Accedi Registrati

La carta maledetta

Nulla avviene per caso, e la fortuna di per sé non esiste. Non esiste perché non va da nessuno, perché non segue nessuna regola e perché non ha un nome. La fortuna è la coincidenza del destino.

Seleziona l'opzione d'acquisto

7,9910,00

Svuota
Quantità

Il clan dei Piccoli Affamati è un’organizzazione mafiosa di Desaps, proprietaria di uno yatch di lusso in cui si organizzano tornei di poker con ingenti somme di denaro. Una sera, Jean Prest, un giocatore dall’aspetto eccentrico e vestito in maniera totalmente inappropriata al contesto, riesce a intrufolarsi nel torneo ed esegue un numero di magia: predice quale sarà l’ultima carta a comparire sul tavolo, l’otto di picche. L’otto è il simbolo dell’infinito mentre il seme di picche rappresenta la maledizione.
Questo banale gioco scatena un susseguirsi di eventi e circostanze misteriose, e da quel momento sulla vita di tutti i membri del clan inizia a incombere il potere della carta maledetta…

Perché ho scritto questo libro?

Una sera, mentre giocavo a poker, sono stato afferrato da una strana sensazione. Era come se le singole carte esercitassero un potere paranormale.
Mi ha attraversato la mente l’idea che una carta potesse contenere talmente tanta energia da poter segnare il destino delle persone tramite una maledizione.
Sono sempre stato affascinato dalla simbologia e dall’esoterismo e la mia voglia di scavare ha portato alla luce questa storia nata dallo studio, dalla mia esperienza, ma anche dall’introspezione nella mente di questi personaggi, molto diversi tra loro, crudi e affascinanti, ma uniti da un destino comune, sulle cui vite pende, come una spada di Damocle, il potere inesorabile della carta maledetta.

Leggi l'anteprima

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

  1. Alfredo

    Grazie ancora per i vostri commenti positivi: sono entusiasta, e mi viene voglia di scrivere sempre di più. Per Cherol, rispondo che sì c’è dietro un piccolo studio, molto trasfigurato dalla mia fantasia. Per Isabelle, ti ringrazio di cuore, se mi metto su questa strada è anche perché voglio creare un mondo che i lettori possano scoprire, e vivere come se fosse reale. Credo che sia il sogno di ogni artista, e che richieda tanto impegno e dedizione, ed io sono solo all’inizio.

  2. Isabelle

    (proprietario verificato)

    Premessa: non sono un’amante incallita della lettura. Ho 21 anni e avrò letto, sì e no, una decina di libri in tutta la mia vita, però se un libro mi prende, lo “divoro” fino in fondo! Con grande sorpresa, posso affermare che “La carta maledetta” è uno di questi: non mi ha stancato nemmeno un secondo! L’ho letto tutto d’un fiato in un paio di giorni e l’ho trovato molto intrigante in tutte le sue sfumature, anche originale. Detto ciò volevo fare i complimenti ad Alfredo, che mi ha stupito positivamente e spero che continuerà su questa strada. Aspetto altri tuoi lavori!
    Grazie per la piacevole lettura, che consiglio vivamente a tutti,
    Isabelle

  3. Alfredo

    Grazie di cuore Cherol!!

  4. Cherol

    (proprietario verificato)

    Ho letto il libro tutto d’ un fiato…proprio perché una pagina tirava l altra… L’ho trovato molto interessante… I miei complimenti vanno all autore che ha saputo intrattenere sin dalle prime pagine la mia attenzione. L evolversi delle vicende è stato arricchito di particolari precisi ed affascinanti, che dimostrano un previo ed attento studio. Consiglio a tutti di leggerlo!

  5. Alfredo

    Grazie Valentina! Il fascino dell’ignoto e del mistero legato al gioco e alle carte, mi hanno acceso la creatività, è vero. Penso che non si finisca mai di stupirsi dietro le storie e i personaggi, questo vale per chi legge, ma spesso anche per chi scrive! 😉

  6. Valentina

    (proprietario verificato)

    Ho letto la trama di questo libro è, onestamente,non avendo mai approfondito questo genere di lettura,ho riscontrato interesse per il fatto che l’idea sia nata da un gioco. O
    Quindi un vero e proprio “colpo di fulmine” ha fatto nascere un libro pieno di idee intriganti. Inoltre ho trovato interessante come le prime pagine siano volate,nella mia lettura,provocandomi la voglia di continuare per poterlo finire.
    Lo consiglio,perché deve essere molto piacevole!
    Valentina

Aggiungere un Commento

Alfredo Boccalatte
Alfredo Boccalatte è nato nel 1991 a Biella. Ha conseguito nel 2014 la laurea in Fisioterapia e da allora lavora come libero professionista. Ha concluso il primo anno di studi del corso di cabaret e stand up comedy presso l’Accademia del comico di Milano e ha partecipato a diversi spettacoli comici teatrali. Si dedica alla scrittura con passione fin dall’età adolescenziale e La carta maledetta è il suo romanzo d’esordio.
Alfredo Boccalatte on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie