Accedi Registrati

Racconti da un mondo offeso

Ma un libro, proprio in quanto invenzione dell’uomo, coltiva in sé anche il germe della pazzia, ed è questo che ci permette di parlare come se avessimo la bocca, di guardare come se avessimo gli occhi, e soprattutto di sentire come se tra le nostre pagine battesse un cuore.

Seleziona l'opzione d'acquisto

5,9910,00

Svuota
Quantità

Oggetti, piante e animali hanno bocca, occhi e cuore nei racconti di Fiocchi, favole contemporanee che sostituiscono allo sguardo offuscato e alla voce spesso menzognera dell’uomo quelli, periferici e silenziosi, di soggetti insoliti, e perciò rivelatori: un libro, un gatto, una barca, una mosca e una pianta prendono la parola per trasportare il lettore in una dimensione apparentemente onirica, che disvela poi in maniera potente realtà tutt’altro che incantate della storia recente e presente. Realtà dolorosamente note di conflitto, militare, politico, sociale, esistenziale, che attraverso un punto di vista nuovo possono uscire dall’opacità e dalla freddezza dell’abitudine, per riacquisire problematicità, vitalità, umanità.

Perché ho scritto questo libro?

Sembrerà un paradosso ma ho scritto “Racconti da un mondo offeso” non perché amo scrivere ma perché amo leggere. Uno scrittore è in primo luogo un lettore. Io ho sempre letto sin dai primi anni di scuola. Ed è questo che mi ha portato a scrivere, ad inventare storie che non avrei mai potuto trovare altrove. Perché erano storie mie, quelle che mi sarebbe piaciuto leggere. Ebbene, credo che questo libro raccolga cinque tra le storie più belle che abbia mai scritto.

Leggi l'anteprima
26 luglio 2018

L’Informatore

Articolo dedicato alla campagna Racconti da un mondo offeso uscito su L'Informatore vigevanese, a firma del giornalista e scrittore Davide Zardo.  
03 luglio 2018

Cabaret Bisanzio

Oggi su Cabaret Bisanzio si parla di "Racconti da un mondo offeso". Grazie a Enzo Baranelli.
27 maggio 2018

LA PROVINCIA PAVESE

La "Provincia Pavese" segnala la presentazione della campagna Racconti da un mondo offeso a Lungavilla, Pavia.
27 maggio 2018

Evento

In occasione della rassegna "Primavera in Festa", stand Biblioteca Comunale, Lungavilla (PV), lo scrittore pavese Romano Augusto Fiocchi parlerà del suo nuovo libro e dell'editoria ai tempi del crowdfunding. Con oltre 200 copie pre-ordinate via Internet, "Racconti da un mondo offeso" verrà pubblicato dalle edizioni Bookabook di Milano. Durante l'evento ci sarà la possibilità di pre-ordinare una o più copie e di riceverle direttamente a casa al momento della stampa, ovvero dopo le operazioni di editing, impaginazione e revisione da parte delle edizioni Bookabook.
17 aprile 2018

La Provincia Pavese

Articolo apparso sul quotidiano La Provincia Pavese a firma Gaia Curci. Buona lettura!
16 aprile 2018

Blog di Angelo Ricci

Un'approfondita analisi critica di Racconti da un mondo offeso dello scrittore Angelo Ricci uscita sul suo storico blog letterario. Leggetela qui!
11 aprile 2018

Recensione

Carla Casazza, giornalista freelance, scrittrice, editor e professionista attiva nel mondo dell’editoria, intervista Romano Augusto Fiocchi, l’autore di Racconti da un mondo offeso. Siete curiosi? Leggete qui!
03 aprile 2018

TuonoNews.it – Quotidiano online di Alessandria

Ecco un articolo apparso nelle pagine di Cultura e Spettacoli di "TuonoNews.it", quotidiano online di Alessandria: leggetelo a questo link!
04 aprile 2018

Bsfashion.net

Su Bsfashion una bella intervista a firma Rossella De Palo. Si parla di Racconti da un mondo offeso. Siete curiosi? Ecco il link!

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Lettura di Pasqua. Romano Augusto Fiocchi sa scrivere, non c’è dubbio. E sa narrare. Cinque storie raccontate anzi da cinque narratori diversi e inusuali. Con dolente leggerezza mirano alle ingiustizie e ai paradossi del mondo, reagendo all’assurdo con l’assurdo. E fanno centro. Stile e misura. OpernPlatz (già premiato come inedito) il mio racconto preferito: struggente, tattile e olfattivo…

  2. (proprietario verificato)

    Ho il privilegio di conoscere Romano da anni; la sua passione per la scrittura, supportata da solide basi culturali, lo accende di un entusiasmo sincero e contagioso. È forse proprio nei racconti che trova la forma a lui più congeniale: la sua prosa spesso trae origine da episodi di un passato più o meno recente, che scatenano la sua fantasia in testi sorprendenti, mai scontati o banali. E da lì scatta la riflessione nel lettore e l’opportunità di fuga dalla routine quotidiana, che ci macina inesorabilmente e tarpa le ali alla nostra immaginazione. “Nella vita l’importante non è volare ma sognare di farlo”.

Aggiungere un Commento

Romano Augusto Fiocchi
Romano Augusto Fiocchi, nato a Pavia nel 1961, vive tra Pavia e Milano ed è giornalista pubblicista. Ha pubblicato il romanzo veneziano Il tessitore del vento (2006), le raccolte di racconti Capricci pavesi (1986), PazzaPavia (1989), Dipinto a testa in giù (1994), Un mistero in via Cardano (2004). Ha vinto il premio Le Storie del Novecento 2013 con il racconto Opernplatz, e il premio Inedito Città di Chieri e Colline di Torino 2009 con il racconto Il gatto del soldato.
Romano Augusto Fiocchi on sabwordpressRomano Augusto Fiocchi on sabtwitterRomano Augusto Fiocchi on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie