Accedi Registrati

Il passo del codardo

joshua-earle-557
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
93% Completato
10 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
133 Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

“Ed era il mio passo, e non ne conoscevo nessun altro. Era come un fratello, gemello. Era il passo del codardo”.

Così si chiude questa storia, giù il sipario e che si spengano le luci. Questo racconto, nient’altro che uno spaccato di una realtà che avrei tanto voluto evitare. Evitarmi. Mi chiedo. Vi è mai capitato di essere in giro da qualche parte, convinti d’avere portafoglio e chiavi nella tasca del giacchetto, per poi tastarvi e non trovarci niente? Parlo di quell’istante. Per cinquanta pagine più o meno. Parlo anche di depressione, atti impuri e disturbi intestinali. C’è un tragico fatto di cronaca accaduto per davvero e una storia d’amore sullo sfondo. Ma principalmente, di quella sensazione.

Perché ho scritto questo libro?

Terapia, sopravvivenza, istinto di conservazione. Le parole erano la cura, una mano calda sulla spalla. L’unico modo per elaborare, tirare avanti, un giorno dopo l’altro.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Non ci sono ancora commenti o recensioni.

Lascia il primo commento su “Il passo del codardo”

David Bandini
Mi hanno chiesto una breve nota biografica. Come tutti. Come sempre, come ogni maledetta altra volta che ho proposto in giro questo libro. Questo primo tentativo. Come se una presentazione aggiungesse o togliesse qualcosa alle parole. Al loro flusso. Alle immagini dipinte e a certi colori.
Lettore caro, la breve nota biografica è: IL LIBRO STESSO. Niente menzogne, niente mezze verità. Nessuna inventiva, perché era la vita. E questo bastava.
Ci aggiungo: TOTALE ESORDIENTE. Non avevo mai scritto nient'altro e poteva non essere un male.
Bandini non è un vero nome. Scrivo sotto pseudonimo, ho letto molto di John Fante.
E se questo non è sufficiente, se questo non bastasse, io, beh, non so che altro dire. In alto a destra, il rettangolo blu. Puoi sempre schiacciarlo, a modo mio, te ne sarò grato.
David Bandini on sabfacebook