ricette , presentate sempre in modo divertente e accattivante. La tua fantasia, la tua sensibilità e il tuo amore per la cucina, sono gli ingredienti di questo lavoro così ben riuscito e originale. Complimenti Daniela

  5. Libro delizioso, così come deliziose sono le ricette presentate, divertenti e accattivanti . La tua fantasia, il tuo amore per la cucina e la tua sensibilità, sono gli ingredienti di questo lavoro così ben riuscito e decisamente originale. Complimenti Daniela

  6. Bellissima proposta di interazione con i più piccoli attraverso la lettura e la cucina. Soluzione e idee per passare tempo di qualità con i nostri bimbi. Complimenti veramente apprezzato da tutti a casa grandi e piccini.

  7. (proprietario verificato)

    Che forza lo spirito di eterna bambina che pervade tutto il libro. E’ proprio vero che oggi parlare di ricette e di cucina è inflazionato, ma il modo con cui ce lo hai proposto è originale e sfidante rispetto a tutti quei grandi guru degli chef. Perchè non mandi loro una copia del tuo prezioso cammeo.

  8. barbara_silvestri

    (proprietario verificato)

    Dani ho letto il libro che dici essere una prima avventura,un esperimento…..altro che esperimento sembra che tu non abbia mai fatto altro nella vita che questo mestiere!!!! L’ho trovato davvero fantastico in tutto, le ricette (da cui prenderò spunto per preparare alcune cose per Daniel) la tua narrazione in rima davvero azzeccata e divertente per non parlare dei disegni i cui autori conosco anche io davvero bravi. Insomma tutto bellissimo ho letto anche l introduzione e mi sono davvero commossa

  9. nuriabig

    (proprietario verificato)

    Carinissimo questo libro! Mi piacciono i disegni, le parole, le ricette… posso immaginare bambini con le mani infarinate, mamme che si divertono coi suoi figli e posso pure immaginare come sarebbe fare le ricette e mangiarle tutte. Auguri a Daniela!

  10. (proprietario verificato)

    La delicatezza mescolata all’ironia ed al gioco ma anche all’intelligenza ed alla fantasia sono gli ingredienti
    di questo delizioso libretto. Daniela, riesci sempre a sorprenderci con queste tue bellissime idee.
    Ti auguro di avere il successo che meriti. E nel frattempo noi tutti attendiamo di leggere (per poi provare)
    le altre ricette rimate! Bravissima!

  11. (proprietario verificato)

    Quando scopri che la tua più cara amica d’infanzia è riuscita a realizzare un’opera così particolare e simpatica….allora ti dici: “è normale averla scelta, aver instaurato con lei una rapporto meraviglioso…infatti sin da piccola era speciale, aveva una marcia in più”.
    Anche nello svolgere il suo ruolo di mamma, di zia e di nonna si è dimostrata unica, originale, capace di coinvolgere i bimbi in un’attività creativa e stimolante! Tutto ciò è semplicemente GRANDIOSO!!!!

  12. (proprietario verificato)

    Conosco Daniela da tanti anni. Anzi, credevo di conoscerla! Devo confessare che mi ha sorpreso con questo suo lavoro giocoso e impegnativo. E da quello che ho visto, credo che in questo suo allegro ricettario sia uscita la sua parte migliore, che era dentro di lei e non vedeva l’ora di sbocciare per regalare un sorriso e dei momenti di serena intimità familiare a genitori e bambini. Aspettando di gustare l’opera completa, non posso che dire: “Grazie, Skeggini!” Ma i bellissimi disegni nel libro di chi sono?

  13. (proprietario verificato)

    L’arguzia dell’autrice, la sua capacità di mettere in rima fatti e momenti del nostro vivere quotidiano mi erano già note.
    Quando ho saputo di questa originale iniziativa, Daniela, sei però comunque riuscita a sorprendermi.
    La mia prima cotoletta in rima che farò con mia figlia sarà dedicata a te.
    Bravissima!

  14. (proprietario verificato)

    Idea simpatica e coinvolgente per bambini interessati ad aiutare la mamma in cucina e ad imparare cose nuove e non nocive.
    Conoscendo l’autrice posso dire che è stata fantastica nell’ideare questo libro nel quale si nota l’amore e la volontà di insegnare ai bambini i modi semplici per imparare cose nuove esplorando e maneggiando la cucina della mamma o nonna. Complimenti Daniela !!!!!

  15. (proprietario verificato)

    Che dire? Per chi non conosce l’autrice il libro potrebbe essere considerato come un bel libro per bambini, al pari di molti altri. Conoscere l’autrice rende il libro unico, ciò soprattutto grazie alla sua particolare vena critica, che si manifesta anche solo semplicemente con qualsiasi evento quotidiano. Congratulazioni per la tenacia!

Aggiungere un Commento

Share on facebook
Condividi
Share on twitter
Tweet
Share on whatsapp
WhatsApp
Daniela Schettini
Daniela Schettini nata a Potenza, classe 1964, vive a Roma dove lavora in un’azienda che fornisce servizi informatici e gestionali. Già autrice di racconti brevi, con questo libro si dedica alle sue tre grandi passioni: la cucina, le rime e le sue nipotine.
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie