Accedi Registrati

L’ultimo pontefice

Seleziona l'opzione d'acquisto

7,9918,00

Svuota
Quantità

L’umanità sarebbe stata pronta per qualcosa
di simile? Padre Bruno ne dubitava.
Ma, nonostante tutto, era convinto che
non vi fosse un momento da perdere e che
il mondo dovesse esser messo a conoscenza di quanto sarebbe presto potuto accadere.
Ma il sicario della Fratellanza
osservava nell’ombra.

In un’Europa che vacilla, il furto di alcuni importanti documenti mette in subbuglio il Vaticano. Ciò che è stato trafugato potrebbe consentire di ritrovare una pericolosa macchina del tempo, occultata dal Vaticano stesso, capace di rimettere in discussione la Storia.
Sulle tracce del pericoloso oggetto c’è Padre Bruno, un professore di Teologia dell’Accademia Pontificia di Roma, con la preziosa collaborazione del suo assistente Edwin e del commissario Marchesi. Parte una caccia spietata che porta i suoi protagonisti alla ricerca di indizi per ritrovare la macchina, mentre qualcuno ai più alti livelli trama nell’ombra per impedirlo a tutti i costi, in uno scenario in cui alta finanza, politica, terrorismo e religione si intersecano inestricabilmente, rischiando di scatenare l’Apocalisse.

Leggi l'anteprima
25 ottobre 2018

Aggiornamento

Luino | 25 ottobre 2018
“L’Ultimo Pontefice” è il romanzo d’esordio del luinese Angelo Stramaglia: intervista con l’autore su Luinonotizie.it
26 ottobre 2018

Evento

26 ottobre 2018, Grantola (Va) Presentazione del romanzo L'ultimo pontefice.

Commenti

  1. Questo libro mi ha sorpreso piacevolmente.
    Fin dall’inizio la narrazione prende un ritmo incalzante, il lettore viene catapultato in una Roma moderna, in cui complotti e segreti l’ abbracciano silenziosamente. Si incontra subito Padre Bruno (uno dei protagonisti), intento a cercare un oggetto la cui storia si mescola con la leggenda. L’oggetto in questione è un cronovisore, uno strumento in grado di vedere nel passato e anche in un possibile futuro. Un oggetto occultato da tanti perchè la sua rivelazione potrebbe mettere in crisi l’intero vaticano , ma ancor più l’intero panorama mondiale.
    Ed è proprio da questo momento che padre Bruno sarà costretto a intraprendere una vera crociata per ritrovarlo: una crociata che costerà sangue, fatica e molto dolore.
    L’autore è stato in grado di tessere una storia a tratti geniale, in cui gli intrecci riescono a tenere incollato il lettore sulle pagine del libro. Subito si avverte la voglia di conoscere, e proprio come i protagonisti si percepisce uno stato di malessere, d’impazienza nella ricerca forsennata di questa macchina del tempo.
    I complotti ideati da Stramaglia si fondono bene con le profezie introdotte nel romanzo, in un mix travolgente, capace di nutrire la vostra lettura in ogni singolo capitolo.
    Si evince che il romanzo non è frutto di una notte, ma di una grande passione e attenzione da parte dell’autore. I dettagli sono ben curati, e la cosa che maggiormente mi ha appassionato sono stati proprio gli enigmi da risolvere nel ritrovamento del cronovisore. Non si cade mai nel banale e le intuizioni che colpiscono il lettore arrivano al momento giusto, quasi fosse parte integrante del libro.
    I personaggi, dal primo all’ultimo, sono ben costruiti e caratterizzati. Ognuno con un tipo di fede (o di non fede) diversa e con la voglia di riuscire a vincere a ogni costo.
    Si apre anche uno spaccato della nostra società, di una politica dilaniata e malata. L’autore riesce a creare una caricatura ancora più forte, interpretando una realtà ancora più avvelenata , piena di fantocci e inganni.
    L’unica piccola pecca che posso sottolineare e la ripetizione, forse leggermente prolissa di alcuni concetti. Ma ciò viene subito dimenticato da chi legge perchè la voglia di continuare e scoprire qual’è il finale di questa storia è troppo impellente .
    Un libro sicuramente consigliato a chi ama gli enigmi, le profezie e i complotti, ma anche a chi ama luno stile pulito e una storia entusiasmante con colpi di scena dietro l’angolo.
    Consigliatissimo.
    Federica. (huracanofbooks)

  2. (proprietario verificato)

    Una storia di inseguimenti, scazzottate, complotti, confraternite, un libretto sgualcito in stile “Santo Graal”, indovinelli & profezie, interpretata coralmente da personaggi interessanti e ben definiti, tra i quali spicca un Padre arguto come Henry Jones Senior, agile come Henry Jones Junior e forte come Walker Texas Ranger.
    Il ritmo è incalzante, i misteri ti tengono incollato alle pagine, e, un po’ inaspettatamente, in tutto ciò non fa a cazzotti lo stile forbito della narrazione, che dà smalto a una storia che ci si aspetterebbe essere narrata invece con stile asciutto e giornalistico.
    Un consiglio: tenete un vocabolario a portata di mano!

Aggiungere un Commento

Angelo Stramaglia
Angelo Stramaglia nasce in provincia di Bari nel 1977. Dopo aver conseguito la laurea in Lettere classiche con indirizzo storico-archeologico nel 2006 presso l’Università degli Studi di Lecce, si trasferisce nel 2008 in Lombardia, nella provincia di Varese, dove attualmente vive e lavora.
L’ultimo pontefice è il suo romanzo d’esordio.
Angelo Stramaglia on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie