Accedi Registrati

Il gatto che inseguiva le stelle

taylor-durrer-114005-unsplash
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
0% Completato
200 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
81 Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

È una notte di tempesta quando qualcuno bussa alla porta del Signor J… chi potrà essere ad un’ora così tarda? Forse un sogno? Forse solo il frastuono del temporale? No… bussano di nuovo. Quando il Signor J finalmente apre la porta, si trova di fronte un grosso gatto alto quanto lui, vestito di tutto punto che si presenta come il Signor R: ha uno spinoso problema da risolvere, e per questo si trova lì. Il Signor J lo fa accomodare senza indugio, e gli domanda di cosa si tratti. Il gatto, sconsolato, confessa di aver commesso un’azione tremenda, dalle conseguenze incalcolabili, seppure per uno strano scherzo del caso, senza intenzione: mentre si allenava al lancio del boomerang ha colpito una capra che attraversava sulle strisce pedonali, tagliandola a metà e uccidendola sul colpo. Tragedia! Orrore! Niente di peggio poteva accadere! Uccidere una capra è il peggiore dei delitti concepibili!
“Ebbene”, gli dice J, “io posso aiutarla a far sparire il cadavere, ma ha di che pagare? È una missione rischiosissima, un rompicapo assai difficile da districare: il compenso deve essere adeguato”. A queste parole R risponde che sì, ha di che pagare: egli può metterlo in contatto con Lei. Lei! “Come osa venire qui e parlarmi di Lei?” esclama J. “So che ne è ancora innamorato” risponde R, “e che se anche Lei non ha mai davvero ricambiato, dopo tanti anni è finalmente pronta. Solo io, tuttavia, posso mettervi in contatto e rendere possibile il buon esito della vicenda”. I due si accordano, e l’impresa ha inizio.

Perché ho scritto questo libro?

È per noia che iniziai la stesura di quello che avrebbe dovuto essere solo un breve racconto. Ma la noia ben presto mutò in ossessione, il racconto in romanzo: per mesi non pensai ad altro, cercando il nesso tra una serie di circostanze apparentemente aliene, ma di fatto saldamente collegate tra loro, per giungere alla ricomposizione di singoli frammenti dissonanti ed ottenere così una sorta di verità armonica in grado di donare un po’ di pace a me e a ciascuno dei personaggi di questa storia.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Non ci sono ancora commenti o recensioni.

Lascia il primo commento su “Il gatto che inseguiva le stelle”

Mattia Ponza
Mattia Ponza, nato a Desenzano del Garda nel 1983, vive e lavora da sempre a Sirmione. Fin da piccolo nutre un grande amore per l’arte ed inizia il suo percorso formativo come disegnatore di fumetti, attività messa poi da parte in favore della musica. Suona per parecchio tempo in svariati locali della zona e scrive oltre cinquecento canzoni nel genere folk, country e blues. Nel corso degli ultimi 15 anni collabora ai progetti musicali di Enrico Bollero, come consulente e strumentista (spesso accreditato col nome di Jim Fog) registrando presso presso il Digitube Studio di Carlo Cantini in Mantova. Grande appassionato di libri e letteratura, è autore di svariati racconti ed è oggi a proporre il suo primo romanzo, Il gatto che inseguiva le stelle.
Mattia Ponza on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie