Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Aggiornamento

Bella esperienza questa della promozione del mio primo libro: occasione per molte riflessioni. Per esempio: la prima reazione degli amici e dei conoscenti è stata farmi sinceri complimenti per averlo scritto. Certo, fa piacere, ma pensandoci bene portare a termine un libro non è per niente eccezionale. Credetemi, se determinati e motivati lo possiamo fare […]

Bella esperienza questa della promozione del mio primo libro: occasione per molte riflessioni. Per esempio: la prima reazione degli amici e dei conoscenti è stata farmi sinceri complimenti per averlo scritto. Certo, fa piacere, ma pensandoci bene portare a termine un libro non è per niente eccezionale. Credetemi, se determinati e motivati lo possiamo fare tutti. Ma sinceramente non l’ho scritto per raggiungere un obbiettivo; l’ho fatto per raccontare una storia, perché venga ascoltata, letta, recepita. E vado oltre: uno scrittore vuole coinvolgere ed emozionare.
Pensate quale abisso deve colmare un autore: dopo averla immaginata una storia, deve farla arrivare a destinazione: dritta nel cuore del lettore. Se ci riflettete è un’impresa titanica. Se non viene letta una storia non esiste.
Ecco: sapete cosa sarebbe Meraviglioso? Ricevere i complimenti per quello che c’è scritto “dentro” il libro.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie