Accedi Registrati
Data di pubblicazione 22/09/2016

Seleziona l'opzione d'acquisto

5,0016,00

Svuota
Quantità

Leone, un bastardo di pastore tedesco, si racconta in punto di morte.
Rivisita gli episodi salienti della sua vita mettendo a nudo la propria anima, scavando nel profondo, fino a toccare con mano desideri, sogni, passioni, gioie e dolori, angosce e paure. E fa emergere uno ”spaccato” di mondo che non siamo abituati a vedere, perché valutato da un punto di vista inusuale: quello del cane.

Ho visto nascere questo romanzo, dettato parola per parola nello studio di un amico; una vera e propria biblioteca, nella quale si creava un’atmosfera strana, tra il ticchettio della tastiera del computer e l’odore di tanti muti ed obbedienti testimoni.

Un incidente e un flashback sono l’incipit non solo di una storia ma anche di un fiume coinvolgente di pensieri.

Riflessioni che poi si rivelano quelle dell’autore oltre che del personaggio, che svelano un animo profondo, introspettivo e attento a quanto ci circonda, tra l’astruso, il filosofico, e un carattere che si delinea con le vicende di una vita intensa.

Un libro che potrebbe finire nei libri di antologia scolastica, un’ opera che può essere apprezzata da persone sensibili e pensanti, e da chi ama gli animali, per di più personificati a tal modo.

Spaccati di vita quotidiana, zingara, barbona, sono mescolati all’amore, alla poesia, alla libertà, al mal di vivere che è anche amore per la vita.

Quando ci si sente diversi dagli altri e si sfiora il pirandelliano, quando si ha sete di conoscenza e quando le ferite leccate sono state tante, si ha tanto da dire e da dare.

Si tratta di un uomo che guarda l’uomo con altri occhi, con un implicito messaggio:

Chi è il vero “bastardo”? Chi è il vero “cane sciolto”?

Prof. Antonella D’Alessandro Luison, docente di Lettere

10/10/2016
Sabato 8 ottobre alle ore 20, presso Trentola Ducenta, nell'ambito della Festa dell'Unità in Piazza Pertini si terrà la presentazione de "I bastardi".
img_20160921_141138

11/10/2016
Martedì 18 ottobre 2016, alle ore 18.00, presso la libreria Feltrinelli di via Garibaldi 107 di Arezzo si terrà la presentazione dell'opera prima di Mario D'Alessandro, "I bastardi".

Commenti

Non ci sono ancora commenti o recensioni.

Lascia il primo commento su “I Bastardi”

Mario D'Alessandro
Mario D'Alessandro nasce in Terra di lavoro, a Trentola Ducenta (CE) nel 1953.

Geometra di professione, ha lavorato come responsabile tecnico in edilizia girando in pratica mezza Italia ed è stato docente presso la scuola edile di Arezzo. Fin da giovanissimo appassionato di poesia e letteratura, inizia a scrivere liriche e racconti. Partecipa negli anni a svariati concorsi di poesia e narrativa. Predilige scrivere in vernacolo tuttavia i migliori risultati li ottiene con opere in lingua italiana.
Nel 2000 è tra i fondatori del premio di poesia ''Eduardo'' città di Trentola Ducenta.

I bastardi è il suo primo romanzo.