Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

La formula del male: K-At-Ar-Si-S

La formula del male: K-At-Ar-Si-S
5%
190 copie
all´obiettivo
81
Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista Febbraio 2023

Una scioccante rivelazione che fa tremare New York, l’America, il mondo.
Un attacco al cuore dell’opinione pubblica.
Uno scienziato, un marito, e presto un padre, vede minacciato tutto il suo universo.
Non può più tergiversare: c’è sempre meno distanza tra ciò che rappresenta il presente e ciò che sarà il passato dell’umanità.

Perché ho scritto questo libro?

Ho scritto questo libro perché ho preferito sempre guardare in alto piuttosto che guardare in basso. E ho sempre visto la Luna come qualcosa di diverso da un semplice satellite grigio, bucherellato e incastonato tra le stelle, che non desta molto interesse se paragonato al resto dell’Universo. Ecco, la mia storia si svolge all’ombra di quella stessa Luna, alla proiezione perpetua della natura stessa della realtà.

ANTEPRIMA NON EDITATA

Quella mattina, l’appartamento al centro di Lower Manhattan, non aveva ancora visto la luce del sole; le imposte erano ancora abbassate e il buio regnava incontrastato. L’uomo si alzò dalla poltrona del soggiorno e, con un pizzico d’esitazione, accarezzò l’oggetto metallico che lo stava fissando da tempo su un tavolino lì vicino. La sua mano passò oltre, con malinconia, e strinse il telefono cellulare. Compose il numero che gli vorticava in testa, il tu tu della linea riecheggiò nella sala immersa nel silenzio.

Questa volta non riattaccò la chiamata. I pugni sudavano, la fronte fredda. «Pronto?» disse una voce squillante. L’uomo si mosse dalla sua posizione e raggiunse una scrivania nella stanza adiacente. Anche lì la luce non aveva ragione d’esistere quella mattina. «Sì, pronto, lei è del New York Times?» l’uomo si schiarì la gola dopo aver esordito, evidentemente il catarro dovuto alle numerose sigarette che aveva fumato da quando si era svegliato lo infastidiva.
Continua a leggere

Continua a leggere

«Esatto, sono James Altintop, reporter e giornalista del New York Times, posso sapere chi è lei? E come ha fatto ad avere questo numero di telefono?»

«Non posso ancora rivelarle il mio nome, sappia solo che chiamo da Lower Manhattan, appartamento sulla Broome st» disse l’uomo muovendo alcuni oggetti sulla scrivania, e un rumore metallico giunse fino all’orecchio del suo interlocutore, che però non gli diede peso.

«Vorrei incontrarla, ho bisogno di parlarle.»

«Deve parlarmi? Posso sapere il motivo?» la voce del reporter iniziava ad evincere un certo fastidio.

«Non posso rivelarlo per telefono e…»

«Senta, non ho tempo da perdere, se ha voglia di parlare si rivolga al telefono amico, noi abbiamo delle regole, non possiamo dar corda al primo…»

«Ho una notizia da prima pagina, la farò diventare ricco. Schifosamente ricco, la prego.»

«Come? Una notizia da prima pagina? Forse lei non sa che per finire in prima pagina, o si è coinvolti al centro di uno scandalo di portata planetaria, o si parla di scoperte da lasciar a bocca aperta chi legge il giornale. Del tipo la scoperta della radioattività, la cura contro il cancro, oppure…» rise «dimostrare che lo sbarco sulla luna era tutta una presa per il culo.»

Un lungo silenzio intercorse tra i due capi della cornetta. L’uomo prese un respiro profondo e sussurrò nel dispositivo: «L’ultima che ha detto può andare?» poi la linea cadde. I tu tu della linea morta pesavano più di asteroidi pronti a collidere sulla superficie indecisa di James, che era rimasto a fissare il vuoto con ancora l’indirizzo del misterioso uomo che orbitava tra la ragione e la perplessità.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La formula del male: K-At-Ar-Si-S”

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Mattia Poddie
Mattia Poddie nasce a Luino il 01 giugno 1987. Papà di Andrea, e di Mia, nonostante una formazione tecnico scientifica è da sempre appassionato di tematiche medievali e del genere poliziesco. Si è avvicinato alla scrittura da quasi tre anni, in maniera del tutto naturale e senza alcun genere di condizionamento. Tra le diverse opere che ha ultimato, ha scritto e pubblicato S.A.L.I.G.I.A., thriller psicologico che s’insinua nella psiche dell’uomo, palesando agli occhi del lettore tutte le debolezze proprie del genere umano, nonché la redenzione, che una volta intrapreso e terminato il proprio percorso, porterà il protagonista a comprendere che la vita non è solo il riflesso di ciò che siamo quando ci guardiamo allo specchio.
Mattia Poddie on FacebookMattia Poddie on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie