Accedi Registrati

La posizione dell’alce

Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
12% Completato
220 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
26 Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista luglio 2019
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

“La posizione dell’alce” è la storia, ironica, iperbolica e paradossale, di un italiano medio di media borghesia, media cultura e media natura, arrabbiato con il padre per averlo chiamato Benito Mussolini e con le istituzioni per aver permesso che ciò accadesse. Benito racconta in prima persona la sua rocambolesca esistenza, il suo complesso rapporto con un poster di Almirante che si ostina a parlargli, gli episodi e i personaggi surreali che il suo nome sembra attrarre con frequenza inquietante. Giunge a una svolta quando, in circostanze quantomeno bizzarre, gli viene offerta una candidatura. L’idea di emanciparsi dall’eredità del suo nome entrando in politica gli sembra ragionevole, del tutto sensata, e solo quel futile dettaglio che chiamiamo vita potrebbe smentirlo.

Perché ho scritto questo libro?

Ho scritto questo romanzo perché qualcuno doveva pur farlo. La storia era nell’aria da tempo, aleggiava inascoltata tra le cose e ho atteso invano che qualcuno se ne occupasse.
L’ho scritto a causa di un insopprimibile desiderio di Quinta repubblica. Benito mi perseguitava, chiedendomi dal balcone di piazza Venezia della mia mente di scrivere il romanzo del cambiamento.
Ho scritto questo libro, infine, perché vorrei laurearmi all’Università della vita, ma non so dove si tengano i corsi.

Leggi l'anteprima

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La posizione dell’alce”

Antonio Senatore
Sono un abitante di luoghi comuni: nato e cresciuto nella Terra dei fuochi, vivo e lavoro nel Cuore verde d'Italia. Di giorno insegnante di lettere nei contesti più interessanti che si possano immaginare, al crepuscolo smetto le vesti del funzionario pubblico e svengo dal sonno perché la sveglia suona alle cinque e trenta, quando va bene. Sono rigorosamente precario, una scelta di vita che cambierei solo per un impiego a tempo indeterminato. Mi spaventano i refusi: temo di diventare uno scrittore famoso e, a causa di un tragico errore di battitura, passare alla storia come Anotnio Salvatore.
Antonio Senatore on sabtwitterAntonio Senatore on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie