Accedi Registrati

Portland – La città dei dannati

Se pensi che la notte sia buia è perché non hai mai visto il sottosuolo.
Mancano 76 copie al prossimo obiettivoi
Good seller! Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.

Seleziona l'opzione d'acquisto

7,9912,00

Svuota
Quantità

Lo straniero ha una sola cosa in testa: la vendetta. È vecchio ormai, la Guerra Civile è lontana quasi vent’anni, eppure s’è fatto tutta l’America a cavallo da costa a costa, da sud a nord, con una sola idea ficcata nel cervello. Trovare chi è stato e farlo fuori. E non gliene frega niente di quanti cadranno sotto il piombo delle sue Colt del Sessantuno. Giunto a Portland, si ritrova a muoversi nel sottosuolo di una città dedita all’alcol, alla droga e alla prostituzione. Allo straniero non frega proprio niente delle donne sfruttate o dei bovari rapiti e trasformati in schiavi sulle navi. Lui ha solo la vendetta in testa. Ma ora si trova a vagare là sotto e ad aiutare persone che non pensava di poter mai aiutare. Con quale scopo?

3/3/2016
non era ancora partita la campagna e già si parlava di Portland - La città dei dannati e dei progetti futuri dell'autore, Simone Giusti! Condividiamo con voi due articoli tratti da Tuttomondonews.it e Il Tirreno che contribuiranno a darvi un'immagine del lavoro che Simone sta portando avanti da tempo.

Ecco il link a Tuttomondonews.it:  http://www.tuttomondonews.it/focus-simone-giusti-pulp/

In basso, l'articolo estratto da Il Tirreno:

20160225_115213

7/3/2016
tutti gli autori, il giorno della partenza della campagna, fremono e cercano il modo migliore per prepararsi al lancio. Simone Giusti ha colto un'occasione d'oro: l'annuncio della partenza l'ha fatto davanti a una platea di lettori, raccolti per ascoltare brani delle sue opere, dalle primissime a Portland - La città dei dannati.

montaggio imola

5/4/2016
sull'uscita di oggi de La Nazione, Laura Martini ci parla di Simone Giusti, di Portland - La città dei dannati e di bookabook. Un mix perfetto per farne un articolo interessante!! Buona lettura a tutti.

5/5/2016
si intensifica il lavoro del nostro autore Simone Giusti per far conoscere la sua opera. Potrete curiosare e trovare tutte le informazioni su Portland - La città dei dannati anche su Facebook e soprattutto sul blog dell'autore! Inoltre, nasce anche la newsletter di Portland - La città dei dannati che ogni martedì terrà informati tutti i sostenitori. Di seguito i link alla pagina fan di Facebook e al blog di Simone Giusti: https://www.facebook.com/Portlandilromanzo/?fref=ts http://simonegiusti.wix.com/scrittore# !portland/uyzfx
9/5/2016
un'interessante iniziativa del nostro autore Simone Giusti che, in occasione della giornata della memoria per il rogo dei libri di Berlino del '33, ha organizzato una presentazione della sua opera Portland - La città dei dannati insieme a David Giuntoli e al suo libro Il segnato. L'evento si terrà martedì 10 maggio alle ore 21.15 in via Mercanti 3/a a Pisa con la coordinazione di Camilla Rigatti. Di seguito la locandina con tutte le informazioni. Partecipate numerosi!
12/5/2016
il 10 maggio si è tenuto l'incontro di Simone Giusti in occasione della memoria per il rogo dei libri di Berlino. Di seguito troverete un articolo, tratto dal blog di Simone, che vi racconterà (se non ci siete stati) com'è andata la serata! http://simonegiusti.wix.com/scrittore# !Leditoria-che-rompe-le-barriere/c1q8z/5733c82b0cf2eac0f5213ca8 16/06/2016: domenica 12, in orario aperitivo, Simone Giusti ha tenuto una relazione sul West a Montelupo, al Tesla Science Bar, raccontando “I segreti del West”, dai pistoleri, al duello, alle pistole, fino ai sotterranei di Portland e la tratta degli schiavi. Ecco alcune foto dell'evento!
12/7/2016
tante iniziative sono state fatte e tante sono previste per il futuro! Ecco alcune foto degli ultimi eventi.

Commenti

  1. Chi legge Simone Giusti da tempo concorderà con il fatto che questa sia la sua opera migliore. Si entra dentro la storia dalla prima pagina, il ritmo è incalzante e i personaggi sono fortemente caratterizzati. Lo stile resta fedele alle sue precedenti stesure: diretto e spietato.
    Una scelta necessaria direi, perché raccontare “all’acqua di rose” fatti drammatici e di miseria, come quelli contenuti in Portland, sarebbe stato decisamente anacronistico e avrebbe parimenti mortificato una storia potente e incisiva, che trova a parer mio molte analogie con il nostro mondo attuale. Infatti trovo geniale “sotterrare” letteralmente la trama al di sotto del piano di calpestio, lontano dagli occhi, dove non si può vedere, dove ogni umanità viene meno. Una metafora potente della nostra realtà ipocrita, dove avvengono di sicuro cose ancora più disumane, purché accadano sempre lontano dai riflettori e in maniera discreta.
    Bravo Simo!

  2. Mattia Pirola

    Comprato domenica, iniziato lunedì sera, finito mercoledì pomeriggio. Bello, avvincente. Per un attimo ho respirato le atmosfere che ho respirato leggendo Louis L’Amour. A dire la verità, quando l’ho comprato, cercavo, oltre al consueto piacere dato dalla lettura di una bella storia, anche un confronto con la mia opera western, che sta affrontando adesso la campagna di crowdfunding Bookabook. Tengo per me le mie conclusioni, che comunque sono soggettive, devo dire però che quest’opera è stata scritta da una persona molto preparata – sicuramente molto più di me – sul difficile e misconosciuto genere che ha scritto.

  3. Caro amico e collega, non vedo l’ora di stringere fra le dita la mia copia, comincia a pensare a una bella dedica, mi raccomando!!!

  4. (proprietario verificato)

    Bisogna contribuire alla crescita di questi giovani autori,bisogna scrivere ancora storia,e si deve far avanzare chi come Simone ci mette prima di tutto la passione…
    E poi,scusate…
    è pur vero che i migliori scrittori son toscani ??

Aggiungere un Commento

Simone Giusti
Simone Giusti pisani, classe 1977, laureato in archeologia, ha studiato narrazione, sceneggiatura e regia. Insegna cinema, storytelling e come sceneggiatore e regista ha vinto i prestigiosi concorsi Shortbuster di iLIKE.tv e Narratopoli di Cento Autori. Ha già pubblicato diversi titoli, tra cui Incubo, Guerre Corporative, Il giardino di Boscofitto, Pisa connection, Ragnarock e Jimbo, L'Isis e la strategia del terrore, primo volume di una trilogia pulp.
Simone Giusti on sabfacebook