Accedi Registrati

Torneremo ad Amsterdam

abigail-keenan-5013
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
24% Completato
114 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
108 Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

Due quarantenni, legati da profonda amicizia e dal tifo per il Toro, viaggiano per l’Europa apparentemente senza una meta precisa.
Sembra un viaggio confuso nel quale uno dei due trascina l’altro in avventure assurde, complicate e apparentemente slegate l’una dall’altra.
Invece questo vagare tra l’Islanda, la Grecia, la Danimarca, il Portogallo, la Spagna li porterà fino ad Amsterdam, luogo definitivo del loro viaggio.
Lì metteranno in atto un piano folle e assurdo per poi tornare a casa a Torino e in particolare nella casa del Toro, il Filadelfia.
Una storia di amicizia, un’avventura, un giallo che si conclude con la poesia, la poesia di essere granata.

Perché ho scritto questo libro?

Ci sono storie che vanno raccontate, scritte.
Non è detto che un giorno diventeranno un romanzo, ma non possono fare a meno che diventare qualcosa di più di un semplice pensiero.
“Torneremo ad Amsterdam” è una di queste.
Una storia che racconta di come a volte sono gli episodi marginali e superficiali a mutare, in qualche modo, il destino delle persone.
A volte basta un pallone che finisce su un palo (oppure tre) o un refolo di vento che porta via sogni e speranze.
Questa è la vicenda di due amici, di una passione, di un sogno sfumato, di un presente carico di passato, della volontà di inseguire un destino volato via.
Scrivere questo romanzo è stato per me necessario e inevitabile.
Sono certo che lo possa leggere chiunque ama le storie di amicizia, le avventure un po’ folli.
Anche chi non conosce il significato di una sedia alzata al cielo di Amsterdam o ignora l’identità di Martin Vasquez potrà ritrovarsi in sogni, speranze e illusioni di due amici che non vogliono darsi per vinti.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Non ci sono ancora commenti o recensioni.

Lascia il primo commento su “Torneremo ad Amsterdam”

Fabio Selini
Fabio Selini, 46 anni.
Bresciano residente in provincia di Bergamo.
Lavora in qualità di Educatore in una struttura per anziani e come formatore presso un CFP.
Tifoso del Torino.
Scrittore per passione.
In questi anni ha pubblicato alcuni libri e fiabe dedicate al tema dell’adozione internazionale, racconti per bambini, romanzi gialli e storie pop.
Fabio Selini on sabtwitter