Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Angeli senza ali

Angeli senza ali

La campagna di crowdfunding è terminata, ma puoi continuare a pre-ordinare il libro per riceverlo prima che arrivi in libreria

Svuota
Quantità
Consegna prevista Settembre 2022

Auschwitz: la mostruosità del quotidiano, la catena di montaggio dell’odio. L’Olocausto vissuto attraverso gli occhi dei due fratelli Zalesky, si presenta con tutta la sua spietata ferocia e disumana crudeltà offrendosi, nel contempo, a scenari commoventi di solidarietà ed amore. Stesso crudele destino, due reazioni diverse… quale sarà la loro sorte?

Perché ho scritto questo libro?

Ho deciso di scrivere questo libro per dare sfogo alla mia grande passione per la scrittura e per dar seguito e costrutto ad anni di studio del periodo storico in cui è ambientata la storia. Intimamente, questo scritto, vuole anche essere una dedica per il mio povero papà volato in cielo.

ANTEPRIMA NON EDITATA

Dopo circa un’ora, Adam e Jozef si trovarono all’inizio della fila, sarebbero stati i prossimi ad entrare; dietro di loro, Igor e tutti gli altri. Davanti a loro passò un uomo, sui quarant’anni (ma che ne dimostrava molti di più a causa delle condizioni fisiche, conseguenza delle vessazioni ricevute) il quale portava faticosamente due bustoni con delle casacche, uguali a quelle che indossava lui stesso. Decisamente quella era l’uniforme per tutti gli internati. Mentre passava dinanzi la fila, Igor lo strattonò per un braccio: “senti, per favore, sai dove portano i bambini appena arrivati?”

“In quel capannone laggiù” rispose nervosamente l’uomo liberandosi dallo strattone. Cosa c’era in quel capannone? E perché i bambini non potevano stare con i loro papà? A queste domande Igor avrebbe voluto subito una risposta e, incurante di mantenere l’ordine nella fila, si staccò dal resto del gruppo e corse verso l’altro lato della strada dove c’erano due ragazzi in uniforme da campo che trasportavano una pesantissima incudine.

Continua a leggere

Continua a leggere

“Ragazzi, per favore, sapete cosa c’è in quel capannone laggiù?” li supplicò Igor

“Quello con il tetto rosso?”

“Si”

“Amico, lì ci sono le camere a gas. Spera che non ti conducano mai lì, perché vorrebbe dire che hanno deciso che per te è finita. Vedi quel fumo…”

“Quel fumo…Dawid!” e cadde a terra privo di sensi.

2022-01-18

Aggiornamento

Grazie al vostro sostegno ho raggiunto l'obiettivo prefissato ad inizio campagna! Il vostro gesto ha fatto si che si realizzasse un mio piccolo sogno! GRAZIE! GRAZIE! GRAZIE!
2021-12-14

Aggiornamento

Grazie di cuore a tutti coloro i quali mi stanno sostenendo in questa campagna. In pochi giorni abbiamo raggiunto un'ottima percentuale di preordini e la cosa mi inorgoglisce oltre che riempirmi di gioia. Siete grandi!

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Ho letto qualche stralcio in anteprima: argomento delicato trattato con rispetto e prudenza attraverso gli occhi di due ragazzi che reagiscono in maniera del tutto differente alla deportazione nel campo di auschwitz. Forte e commovente al tempo stesso. Aspetto con ansia l’uscita per leggerlo tutto.

  2. (proprietario verificato)

    In attesa di leggerlo non vedo l’ora…… L’autore merita. Lo consiglio

Aggiungere un Commento

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Davide Aiello
Davide Aiello nasce a Napoli nel febbraio del 1981. Risiede nel capoluogo campano dove è il titolare di una libreria sita nel centro storico. Ha studiato storia contemporanea approfondendo, in particolar modo, il periodo dell’Olocausto arricchendosi con letture non solo prettamente storiche ma anche di ideologia revisionista e negazionista. E’ stato autore di diversi libri di narrativa per la scuola di primo e secondo grado e coltiva l’hobby del teatro scrivendo e rappresentando commedie inedite ed al puro scopo benefico.
Davide Aiello on FacebookDavide Aiello on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie