Accedi Registrati

Pane

Elvira non era riapparsa quel giorno dalla foto ingrigita che il carabiniere aveva estratto dalla sua borsa accusatrice: era sempre stata lì, nella casa troppo trascurata, dentro quei pensieri di solitudine, nell’ozio sommesso del vecchio Fritz, nel rituale mistero di morte e rinascita del campo di grano.
Data di pubblicazione 04/01/2018

Seleziona l'opzione d'acquisto

7,9910,00

Svuota
Quantità

Estate 1951. Dal suo campo di grano, Romeo può osservare i resti dell’Abbazia di Montecassino, distrutta da una guerra catastrofica. Annientati i suoi sogni, dilaniati i suoi affetti più cari, l’uomo si lascia consumare da sette lunghi anni dai ricordi e dal rimpianto, nutrendosi morbosamente della sua stessa disperazione.
Le rovine della guerra, le rovine dell’anima: come si può rinascere? Il destino può assumere diverse sembianze: un vecchio cane nero, un carabiniere dall’aria invadente, un giudice sospettoso.
Una storia del secondo dopoguerra, la storia intima di un uomo, del suo sogno d’amore spezzato e di speranze distrutte, come il Paese in macerie; ma anche di inaspettata rinascita.

Leggi l'anteprima

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Letto tutto d’un fiato..l’attesa di arrivare fino in fondo mi ha tenuta incollata al libro.
    Riferimenti storici precisi e reali.
    Scittore emergente che, a mio avviso, promette bene.

  2. (proprietario verificato)

    Linguaggio raffinato ed evocativo in uno scenario difficile emergono i sentimenti umani che coinvolgono il lettore. Romeo e Michele si ergono come giganti nella loro umanita in netto contrasto con l’arida figura del magistrato. Il libro termina con un messaggio di speranza a nuova vita. Sempicemente meraviglioso.

  3. susanna.binotto

    Anteprima molto promettente, crea attesa per il resto del libro. Molto gradevole la forma della narrazione. L’ho ordinato e non vedo l’ora di leggerlo.

  4. Letta l’anteprima del libro e già è aumentata in modo esponenziale la curiosità di leggerlo tutto. Già dalle prime righe si può apprezzare la semplicità e il modo di esporre dell’autore che rendono la lettura leggera e gradevole.

  5. Angelo Benedetti

    Your comment is awaiting approval

    Chiedo scusa, Silvia: ho risposto al suo commento utilizzando involontariamente l’account di un’amica per la quale avevo preordinato una copia del libro.

  6. (proprietario verificato)

    Grazie Silvia. Sono contento che lei abbia apprezzato il ritmo della narrazione: era mio intento evidenziarla.

  7. silvia.2rif

    Mi piace molto la forma. Dire che è fluente è poco… E’ elegante, corretta e in alcuni punti quasi musicale. Un grosso pregio per la scelta dell’ambientazione intuire la Sua propensione alla poesia.

  8. Angelo Benedetti

    (proprietario verificato)

    Grazie Leonide per le belle parole. Non ti deluderò.

  9. (proprietario verificato)

    Anteprima di lettura scorrevole….Non vedo l’ora di leggerlo fino in fondo all’anima…perché sicuramente è lì che andrà a toccare….

  10. Angelo Benedetti

    (proprietario verificato)

    Grazie Marco Nencioni per il commento. Spero apprezzerai tutto il libro. Ciao.

  11. Ho letto l’anteprima lettura scorrevole …storia molto intensa interessante!!!!

Aggiungere un Commento

Angelo Benedetti
Angelo Benedetti è nato a Roma nel 1966. Dopo il diploma al liceo linguistico si iscrive alla facoltà di Lettere con indirizzo in Antropologia culturale ed etnologica. Si dedica alla ricerca etnologica sul campo in Congo nel 1992, ma presto abbandona l’università per conseguire il diploma di infermiere. Pane è il suo romanzo d’esordio.
Angelo Benedetti on sabtwitterAngelo Benedetti on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie