Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il Manuale della lagna

Il Manuale della lagna
24%
152 copie
all´obiettivo
81
Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista Giugno 2023
Bozze disponibili

In queste pagine troverete i dieci insegnamenti essenziali attraverso i quali potrete guadagnarvi il titolo di ” profeta della lagna “.
Una guida che vi introdurrà nell’universo insondato di quanti hanno scelto di praticare il piagnisteo come filosofia di vita.
Lamentarsi è umano, lamentarsi seguendo il manuale è diabolico.

Perché ho scritto questo libro?

Quante volte ci capita di dire scherzosamente “ dovremmo farci un libro” ?
Il Manuale della lagna è nato semplicemente dalla messa in pratica di questa frase, dopo un pomeriggio di lamentele in compagnia di un caro amico.
Un progetto iniziato per gioco, trasformatosi in un sogno.
Man mano che cresceva, si faceva spazio tra altri progetti, fino ad oscurarli. In definitiva, ho puntato proprio su questo manuale, accantonando tutto il resto.

ANTEPRIMA NON EDITATA

INTRODUZIONE

Ci sono domande che risalgono alla notte dei tempi e che ancora non trovano risposta.

Chi siamo? Da dove veniamo? Siamo soli nell'universo?

Ma soprattutto:

Perchè la vita fa cosi schifo?

Purtroppo non ci è ancora dato conoscere la risposta a quest'ultima domanda, ma una cosa è certa:

nel corso del tempo è diventato l'interrogativo simbolo di chi ama lagnarsi. Un inesorabile motto.

In questo manuale sono indicati i segreti per accrescere il vostro livello di lagnosità.

Dopo averlo letto e dopo aver applicato i dieci insegnamenti che seguiranno, le persone comuni nel guardarvi e nel respirare la vostra aria, non solo smetteranno di provare indifferenza, ma svillupperanno anche un poderoso senso di compassione nei vostri confronti.

Continua a leggere

Continua a leggere

La lagna non è un mood passeggero, è una filosofia di vita. Non serve Green Pass,  tessera sanitaria o carta d'identità; per praticarla è fondamentale guardare sempre il bicchiere mezzo vuoto e cercare l'ago nel pagliaio.

Avvertenza: Una volta entrati a far parte di questo mondo di lamentele e piagnistei tornare indietro risulterà impossibile.

INSEGNAMENTO NUMERO UNO

– IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO –

Svegliarsi durante un giorno lavorativo è già di per sé traumatico e il vero lagnoso ne è consapevole.

Iniziare la giornata scocciati per esservi svegliati è la prima regola se volete essere dei campioni di questa dottrina. Del resto difficilmente una giornata iniziata male poi prosegue bene.

Indispensabile è scendere dal letto col piedre destro, quello sbagliato. Questo permetterà a voi lagnosi di lamentarvi tutta la giornata, dando la colpa proprio a quest'azione se le cose non vanno per il verso giusto.

La colazione non deve migliorare il vostro mood, perciò tenete il cappuccino e le paste per il week-end; dal lunedi al venerdi ci si accontenta di una tazza di latte e caffè, accompagnata da un paio di biscotti. Il latte rigorosamente tiepido per scongiurare qualsiasi senso di rilassatezza.

Una volta consumata questa dose di tristezza in tazza, potete finalmente approcciarvi con qualche altro essere vivente.

Un lagnoso esordisce nei discorsi con: « Ei, come va? Tutto apposto? »

In maniera tale che quando poi la domanda sarà rivolta a lui, avrà modo di lamentarsi su quanto sia stata pessima la nottata, il risveglio e la colazione. Le occasioni per piagnucolare non cadono dagl'alberi, vanno create. Liberatevi perciò delle persone che non sono abituè girare indietro la domanda chiedendo: « E tu? Tutto ok? ».

Se nel corso della giornata, questa dovesse prendere risvolti positivi, non dimenticate comunque che vi siete dovuti alzare dal letto e quindi la risposta che al massimo vi potrete concedere sarà:

« Tutto ok anche se… »

INSEGNAMENTO NUMERO DUE

– TRAGUARDI –

QUANDO È ATTUABILE

LIVELLO DI DIFFICOLTÀ

Ogni qualvolta un amico celebra un traguardo raggiunto.

75%

Il rischio di non essere ascoltati è alto.

Questo insegnamento può risultare un po' egoistico ma è un gradino non trascurabile nella scalata a  profeta della lagna.

Quante volte nella vita avete fatto parte di momenti felici, momenti in cui un amico celebrava

un esame passato, un corso finito, una vittoria nello sport, ecc…

Normalmente è di buona consuetudine complimentarsi, mostrare gioia e orgoglio verso quest'ultimo.

Il vero lagnoso però non si comporta cosi. Il vero lagnoso durante i discorsi e i festeggiamenti, sposta l'attenzione su di se, lamentandosi della giornata in corso e dei suoi insuccessi nella vita.

Facciamo un esempio. Un amico diventa dottore terminando gli studi.

Come vi comportate?

Quella che segue è la frase corretta da recitare in queste situazioni:

« Bravissimo sono contento per te, io purtroppo non ho mai voluto studiare e non raggiungerò mai questo traguardo, non avrò una cena di laurea, una festa. La vita fa schifo. »

Impietosire chi vi sta accanto in un momento di gloria non è facile. Come riportato nella tabella soprastante, 75% è un livello di difficoltà decisamente alto, ma riuscire a mettere in pratica questo insegnamento significa essere sulla buona strada.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il Manuale della lagna”

Condividi
Tweet
WhatsApp
Gianluca Pierini
Classe 1995, di Porto Recanati, nel 2014 consegue il diploma in Meccanica & Design.
Fin da bambino si appassiona alla musica. Dal 2015 scrive, compone e produce con lo pseudonimo di Oggio.
Amante della fotografia, della cultura giapponese e della comicità statunitense, fan dell'attore, comico e musicista Adam Sandler, nel tempo libero si dedica alla scrittura. Il Manuale della lagna è la sua opera d'esordio.
Gianluca Pierini on FacebookGianluca Pierini on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie