Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Il lupo sotto la pelle

Svuota
Quantità

Le acque di Lake Heaven sembrano placide e paradisiache, ma qualcosa di arcano e antico ne increspa la superficie, un filo che lega luoghi e persone le cui traiettorie non sembrano combaciare. Un uomo rinchiuso in un ospedale psichiatrico si ostina a mantenere il silenzio su una verità inenarrabile. Una coppia fugge dalla persecuzione dei fantasmi che la seguono da tempi immemori. Un’agente dell’FBI ripercorre le tracce del famelico serial killer che sta mietendo il terrore in una San Francisco tinta di un profondo rosso. Tutte le strade conducono a Lake Heaven, dove lupi si nascondono nell’ombra e un’oscura presenza attende nelle buie profondità del lago. Un thriller dalle pennellate horror, in cui passato e presente, normale e paranormale si intersecano, sulle rive di un lago che cela segreti e nuovi inizi.

CAPITOLO 1

2023, un mese di primavera

Avanzo con fatica, i miei passi brevi e incerti. Il silenzio che mi avvolge è irreale. Chi è rinchiuso in queste celle si trova in una sorta di limbo, svuotato di ogni speranza.

Rischio spesso di perdere l’equilibrio, stretto nella camicia di forza che limita i miei movimenti. Sono considerato pericoloso; per me stesso, soprattutto.

L’infermiere di turno che mi accompagna è grosso e burbero, e si limita a farmi cenno di seguirlo.

«Andiamo, David, muoviti» ringhia. Cammina veloce, con lunghe falcate, senza guardare se sono ancora dietro di lui. Le mie gambe faticano a eguagliare le sue, ma mi affretto a seguirlo al meglio delle mie possibilità.

Continua a leggere

Continua a leggere

Il corridoio si estende ancora per alcune decine di metri, con il reparto di massima sicurezza su entrambi i lati. Alcune delle celle sono di contenimento, spoglie e insonorizzate, lunghe e anguste come tombe, con uno spioncino al centro della porta blindata.

Arriviamo a un cancello, lo attraversiamo e passiamo all’ala successiva. Mi fermo a contemplare la vista del lago che si estende dalla finestra. Non vedo un panorama così azzurro da mesi. È una radiosa giornata di primavera e la natura sta facendo il suo corso; la neve sulle cime delle montagne si sta sciogliendo e i fiori a valle cominciano a sbocciare. Mi sembra quasi di sentirne il profumo.

Vorrei poter perdervi la mia mente per un momento, ma uno strattone dell’infermiere mi riporta alla realtà.

Ci fermiamo davanti a una porta socchiusa. L’infermiere la apre, rivelando una sala dedicata ai colloqui riservati. Due persone sono sedute a un tavolo spoglio: una donna dai capelli corti e biondi, particolarmente attraente, e un giovane uomo che mi osserva con aria diffidente.

Mi siedo davanti a loro.
«Si ricorda di noi, sceriffo Briggs?» mi domanda la donna. La luce della stanza è accecante. Per un istante chiudo gli occhi, poi li riapro e li osservo.
«Sì, mi ricordo di voi. Siete agenti federali.»
Mi guardano perplessi. Sono già venuti in altre occasioni, ma non ho mai detto nulla. Vogliono il mio aiuto perché non riescono a dare una spiegazione ai fatti accaduti a Lake Heaven.

Ma come potrei spiegare loro un orrore così spaventoso da rendere impossibile tradurlo in qualcosa di comprensibile? Non potrebbero capire, non hanno visto ciò che ho visto io. Non hanno sperimentato quell’abisso di oscurità e morte, non hanno sentito il male che cercava la loro anima. La verità di ciò che ho vissuto è conficcata nel mio cuore come un pugnale avvelenato.

È passato un po’ di tempo da allora, ma ogni volta che mi affaccio alle finestre dell’ospedale e guardo il lago incastonato tra le montagne, il terrore mi assale.

Ho paura che possa tornare a prendermi.

 

2023-07-03

Aggiornamento

Cari amici, sono felice e grato per l'inizio positivo della campagna di crowdfunding per il mio libro “Il lupo sotto la pelle”! Con il risultato raggiunto dopo poco più di una settimana dall’apertura abbiamo superato il 35% dell’obiettivo ed abbiamo sbloccato un primo step fondamentale: il libro si assicura di essere stampato ed inviato a tutti coloro che hanno fatto e faranno il pre-ordine. Volevo ringraziare di cuore tutti coloro che fin da subito mi stanno sostenendo in questo progetto speciale. Sono piacevolmente sorpreso dall'entusiasmo che mi state dimostrando. È davvero meraviglioso vedere quanto supporto e fiducia mi state offrendo. Apprezzo profondamente il fatto che ci siano persone come voi che credono nella mia scrittura e nella storia che desidero condividere. Grazie di cuore! Tuttavia, questo è solo l'inizio dell'avventura. La campagna di crowdfunding è appena partita, e abbiamo un obiettivo da raggiungere con il sostegno di tutti: il raggiungimento di almeno 200 copie pre-ordinate. Ciò garantirà la pubblicazione del libro e il suo arrivo in libreria! So che, con il vostro aiuto, possiamo farcela. Ogni donazione, ogni condivisione contribuisce a portare avanti il progetto verso il traguardo. Grazie ancora per il vostro sostegno e affetto 😃

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Se ami i thriller al limite dell’horror, questo è il romanzo perfetto per Te; fin dal primo capitolo sarai catapultato in un’intensa atmosfera fortemente immersiva dai luoghi e personaggi cupi ed oscuri.
    Durante la lettura proverai un senso di inquietudine, suspense e angoscia, ma allo stesso tempo sconvolgente e inconscia fame di macabra curiosità.
    La narrazione è piacevolmente scorrevole, ed i personaggi e le ambientazioni attraggono il lettore, seducendolo e impedendogli di chiudere il libro.
    Insomma, un romanzo che si legge tutto d’un fiato e dal quale è impossibile staccarsi prima di aver letto l’ultima parola.
    E allora dirai “Sorprendente! … a quando il prossimo?”

  2. Ho avuto l’opportunità di leggere in anteprima la bozza finale di questo romanzo e posso affermare che si tratta di un’opera che cattura l’attenzione sin dalle prime pagine.
    È uno di quei libri che, una volta iniziato, si legge tutto d’un fiato.
    La trama è avvincente, si muove tra il genere horror e il thriller, è ricca di cliffhanger e mantiene vivo l’interesse per l’intera durata della storia.
    Il passato e il presente dei vari personaggi sono intrecciati e permettono un buon livello di empatia.
    Nonostante la storia si concluda, il finale lascia una porta aperta per un possibile seguito.
    La scrittura è un punto forte del libro: cruda e coinvolgente ci fa immergere in una storia carica di suspense. Il ritmo incalza, srotola e riannoda il tempo.
    Pur trattandosi del romanzo di un autore esordiente è ricco e dettagliato e allo stesso tempo scorrevole.
    In conclusione, consiglio la lettura de “Il lupo sotto la pelle” a quanti amino le storie a “tinte forti” e piene di suspense. Non vi deluderà.

Aggiungere un Commento

Condividi
Tweet
WhatsApp
Graziano Lonardi
Nato e residente a Ravenna, è un ingegnere di professione con molti hobby. Profondamente affascinato dal genere horror in tutte le sue sfumature artistiche, ha scelto di seguire questa inclinazione nella scrittura del suo romanzo d’esordio, “Il lupo sotto la pelle”.
Graziano Lonardi on FacebookGraziano Lonardi on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors