Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il Gioco della Fenice

Il gioco della fenice
22%
156 copie
all´obiettivo
45
Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista Settembre 2023
Bozze disponibili

Brida è uno spirito libero, una ragazza solare e appassionata, ma da qualche tempo non si riconosce più.
Un viaggio sola e lontano da casa la metterà di fronte ai suoi fantasmi costringendola a guardarli dritti negli occhi e dimostrare a se stessa la sua forza. Andrea invece è una ragazza tranquilla, sportiva e allegra. Ama correre e organizzare gite con gli amici di sempre, quando non si chiude nei suoi momenti da eremita. Un tragico evento però arriverà a minare il suo equilibrio costringendola a fermarsi e ad interrogarsi sulla vita e su se stessa.
Due ragazze, due donne apparentemente diverse, in due storie che viaggiano in parallelo, ma accumunate da sfide affrontate con grande coraggio imparando a trasformare il dolore in energia che ridà la vita.
Un romanzo in cui la rinascita e la crescita personale sono le protagoniste insieme all’amore, energia potente che governa il mondo e compagno silenzioso di questo libro.

Perché ho scritto questo libro?

Ho scritto questo libro per ritrovarmi. Grazie alla scrittura ho riscoperto me stessa e i miei talenti. È stato come una medicina che mi ha aiutato a trasformare situazioni dolorose in un’energia di rinascita che mi ha permesso di tornare a brillare.

ANTEPRIMA NON EDITATA

I muscoli iniziavano a farle male. Sentiva le gambe pesanti come macigni, ma il suo cervello non smetteva di dare alle sue gambe l’impulso di correre. Non era sicura di quanto tempo fosse passato da quando era uscita di casa con i suoi vestiti da corsa e la musica nelle orecchie.

Ora sudava copiosamente, la maglietta le si era appiccicata addosso come se fosse entrata vestita sotto una doccia. Lei però non si fermava, correva ancora più forte al ritmo della musica che usciva dal suo i-pod. Correva senza fermarsi per dimenticare il dolore che aveva provato negli ultimi giorni, non voleva pensare, ma solo stancarsi al punto da non riuscire ad elaborare pensieri dolorosi. I

l sole era ormai alto nel cielo e con i suoi raggi scaldava quella mattina di giugno e rendeva ancora più faticosa la corsa di Andrea. Quando arrivò al punto di sentire il cuore esploderle nel petto, allora Andrea si fermò. Piegò le gambe e con le mani sulle ginocchia iniziò a fare respiri profondi per far tornare il battito regolare. Goccioline di sudore le rigavano il viso sostituendo le lacrime che non era ancora riuscita a versare. Sentiva un dolore così grande al centro del petto che avrebbe solo voluto piangere così forte da mandarlo via, ma non ci riusciva. Quel nodo restava lì. Si guardò intorno e constatando che era sola iniziò ad urlare. Urlava contro il destino, contro la vita e anche contro un ipotetico Dio in cui in fondo non credeva nemmeno. Urlò finché l’aria che aveva nei polmoni glielo permise, poi si lasciò cadere sul prato in mezzo ad un campo sfinita.

Andrea chiuse gli occhi rivolgendo il viso verso il sole e senza alcun preavviso le si formò nella mente l’immagine di quando il giorno prima aveva ricevuto quella maledetta chiamata sul cellulare. Era come guardare una pellicola in cui lei era la protagonista.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il Gioco della Fenice”

Condividi
Tweet
WhatsApp
Noemi Repossini
Sono nata a Bologna l’8 gennaio 1990. Dopo diversi anni da nomade tra Novara e Bologna ora vivo a Rimini nella soleggiata riviera romagnola. Da 4 anni lavoro a Santarcangelo di Romagna in una azienda e-commerce dove mi occupo di Seo, social media e copy.
Adoro viaggiare, immergermi nella natura e meditare. Mi ha sempre affascinato la possibilità di confrontarmi con altre culture, per questo ho sempre studiato le lingue. Al contempo amo molto anche immergermi nel silenzio della natura incontaminata.
Nel tempo libero amo fare lunghe passeggiate in riva al mare e dedicarmi alla mia arte scrivendo romanzi, poesie e racconti brevi.
Quando mi chiedono perché scrivo rispondo così: “Ho sempre pensato che scrivere fosse un modo per esprimere le emozioni e i colori che mi porto dentro.”
Noemi Repossini on FacebookNoemi Repossini on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie