Accedi Registrati

La Passerella

ros
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
110% Completato
219 Copie vendute
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

La vita di ciascuno è un percorso con tappe spesso similari. A volte, può somigliare ad una passerella traballante, spaventosa, sospesa nel vuoto.
Una autobiografia in cui il narratore si racconta come figlio, mentre si rivolge ai propri figli come padre. Un racconto, ma, al tempo stesso, una lettera aperta, che, con stile essenziale ed asciutto, condensa autocritica e rivelazione di ogni aspetto di sé. Una rabbia, per tanto tempo inespressa, esplode e spinge ad analizzare un percorso, attraverso la narrazione di fatti ed aneddoti, che mettono in luce i disagi, i moti dell’animo di un figlio; al tempo stesso, una ammissione, mai assolutoria, dei propri limiti, che il narratore, da padre, avverte. È un viaggio nella memoria alla ricerca di significati che si sono smarriti nell’incuranza quotidiana, è una condanna di quell’accettazione passiva della ipocrisia come modello sociale salvifico. In un crescendo di tensione interiore, l’approdo alla consapevolezza della scelta di un io vivo che fuoriesce dal labirinto preimpostato della vita, naviga controcorrente verso la verità, squarciando il cielo finto, affinché il dolore possa tramutarsi inaspettatamente nel dono più importante, la forza nel percorrere la propria passerella con coraggio e verità. Un linguaggio serrato, una scrittura tesissima, priva di cedimenti, in cui l’esperienza individuale narrata assurge ad una dimensione universale. Uno slancio, mai idealistico, indirizzato alla realtà nuda che cruda, a volte incomprensibile, altre volte rivelatrice di una Bellezza che restituisce il senso di tutto. Uno spaccato che attraversa quasi dieci lustri mostrando differenze comportamentali nel rapporto padre e figli, dove nulla è giusto a priori. In questa corsa all’indietro, si condensa una storia di vita impiegata nella costante ricerca del significato in ogni cosa.

Perché ho scritto questo libro?

Per rabbia e per Amore. La prima, né verso persone né verso le circostanze, queste ultime le determiniamo con le nostre scelte. Pertanto, essa è stata indirizzata verso la difficoltà della verità ad emergere. L’Amore, invece, come un dirompente e incessante flusso, rivolto ai miei figli, alla donna che determina il senso della mia esistenza, e alla vita stessa che, quando caparbiamente voluto, può essere vissuta in ogni suo infinitesimo attimo con la pienezza del suo significato.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

  1. Ros

    Grazie Alina, la “chèvre de Monsieur Seguin” sin da bambino mi pose davanti cio’ che la vita di ciascuno fa ogni giorno, ovvero porci l’alternativa fra un conformismo socialmente “correct”, persino ovvio e conveniente, e finanche giusto per certi versi, e ciò che l’animo nostro, nella sua unicità, sente. Sarà l’interrogativo di sempre e per ciascuno. Nessuno poteva sostituirsi alla cara “chèvre” di cui parla Daudet, nello scegliere per se’, a ciascuno il diritto di percorrere la propria passerella, il proprio cammino, cercando dentro di se’ le ragioni di ogni scelta compiuta.

  2. (proprietario verificato)

    Ho letto, tutto d’un fiato, il romanzo “La passerella” di Rosario Galatioto, mio compagno di classe al liceo.
    Di notte, quando tutto taceva, mi sono immersa nella lettura e insieme a “Ros” ho provato rabbia, tenerezza e ho pianto di commozione.
    Ho cercato di leggerlo con un animo libero da pregiudizi e guardando alla ricerca di senso, di bontà, di giustizia e di verità di una esistenza che non scende a compromessi.
    Ancora una volta nella vita ciò che all’inizio può apparire come uno svantaggio, come la povertà o la timidezza, si sono trasformate in un mondo interiore ricco e fecondo.
    Grazie Rosario per l’onestà e la sincerità con cui ci hai donato te stesso!
    Alina

Lascia un commento

Ros
Nato in Provenza da emigrati siciliani quarantotto anni fa, il mio percorso ha avuto come sfondo da un lato il monte Ventoux in Francia e dall’altro l’azzurro mare della costa occidentale della Sicilia. Oggi, a segnare il mio contesto paesaggistico c’è il lago di ispirazione manzoniana e le sue montagne molto prossime. Ho avuto modo di scrivere, in maniera assolutamente asettica, manualistica fiscale tra il 1999 e il 2001. Quest’anno ho partecipato a diversi concorsi letterari con racconti e favole per bambini. Oggi, la mia scrittura si indirizza all’umano.
Ros on sabtwitterRos on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie