Accedi Registrati

Il terremoto inventato

Da cosa mi stavo separando? Da un carico di carte, dalla gente che ti assilla, che invade il tuo territorio e lo fa con il rumore, con i gas di scarico, con i film in prima visione, con le battaglie per il vino rosso. Il solito trito cumulo di menzogne.
Mancano 115 copie al prossimo obiettivoi
Top seller! Un ufficio stampa curerà la visibilità del libro nei confronti della stampa tradizionale e di quella online.

Seleziona l'opzione d'acquisto

7,9916,00

Svuota
Quantità

Un distinto professore scende da un taxi e, candidamente, chiede di essere istituzionalizzato in una struttura pubblica per la salute mentale. La vita in ospedale e i suoi ritmi iniziano però ben presto a stargli stretti e, sopraffatto dalla noia, decide di sfruttare la confusione generata da una scossa tellurica per evadere.

Inizia così il suo percorso per le strade cittadine che non frequentava da anni, incontrando e interagendo con personaggi reali e fantasmi del suo passato. Rievocherà i viaggi in treno e in aereo, ripercorrerà quelle vie che aveva perseguito alla ricerca dell’amore o di qualcosa che ne avesse le parvenze. In un drammatico confronto finale riuscirà a sconfiggere quelle forze malefiche che lo avevano ammantato e cercato di ridurre a vittima sacrificale. Ma riuscirà anche a mettere insieme i pezzi della sua personalità e accettare di vivere?

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

  1. Nino Inzerillo

    Per chi non ha potuto partecipare al brindisi coi sostenitori, un brevissimo filmato su YouTube, ecco il link:
    https://youtu.be/sn30VKz306k

  2. Nino Inzerillo

    La prossima tappa del romanzo è prevista dal cinque all’otto di luglio, nella cittadina di Matelica, dove si terrà uno degli eventi più importanti per gli appassionati del fumo lento: l’Encuentro Amigos de Partagas in Italia. Una copia del romanzo sarà messa all’asta ed il ricavato devoluto in beneficenza. Il nesso con l’Encuentro? Il protagonista de IL Terremoto Inventato fuma Lusitania.

  3. Nino Inzerillo

    il 17giugno ho avuto il piacere di brindare con alcuni sostenitori della campagna, piatti preparati dalla visualfoodist Loredana Lentini, champagne (Louis Roederer, Agrapart, Henri Giraud Fût de Chêne del 1996) grazie a Alessandro Berruti e Davide Chiarletti. Box di Montecristo 80 anniversario. Un omaggio dovuto e voluto ai miei amici.

  4. Nino Inzerillo

    Sulle pagine della rivista Sigari!, una gustosa anteprima del romanzo

  5. Nino Inzerillo

    brindisi coi sostenitori:
    Visualfood
    Tife di salamini
    Tramezzini
    Gazpacho
    Panna al pomodoro piccante con crostini
    Spaghetti di cetriolo con salsa alla menta
    Torta a forma di libro
    Birre artigianali belghe
    Champagne Krug
    Box intonso di Montecristo 80esimo anniversario
    Evento privato ad invito

  6. In attesa della pubblicazione e della distribuzione, cominciamo a preparare un evento pubblico
    https://youtu.be/a79ZCnv7F1g

  7. nuovo book traile :
    https://youtu.be/13Iq_iAMugs

  8. Nino Inzerillo

    (proprietario verificato)

  9. Nino Inzerillo

    (proprietario verificato)

    La fase di editing è appena iniziata, appena in stampa lo presentiamo al pubblico. Grazie!

  10. (proprietario verificato)

    Sono stato letteralmente trascinato dal vortice irresistibile di pensiero che sprigiona ogni singola frase del libro. Non può che essere GENIO PURO il vero inchiostro che ha alimentato questa mirabile penna! Bellissimo libro. Veramente bellissimo. Lo regalerò a chi ama pensare.

  11. Nino Inzerillo

    (proprietario verificato)

    Grazie!

  12. (proprietario verificato)

    Più lo leggo e più mi piace … da matti!

  13. Nino Inzerillo

    (proprietario verificato)

    Grazie, Damiano!

  14. (proprietario verificato)

    Complimenti! Scritto benissimo!

  15. Nino Inzerillo

    (proprietario verificato)

    Grazie per il commento!

  16. (proprietario verificato)

    L’ho trovato suggestivo al punto da essere ipnotico, da indurre ad agire la lettura come una profonda immersione nella trama e nei personaggi descritti

  17. Nino Inzerillo

    (proprietario verificato)

    Grazie, Willi!

  18. (proprietario verificato)

    “Quando pensavo alla mia vita, in giardino, ed al reciproco gioco dell’osservazione, mi sorprendevo a pensare che potesse trattarsi di un problema di sequenza della punteggiatura: io ritenevo che fossero i passanti gli abitanti di quel grande acquario che vivevano oltre la siepe, alla stessa stregua, essi potevano argomentare che fossi io, lo strano pesce oggetto della loro curiosità; il punto comune era l’esistenza della barriera corallina, le siepi erano in ogni caso un muro divisorio. La parete verde era la linea di demarcazione che sanciva la separazione dei due mondi, che poi ci osservassimo o ritenessimo di essere osservati, quello era un problema assolutamente marginale, non era quello il punto nodale.”

    Difficile, una volta iniziata, interrompere la lettura de “Il terremoto inventato”, tanto vorticoso è il turbine delle sollecitazioni intellettuali, emotive ed estetiche in cui si viene irretiti. Tra esplosioni di pura invenzione narrativa e sofferti passaggi autobiografici (forse), intervallando momenti di crudo cinismo ad altri delicati e tenerissimi, il racconto procede armonico e avvincente. Grazie Nino

  19. Nino Inzerillo

    (proprietario verificato)

    Grazie per il commento, il cui contenuto mi trova perfettamente in linea

  20. (proprietario verificato)

    Un romanzo onirico, scritto con lo stesso inchiostro che usa la nostra mente per produrre i sogni, ecco è un lungo sogno che racconta l’amore, così come si usava un tempo!

Lascia un commento

Nino Inzerillo
Nato a Palermo nell'ottobre del 1956, laureato in Scienze Politiche, ha lavorato come ricercatore, docente, esperto di orientamento e di politiche attive del lavoro. Responsabile di progetto per la Cigar Club Association, pubblica saggi e articoli sulla rivista Sigari!, organo di stampa dell'associazione.
Nino Inzerillo on sabfacebook