Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Sul Cibo
26%
149 copie
all´obiettivo
88
Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista Ottobre 2021
Bozze disponibili

Il nostro rapporto con il cibo è cambiato nel tempo. L’industria alimentare ha sostenuto questa trasformazione e le abitudini quotidiane di tutti noi hanno amplificato l’effetto.
Ma quanto siamo consapevoli di questo cambiamento?
Siamo estranei ai processi di produzione del cibo e siamo costretti a demandare a terzi la trasformazione delle materie prime perché siamo oramai schiavi del tempo e della sua tirannia.
Eppure le nostre scelte quotidiane posso essere strumento essenziale per condizionare il mercato e la produzione che gravita attorno al cibo.
Questo libro vuole essere uno strumento di riflessione per comprendere il mercato e le sue contraddizioni, il modo di vedere il cibo e la nostra relazione con esso.
Bisogna prenderne coscienza, pensare e praticare il cambiamento.

Perché ho scritto questo libro?

Per anni ho lavorato nel mondo della ristorazione ed ho sempre affiancato al lavoro lo studio di materie prime, tecniche di produzione e conservazione. Poi la mia curiosità si è spostata sul mercato del cibo, sul ruolo dell’industria alimentare nella produzione e sul rapporto che abbiamo con esso.
Dallo studio è scaturita una riflessione sul cibo, sulle nostre scelte quotidiane e su come queste possano essere il vero motore del cambiamento.
Da qui la volontà di condividere questo lavoro

ANTEPRIMA NON EDITATA

Partiamo dalle presentazioni.
Mi chiamo Riccardo Capone e sono stato molte cose negli ultimi anni. Studente all’Università di Urbino, politico appassionato, cuoco, cameriere, barista, barman, salumiere. Tante cose diverse ma spesso accomunate dal cibo. Dal mio percorso lavorativo ho imparato tanto sul “contatto” con il cibo. Le tecniche di lavorazione, conservazione e produzione. Il rapporto con i fornitori e le materie prime. La selezione e la lavorazione degli elementi, la panificazione e tanto altro.
Nel corso degli anni, al lavoro “sul campo” si è affiancato un costante studio diciamo “casalingo”. Dico sempre che uno dei miei difetti più grandi, in una costellazione di difetti, è la curiosità. Sono una persona molto curiosa. Non nel senso di comica (forse anche, non lo so) ma nel senso dell’essere sempre e costantemente attratto da quello che non conosco. Sempre curioso di conoscere come “funzionano” le cose che mi accadono attorno.

Continua a leggere

Continua a leggere


Così è stato per la cucina e per il cibo. Mentre le librerie si riempivano di ricettari e libri di ricette degli Chef stellati di tutto il pianeta, io ho iniziato ad indagare il mondo che gravita attorno al cibo. Ho iniziato a curiosare nella biblioteca “San Giovanni” di Pesaro per cercare riferimenti culturali intorno a quello che mi appassionava così tanto. Ho iniziato a comprare saggi e a leggere autori che nulla avevano a che fare con le cucine, ma che moltissimo avevano pensato sul cibo. Le relazioni umane che sviluppa, le conseguenze delle nostre azioni per produrlo sul Pianeta. Così da Cracco sono passato a Pollan e poi a Bauman, a Rappoport, a Montanari, a Levi-Strauss, a Bressanini. Un viaggio fantastico fatto di libri, blog settoriali, riviste, documentari. Ho nutrito la mia mente di tutto quello che gravita attorno al cibo, anche allontanandomi spesso dal piatto e dalla dispensa. Questo mi ha consentito di avere un quadro generale dell’argomento molto ampio che comprendesse non solo la realizzazione del piatto, ma la conoscenza di tutto il comparto alimentare. Ho approfondito anche gli aspetti sociali e culturali che si collegano al cibo. Fino a spingermi a quelli filosofici sul consumo e sulle relative conseguenze prodotte sull’essere umano. Non solo alimentazione.
Da questa grande avventura culturale nasce Sul cibo. Ho deciso di mettere assieme tutto quello che avevo imparato e renderlo disponibile agli altri.
La voglia di farlo è nata nel corso degli anni ma si è concretizzata solo oggi dopo che, come diceva Pirandello “il treno ha fischiato”.

Vi ricordate la novella di Pirandello? Il protagonista Bel- luca, un giorno sente il fischio di un treno che non aveva mai notato. Da quel momento sveste i panni del contabile moderato e reagisce con forza alle angherie del proprio capoufficio e alle pressioni familiari. Il treno ha fischiato è un modo per dire che da quel momento si vedono le cose in modo diverso. Non si abbandona la propria vita precedente, ma si decide di viverla in modo diverso, senza farsi condizionare dal mondo esterno, adottando la propria visione delle cose.

Così è stato per me qualche mese fa. Il mio mondo, lavorativo principalmente, non mi faceva vivere sereno. Non ero soddisfatto di quello che stavo facendo. Non ero più pieno di entusiasmo. Non stavo più imparando nulla di nuovo. Si trattava di continuare a camminare. Come in un arido deserto, senza speranza di vedere un giorno il mare.

Così ho preso il “toro per le corna” ed ho deciso che quella vita non era più la mia e che avrei fatto altro negli anni a seguire. Da dove cominciare? Da questo libro.
Ho iniziato a mettere in fila tutti gli appunti e i pensieri che si erano accumulati in cinque anni ed ho iniziato a scrivere. Lentamente i pensieri si sono fatti più chiari ed è nato quello che avete tra le mani.

L’obiettivo di Sul cibo non è quello di insegnare. La strada che ho percorso nella stesura è quella di lasciare al lettore un “manuale per la riflessione”. Non troverete regole magiche con cui migliorare la vostra vita. Qui troverete invece degli spunti da cui partire per approfondire degli argomenti che magari, nella vita di tutti i giorni, diamo per scontati.

Sperando che vi piaccia ed accenda in voi la stessa voglia di conoscere che ha mosso questo lavoro.

Buona lettura.

2021-01-14

Evento

Biblioteca Montelabbate Dalla Biblioteca di Montelabbate (PU) l'autore ha presentato con la bibliotecaria Enrica Rossi, il suo libro Sul Cibo. Pensare e praticare il cambiamento. Con questa presentazione, l'autore ha avuto la possibilità di parlare degli argomenti trattati nel libro, rispondendo sia alle domande della presentatrice sia a quelle degli utenti che hanno seguito la diretta su Facebook e Instagram. La registrazione della presentazione è disponibile a questo indirizzo: https://www.instagram.com/tv/CKCWJtVq1I8/?utm_source=ig_web_copy_link
2021-01-08

Evento

Instagram A pochi giorni dall'inizio della Campagna, sul profilo Instagram @caponericcardo l'autore ha risposto a tutte le domande che sono pervenute alla sua mail la settimana precedente e a tutte quelle fatte in diretta. #tuttosulcibo è disponibile a questo indirizzo https://www.instagram.com/tv/CJy7bWAqtN5/?utm_source=ig_web_copy_link

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Sul Cibo”

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Riccardo Capone
Mi chiamo Riccardo Capone e negli anni sono stato tantissime cose, molte legate tra loro al mondo del cibo. La mia passione per il cibo mi ha portato a lavorare nella ristorazione e a ricercare nello studio le risposte alle mille domande che ogni giorno mi si presentavano davanti.
Da sempre appassionato di scrittura, oggi parlo di cibo in Frisa il mio podcast di cultura culinaria.
Riccardo Capone on FacebookRiccardo Capone on InstagramRiccardo Capone on Wordpress
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie