Accedi Registrati
18% Completato
123 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
0 Giorni rimasti
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto
Svuota
Quantità

Mullion Cove é un piccolo borgo nell’estrema punta a sud della Cornovaglia, un luogo magico e vagamente misterioso, fuori dal tempo, nella zona di Helston, dove Guglielmo Marconi fece i primi importanti esperimenti col suo ponte radio riuscendo ad attraversare l’oceano.

In questo scenario incantevole si scatena la follia di un anziano pescatore di capesante, Jerome de Basquiat, che, ormai in fin di vita, mette in atto un proposito dichiarato da anni (ma mai preso troppo sul serio da amici e parenti) compiendo un vero e proprio massacro ai danni di tutta una famiglia di vicini, i Von Pikk, con la quale ha avuto per tutta la vita pessimi rapporti.

Dopo la strage sua figlia Juliet e il marito, il tenente colonnello a riposo delle SAS, Oliver Grindhouse, il protagonista di questa saga, insieme ad agenti di Scotland Yard e dei servizi segreti inglesi suoi amici, scoprono che uno dei figli, Hubert Von Pikk, è scampato allo sterminio della sua famiglia grazie a un bunker sotterraneo in cui vengono rinvenute tracce inconfutabili della sua attività di serial killer con spiccate tendenze naziste.

Inizia così un’avvincente caccia all’uomo fra Europa e Africa nel corso della quale emerge il profilo di una potentissima società segreta, denominata Ottagono, retta da quattro ottuagenari nazisti e da altrettanti quattro membri di seconda generazione, i primi chi più e chi meno coinvolti nelle atrocità del Terzo Reich, tutti viventi in dorato esilio nella splendida Ibiza, i secondi importanti industriali e faccendieri nello scacchiere europeo. Ma a preoccupare sono gli efferati propositi dell’organizzazione di arrivare a dominare il mondo mediante ogni possibile illecito mezzo.

Le lotte interne a Ottagono, orchestrate dalla perfida e bellissima delfina del capo supremo Herr Manfred Von Hess, Marlene Ziegler, vengono innescate proprio dalla fuga di Hubert Von Pikk che mette in pericolo l’intera organizzazione,  dando il via a una faida intestina senza quartiere e alla finale implosione della setta.

Il coinvolgimento di Hubert in tutti i più efferati avvenimenti dell’ultimo decennio crea un contatto molto vivo con l’attualità del nostro momento storico: a partire dalla partecipazione attiva all’organizzazione della strage dell’11 settembre alle torri gemelle del World Trade Center, sino alla fuga, prima in Norvegia con l’aiuto di affiliati ad Ottagono, poi attraverso Algeria ed Africa sub sahariana con l’aiuto di uomini di Al Quaeda, e ai contatti con fervidi nostalgici di Adolf Hitler in Namibia, al transito attraverso la tormentata zona di confine fra Kenia e quello che resta della Somalia.

Non legato alla realtà ma comunque attuale, il sequestro di una nave israeliana al largo del Corno d’Africa seguito dalla fuga attraversando Etiopia e Sudan fino in Egitto dove al Cairo il nostro viene intercettato da agenti del Mossad. Poi la fuga dalla Libia verso l’Italia a bordo di un barcone di immigrati clandestini, seguito dai contatti con politici in odore di mafia in Italia. E, infine, l’epilogo con l’uccisione di Hubert da parte di Oliver in Provenza, nello splendido scenario di Saint Paul de Vence.

La fine di Ottagono.

Le lotte per il dominio dell’organizzazione da parte di due dei membri di seconda generazione portano a un pogrom messo a segno da una potente banda di mercenari affiliata alla mafia russa che stermina i quattro ottuagenari nelle loro residenze a Ibiza. Dopo la scoperta del covo di Herr Manfred, Oliver Grindhouse e la sua fidata squadra di vecchi amici agenti segreti provenienti dalle principali Agenzie mondiali si rendono conto dell’enormità delle notizie sull’attività di Ottagono, implicata in tutte le più importanti vicende atte a destabilizzare l’ordine mondiale, e convocano un summit su una fregata della Royal Navy al largo delle Baleari dove partecipano segretamente il presidente degli Stati Uniti, in teleconferenza, il primo ministro inglese, quello spagnolo. Durante il Summit Segreto viene stabilito di mettere tutto a tacere facendo comunque una discreta pulizia di tutti gli infiltrati di Ottagono nei vari governi e servizi segreti del mondo.

Il tutto si intreccia con racconti relativi alla vita dei vari personaggi e i luoghi a loro preferiti: Cornovaglia, California, Costa Azzurra, Italia, Spagna e naturalmente Ibiza, prima centrale di Ottagono poi cuore pulsante del futuro di molti dei “buoni” che se ne innamorano.

La loro vita, le loro donne e le loro storie fanno da intermezzo all’azione stemperando la tensione e cadenzando il ritmo intenso del racconto.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Non ci sono ancora commenti o recensioni.

Lascia il primo commento su “Ottagono”

Maurizio Leonelli
Si, sono vecchio.
Nacqui nel lontano 1952 a Riola, in provincia di Bologna, che amo definire Il Cuore dell'Unico mondo, come gli Aztechi. Diplomato Perito Chimico nel 1972 con quasi il minimo dei voti, negli anni attigui al 1968 la voglia di studiare latitava, come me ed i miei amici dai banchi scolastici. In italiano ho sempre sudato la sufficienza, l'idea di ritrovarmi scrittore sarebbe di enorme soddisfazione per il Prof. Naldi. Nel 1972 conosco Claudia, siamo ancora felicemente insieme, lavoriamo anche insieme, da sempre in pubblicità. Le mie più grandi passioni sono la cucina, i viaggi e le Harley-Davidson, ho girato Europa e Stati Uniti in lungo e in largo. Molti luoghi e situazioni raccontate in Ottagono sono state realmente da noi vissute, sempre disarmati però...
Maurizio Leonelli on sabfacebook