Accedi Registrati

Il cagnolino rise

mathew-waters-38056
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all’interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
107% Completato
161 Copie vendute
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

“L’aeroporto mi presenta sempre un grosso campionario umano e faccio il mio solito gioco di inventare una storia per ognuno. La mia fantasia si inceppa su un uomo di mezza età, giacca cravatta e ventiquattrore, capelli radi e occhiali. Non riesco a non immaginarlo dietro ad una scrivania per dodici ore al giorno, tornare a casa, una villetta con un cane, due bambini e una moglie che lo rimprovera per qualcosa. Potrebbe essere la verità, fine dei giochi.”

Tutto inizia a Roma Fiumicino, quando Arturo, giovane ventisettenne, ha ormai oltrepassato i gates con uno zaino più alto di lui e un nodo in gola. Alle sue spalle, al di là dei gates verso i quali non ha il coraggio di voltarsi, c’è Lita, statuaria e impotente, con il volto rigato dalle lacrime che non può e non vuole controllare. Di fronte a questa immagine, Arturo riesce solo a prendere il suo diario e la sua matita. Prova a disegnarla, ma è una dote che non ha mai posseduto. Allora scrive e cancella titoli, poi si concede a ciò che gli viene meglio: scrivere.

“Il cagnolino rise” è un percorso umano che dall’umanità vorrebbe fuggire e all’umanità invece ritorna, è la decostruzione sapiente di ogni tipo di valore imposto e del senso pratico che in tutta questa avventura è il grande assente. Il prodotto, parola che risulta blasfema in questa storia, è proprio questo: nessun senso ultimo, nessuna morale, nessun prodotto. Tutti i percorsi sembrano ricondotti all’essenza, uscire dalla logica in cui sono solitamente declinati.

Cosa fareste tutti se una mattina non fosse più necessario lavorare per vivere?

Cosa sareste tutti fuori dai ruoli, anzi, fuori dal titolo?

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Non ci sono ancora commenti o recensioni.

Lascia il primo commento su “Il cagnolino rise”

Arturo Stevani
Arturo Stevani è lo pseudonimo che separa l’autore e l’uomo. Ha da poco varcato la soglia dei 30 anni, non vive più a Messina, ancora amata e odiata come nelle pagine di questo primo libro. Non è uno scrittore, o meglio, non “fa” lo scrittore, perché resta convinto che non sia il lavoro a dover definire una persona.
Arturo Stevani on sabfacebook