Accedi Registrati

L’isola del silenzio

Data di pubblicazione 14/12/2015

Seleziona l'opzione d'acquisto

5,0018,00

Svuota
Quantità

Una misteriosa fotografia che ritrae un gruppo di militari alla fine della Seconda guerra mondiale nell’arcipelago del Dodecaneso.
Un’isola speciale, teatro di guerra e luogo di confino per malati mentali.
Una donna risoluta, decisa a fare chiarezza su un oscuro mistero di famiglia che affonda le sue radici nelle pieghe della storia e nella vita segreta dell’isola stessa.
Alcuni mesi dopo l’8 settembre 1943, a Leros, una delle isole del Dodecaneso, la battaglia tra italiani e inglesi contro i tedeschi infuria e durante i sanguinosi scontri e le atroci rappresaglie, Tommaso, ufficiale e medico italiano amato da tutti, improvvisamente scompare: il suo corpo non viene mai più ritrovato. Nemmeno di suo fratello Vanni, che ha sposato la causa dei partigiani, si sa più nulla.

Più di sessant’anni dopo, durante una vacanza nell’affascinante scenario dell’isola, pervasa dal profumo degli eucalipti, Vittoria ricostruisce la storia dei due fratelli e in particolare quella di Tommaso, medico schivo, isolato e gentile, severo soprattutto con se stesso. Scopre un uomo che ha dovuto mettere in discussione le proprie certezze e la propria educazione, che ha conosciuto il grande amore e la passione, la tragedia e il senso di colpa, un animo tormentato la cui visione ordinata del mondo si è progressivamente incrinata di fronte agli orrori e alle insensatezze della guerra…
Un tragico segreto di famiglia sepolto da decenni nel mar Egeo, un grande affresco storico che Vittoria Serpighi in vacanza nell’isola di Leros con il suo compagno si troverà a ricostruire.
L’isola del silenzio ripercorre uno dei periodi più controversi della storia italiana attraverso il destino straordinario di due fratelli.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Non ci sono ancora commenti o recensioni.

Lascia il primo commento su “L’isola del silenzio”

Tono Mucchi e Angelica Faina
Tono Mucchi
Sono nato a Milano nel 1938. Durante la guerra ho passato lunghi periodi a Siena e nella campagna circostante. Rientrato a Milano dopo la guerra ci sono rimasto fino alla fine della scuola. Poi sono stato per quattro anni a Londra a studiare grafica e pittura. Di nuovo a Milano ho lavorato per cinque anni come art director in varie agenzie di pubblicità fino a che mi sono dedicato esclusivamente alla pittura che fin da bambino avevo praticato per il mio piacere. Negli anni Settanta Angelica e io ci siamo trasferiti in campagna fuori Perugia dove siamo rimasti fino a oggi tranne per il periodo degli anni Ottanta in cui, d’inverno, risiedevamo a Firenze. In tutti questi anni oltre a preparare mostre sia in Italia sia all’estero ho viaggiato molto, soprattutto in Oriente, e letto moltissimo. Sono appassionato di fotografia che uso anche per la mia attività creativa. In Umbria ho creato dal nulla il nostro giardino che mi dà grandi soddisfazioni e qualche cruccio. Amo moltissimo i gatti.
Angelica Faina
Sono nata a Roma nel 1946, ho studiato a Milano e a Parigi e attualmente vivo tra Perugia e Milano. Come professore ordinario ho insegnato Psicologia sociale in varie università italiane ma soprattutto nell’università di Perugia. Le mie ricerche riguardano in particolare il pregiudizio, la psicologia collettiva e l’influenza sociale delle minoranze. Mi piace viaggiare, soprattutto in India, andare al cinema e leggere bei libri. Detesto invece le feste comandate. Insieme a Tono, con cui sono sposata da tantissimi anni, ho due figlie e due nipoti.