Accedi

Quel suo profumo d’estate

Amato da Giulia Corazza
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
137% Completato
274 Copie vendute
Svuota
Quantità
Consegna prevista ottobre 2019
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

Questa è la storia di un cappello, ma non di uno qualsiasi: un cappello unico. Chi lo mette lo rende speciale e lui rende speciale chi lo mette. Non è un cappello magico come si potrebbe pensare, ma un semplice cappello di paglia finemente intrecciato che ha la fortuna, come tutti i suoi simili del resto, di osservare e attraversare indisturbato tante vite e tante storie. Lo fa passando da una mano all’altra dei protagonisti, assistendo a momenti di vita unici, occasioni speciali, situazioni particolari, a volte facendosi direttamente responsabile di destini e legami.
E come in un film, ecco che si intrecciano fra loro storie essenziali di personaggi semplici e unici, come ogni individuo può esserlo, in una Bologna che si sveste e vuole mostrare la propria anima poetica.
E mentre il cappello vive nelle mani dei protagonisti, a loro volta sono i protagonisti stessi che inconsapevolmente vivono e raccontano il loro viaggio insieme a lui.

Perché ho scritto questo libro?

Questo libro non sarebbe mai nato se non ci fosse stata l’ispirazione, quella che ti giunge all’improvviso e ti blocca per un istante, quella luce che ti folgora e che devi assolutamente riconoscere, cogliere e non far spegnere. Questo è il compito di un artista.
Anni fa, al termine di un divertentissimo shooting fotografico, l’immagine poetica di tutti quei bellissimi cappelli ammucchiati dentro una vecchia valigia aperta fu quella luce.
Una sensazione di magia improvvisamente mi pervase.

Leggi l'anteprima
30 marzo 2019

Evento

Carissimi SOSTENITORI e amanti della lettura, sono già passati pochi giorni da quando è stato raggiunto il primo obiettivo delle 200 copie pre-ordinate di Quel suo profumo d'estate e ancora mi sento emozionata al solo pensiero che fra qualche mese avrò fra le mani il mio libro: UN LIBRO VERO, DI CARTA, CON UNA COPERTINA FIGHISSIMA E IL MIO NOME SOPRA!

Riuscite a immaginare come sarebbe entrare in libreria e prendere il vostro libro da uno dei banchi? Aspettare che si avvicini qualcuno e fare finta di leggere la quarta di copertina commentando "To' guarda sto libro, mi intriga un sacco! Quasi quasi lo compro". Oppure mettervi da una parte del negozio per vedere se qualcuno lo guarda e lo sfoglia; immagina se addirittura quella persona lo comprasse!

Beh, tutto questo accadrà davvero, grazie anche a voi che avete contribuito a questa campagna di crowdfunding. E non ridete quando mi sorprenderete nascosta dietro una colonna della libreria a guardare le persone che prenderanno il mio libro fra le mani, a spiare le loro espressioni... secondo me lo fareste pure voi!

L'unica cosa che voglio dirvi è un GRAZIE gigantesco perché senza ognuno di voi sostenitori, che messi insieme avete pre-ordinato più di 200 copie, tutto questo non starebbe accadendo. Grazie per aver creduto nel mio progetto prima ancora che nascesse; per avermi sostenuta, per aver condiviso la mia campagna e attivato il passaparola.

Ora però dovrete avere un po' di pazienza perché mentre la campagna di crowdfunding continuerà per raggiungere nuovi traguardi, contemporaneamente inizierà la fase di editing. E io sono curiosissima di vedere quello che succederà, impaziente di valutare i consigli dell’editor e le sue annotazioni a bordo pagina. Un nuovo cammino, una nuova sfida. Una crescita.

GRAZIE ancora mille volte

Cristina
20 marzo 2019

Cultura al femminile

Carissimi,
sto volando a tre metri da terra, sono ammaliata e stordita, ancora incredula. Forse ho poca fiducia in me stessa? Oppure è solo perché sono cosciente del fatto che, in quanto esordiente, ho ancora tanto da imparare? Fatto sta che è appena uscita una bellissima recensione del mio libro su "Cultura al femminile". Prima di lasciarvi il link voglio ringraziare Giulia la Face per la disponibilità e le bellissime parole.
GRAZIE GIULIA

Ecco la recensione.
20 marzo 2019

Evento

Gruppo di lettura "IL SOGNALIBRO" presso la Casa della Conoscenza (Spazio La Virgola), Via Porrettana 360, Casalecchio di Reno (BO)
20 marzo 2019 alle ore 17.30 - Presentazione del progetto e letture da parte dell'autrice.
14 febbraio 2019

