Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Aggiornamento

Oplà, i personaggi. Tra le pagine di questo libro incontrerete personaggi che sembrano non assomigliare affatto ad eroi, anzi, sembrano rappresentarne l’esatto contrario. Persone che vivono sulla propria pelle esperienze e sentimenti in cui ognuno di noi può ritrovarsi almeno in parte. Sono persone assolutamente normali con i loro problemi, i loro difetti, le loro […]

Oplà, i personaggi.

Tra le pagine di questo libro incontrerete personaggi che sembrano non assomigliare affatto ad eroi, anzi, sembrano rappresentarne l’esatto contrario. Persone che vivono sulla propria pelle esperienze e sentimenti in cui ognuno di noi può ritrovarsi almeno in parte. Sono persone assolutamente normali con i loro problemi, i loro difetti, le loro illusioni, le loro speranze. Persone che vivono ed affrontano la vita di tutti i giorni barcamenandosi tra le sue contraddizioni, cercando di non farsi troppo male e, se possibile, cercando la propria ragione di vita. Ma allora mi chiedo che cosa e chi è un eroe se non un essere umano che tra mille difficoltà, tra dolori, illusioni e rinunce riesce comunque a trovare il modo di rispettare se stesso e chi gli è attorno, prendendo o anche rinunciando nel nome di un amore, di un’amicizia, di una rinascita?
Così, incontrerete Giada, la figlia, e la vedrete crescere forse troppo in fretta. Bambina silenziosa e solitaria tenterà di dare una spiegazione a quanto accade intorno a lei, ai comportamenti dei genitori, agli sbalzi di umore, cercando soluzioni e perché che solo un bambino può cercare ma che, come le dice il padre, troverà le giuste risposte quando anche lei sarà in grado di camminare “sulle strade polverose della vita” riallacciando “i fragilissimi fili invisibili” che ne costituiscono l’essenza.
Incontrerete Anna, l’altra. Anna, che come milioni di donne riveste il ruolo del terzo incomodo, di quella di troppo, di quella senza scrupoli. Ma è poi sempre così? Davvero non esistono sentimenti, dolori, paure, pentimenti, rimorsi, desideri, in coloro che accidentalmente si imbattono nell’amore di un altro?
E Maria? Chi è Maria? È davvero solo e soltanto la moglie tradita, la donna che ha perso la voglia di vivere, che si è ingrigita, che si lascia sopraffare dagli eventi?
E infine Diego, il povero stanco Diego che trova nuovi slanci, nuove occasioni grazie ad Anna. Diego, invecchiato e piegato da un’esistenza incolore. Davvero non ha colpe? Davvero non ha scelte?
È proprio a tutte queste domande che troverete una risposta seguendo Giada, Anna, Maria e Diego nel loro vivere quotidiano e forse, guardando alle cose attraverso i loro occhi, troverete una parte di voi.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie