Accedi Registrati

Ci conosciamo?

foto ANTEPRIMA
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all’interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
111% Completato
167 Copie vendute
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

Il romanzo narra la storia di Angelo alla ricerca di un lavoro.

Dopo la laurea, in attesa di un vero lavoro, accetta di fare da tutor a un ragazzino svogliato e viziato.

L’occasione della sua vita arriva quando viene bandito il concorso per l’Agenzia delle Entrate. Andrà a Roma per fare il concorso e conoscerà personaggi ambigui che cambieranno la sua vita.

Il ritorno a Palermo sarà segnato da una nuova amicizia, Francesco conosciuto a Roma, il sentimento per Teresa, anch’essa conosciuta a Roma, ma tornata a Bologna, e il tutoraggio a Pietro Maria che diventa sempre più impegnativo.

Il protagonista si ritroverà coinvolto in episodi comico-grotteschi: il dottore superficiale, l’Onorevole corrotto, le forze dell’ordine fantozziane, un volo Palermo-Roma demenziale, una cena cinematografica. L’autore rende protagonisti inconsapevoli alcune icone della cinematografia italiana (Totò, Edwige Fenech, ecc) e artisti del mondo della musica (Franco Califano, Fabrizio Moro, I Tre Terzi, Rino Gaetano, Alice in Chains, ecc.).

Le vicissitudini di Angelo e gli altri protagonisti analizzano un sistema generale di precarietà e la costante ricerca di amore e stabilità. La storia si sviluppa tra citazioni e dialoghi incessanti e il lettore non potrà che sorridere e provare rabbia nello stesso tempo. Fino alla fine vi accompagnerà la speranza e la rassegnazione e spetta al lettore, protagonista nella vita, scegliere quale via seguire.

Perché ho scritto questo libro?

Questo libro nasce da una lunga attesa in aeroporto, dopo aver “tentato” una selezione scritta per un concorso pubblico. Descrivendo il luogo, gli incontri e i sogni di un ragazzo mi sono chiesto: “E se scrivessi un romanzo?”. Collegare due città, raccontare la nostra cultura, le nostre debolezze e i sogni di una generazione che ha rincorso il posto fisso è stato divertente e snervante nello stesso tempo. Ho descritto una realtà da cambiare nel modo più semplice e divertente possibile.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Davvero bello. E alla fine? Senza alti e bassi, ottima ironia e acute osservazioni. Un racconto critico dei lati più scomodi delle ultime generazioni.

  2. (proprietario verificato)

    Divertente, divertente, divertente. Si ride tanto e non è facile per un libro che vuole fare riflettere. Ho trovato qualche difficoltà a immedesimarmi nei meccanismi e nelle riflessioni di questi quasi quarantenni che hanno sperato nel posto fisso nell’era delle raccomandazioni per ritrovarsi in quella del lavoro facile ottenuto con i reality e che la tv ci prospetta a portata di mano. Tanti riferimenti a canzoni, film e cantanti mi hanno spinto a informarmi e fare ricerche. Mi sarei soffermato di più per le strade di Roma, ma va bene così. Bravo

  3. (proprietario verificato)

    Ho letto il libro tutto d’un fiato. Ho sorriso, ho riso, ho ricordato tante cose del mio passato e ne ho scoperto altre (di Califano non conoscevo nulla). Trovo questa storia un buon pretesto per avvicinare i giovanissimi alla nostra cultura degli anni 70, 80, e 90. Mi ha un po’ stordito lo stile, solitamente lineare negli altri libri ; qui si passa da profonde riflessioni al sarcasmo nella stessa pagina. Ci cono episodi teneri come il viaggio in auto Palermo-Roma dove due mondi completamente opposti (il protagonista e il padre) si ritrovano a dialogare (forse per la prima volta) e quasi si scambiano. Il figlio che prova tenerezza per il padre. Soddisfatta della lettura.

Aggiungere un Commento

Antonio Patti
Sono nato nel 1974 a Palermo. Ho una laurea in Economia e attualmente sono un insegnante che cerca di capire costantemente il mondo dei giovani. Scrivo incoscientemente da tanti anni, su carta, block-notes, quaderni, diari e computer. Negli ultimi due anni ho deciso di condividere questo bisogno con più lettori possibili. Ho pubblicato col self publishing i seguenti libri: "Luce" (lulu.com), "L’aforista", "C’è poco da ridere", "Inferno nella mente" (youcanprint).
"Ci conosciamo?" è il titolo del primo romanzo completato nell’agosto del 2016 e che ora viene proposto da bookabook. So di essere uno scrittore anomalo perché ho scritto poesie, aforismi, racconti e questo è il mio primo romanzo. Quando scrivo sorrido, e a volte un attimo prima stavo soffrendo. Racconto dolori per abbattere muri che sembrano invalicabili, racconto sorrisi per saltare ostacoli con forza e coraggio.
Antonio Patti on sabwordpressAntonio Patti on sabtwitterAntonio Patti on sabfacebook