Aggiornamento

E finalmente abbiamo superato le 100 copie pre-ordinate! Sono stra-felice di vedere quel numerino che conta alla rovescia segnare due cifre.
- 99 in questo momento!!!
È un grande traguardo per me e lo è grazie a tutti voi: amici, parenti, conoscenti e amici di amici. Anche qualche sconosciuto si è fidato di me e questo mi riempie di soddisfazione.
Avendo superato le 60 copie, ormai è certo che il libro arriverà nelle vostre case o sui vostri tablet, ma il traguardo non è ancora stato raggiunto poiché solo al raggiungimento del primo GOAL di 200 copie pre-ordinate il romanzo verrà curato da un editor professionista!
Quindi ora credo di dovervi chiedere un altro piccolo sforzo, se ne avrete voglia, quello di passare parola!
Io sono curiosissima di provare l'esperienza nuova di lavorare a fianco di un editor. Qualcuno che prenderà a cuore il mio romanzo, lo correggerà e mi darà suggerimenti e consigli per migliorarlo. Qualcuno che lo impaginerà tenendo conto delle sezioni "particolari" che ho inserito. E qualcuno che curerà la grafica della copertina. Insomma, raggiungendo le 200 copie il libro potrà brillare di una luce più splendente.
Intanto GRAZIE di cuore a tutti voi che avete già contribuito alla nascita di questo sogno e grazie a tutti quelli che contribuiranno acquistando una copia.
Un abbraccio
Cristina

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Conosco Cristina forse da mille anni. Era dodicenne quando me la presentò mia sorella a cui chiesi in quale mondo avesse trovato un simile essere, poco femminile (forse l’ho vista in gonna solo il giorno del matrimonio) e di una vivacità un po’ troppo dirompente e dissacrante. Ma poi affascinato l’ho vista crescere come un’artista poliedrica, specialmente in veste di attrice e regista, in cui a volte mi è capitato di esserne avvolto.
    Dopo un lungo distacco, non certo dal cuore, dovuto anche a un mio allontanamento dall’Italia, la ritrovo nella lettura di questo libro.
    Per me è difficile discernere le figure affascinanti del suo scritto da lei stessa: la ritrovo ovunque, ma con una grande sorpresa. Una femminilità assolutamente inaspettata. E non lo dico certo in termini negativi, in quanto ritengo che le parti femminili delle cose siano sempre le migliori. Cristina riesce a rimanere femminile anche quando si impersona nel ruolo di un uomo e questo lo trovo stupefacente.
    Io sono molto difficile e a volte ipercritico: quando guardo un film o leggo un libro mi soffermo sulle immagini che mi dona e sullo stile più che sul contenuto. Così a volte capita che in un film noioso per altri, io mi ritrovi invece incantato dalla fotografia. E nella scrittura è uguale: lo stile e le immagini insieme alle emozioni che insieme suscitano sono per me le più preminenti, e questo libro ne è pieno fino a esondare.
    Mai mi sono interessato di cappelli in vita mia. Figuriamoci. Li ho spesso trovati futili e anche un po’ malinconici e ho iniziato quindi a leggere il manoscritto di Cristina con certo pregiudizio e una leggera malavoglia. Invece andando avanti mi sono trovato, insieme a Cristina, catapultato in un mondo a me sconosciuto. E piano piano sensazioni piacevoli mi hanno invaso.
    È un libro pieno di colori, di gioie e anche di qualche immancabile tristezza, dove i cappelli sono un aggancio utile a raccontare quanto della vita a volte ci sfugge. È un libro apparentemente leggero, ma non lo è assolutamente, semmai è pieno di leggerezza.
    Molto divertenti i giochi e i commenti in calce con cui l’autrice vuole interagire con il lettore.
    Che dire infine. Mi ha sorpreso e non poco.
    Questo libro è un dono che non si può rifiutare.

  2. (proprietario verificato)

    Un ronanzo ricco di particolari, che lo rendono più visibile agli occhi del cuore e della mente. Pezzi di vita che ci appartengono conferiscono alle diverse situazioni un alternanza di emozioni diverse(divertenti, drammatiche…)

  3. (proprietario verificato)

    “Era proprio così che voleva partire. Con una intensa indigestione di vita.”
    Questa frase riassume perfettamente lo spirito del libro: un racconto pieno di vita, sulla vita. Mentre tutto scorre, Cristina prende per mano il lettore e lo conduce all’interno della mente dei personaggi maschili e femminili, utilizzando la tecnica del monologo interiore. In questa maniera, l’autrice offre al lettore l’opportunità di vivere in prima persona più vite all’interno della stessa trama.
    Inoltre, sono rimasto molto colpito (e divertito) per l’abilità di Cristina di rendere il libro interattivo

  4. (proprietario verificato)

    Un libro di suoni, profumi, colori, intrecci di vite,
    intense emozioni… un libro “speciale”!

Aggiungere un Commento

Cristina Nùghes
Nasce a Bologna nel '69 da padre sardo e madre per metà umbra e per metà emiliana. Questo connubio di culture e soprattutto di tradizioni, questa miscela di sangue caldo, terre rosse e cibo è forse la causa del suo attaccamento alle proprie radici, della sua curiosità di conoscerne le storie e gli intrecci, quasi come fossero frutto di un film. E sono proprio i film che sin da bambina la appassionano e la catturano, al punto che nel '90 si diploma all'Accademia Antoniana d'Arte Drammatica di Bologna e lo stesso anno vince il Premio Montegrotto Europa per il Teatro come migliore attrice emergente (oggi Premio Hystrio alla Vocazione). Ecco che inizia il suo viaggio tra personaggi, storie e passioni. Oggi è attrice, regista, operatrice teatrale e madre di due figli, vive e lavora a Bologna. "Quel suo profumo d'estate" è il suo primo romanzo.
Cristina Nùghes on sabinstagramCristina Nùghes on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie