Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Aggiornamento

Apriamo questa rubrica settimanale dedicata ai personaggi con una star: Michael, l’addetto stampa americano che Martina incontra durante uno degli eventi a cui partecipa. Lascio che sia un estratto del libro a descrivere Michael, la sua personalità e il suo atteggiamento…nel corso di questi appuntamenti avremo occasione di conoscerlo sempre meglio. “Sono contento che siamo […]

Apriamo questa rubrica settimanale dedicata ai personaggi con una star: Michael, l’addetto stampa americano che Martina incontra durante uno degli eventi a cui partecipa.
Lascio che sia un estratto del libro a descrivere Michael, la sua personalità e il suo atteggiamento…nel corso di questi appuntamenti avremo occasione di conoscerlo sempre meglio.

“Sono contento che siamo d’accordo! Vedrai che se mi darai ascolto riusciremo anche a trascorrere una giornata sorprendentemente piacevole.”
Con un po’ di titubanza abbandono la mia postazione luminosa e assolata e mi avvicino al buffet (nel frattempo diligentemente e generosamente riassortito dagli addetti del catering). Ho bisogno di almeno mezzo minuto per riacquistare l’uso della vista, di un bel bicchiere di acqua fresca per riprendere quello della parola. E, non appena riesco a mettere a fuoco quello che mi circonda, mi trovo davanti l’essere più meraviglioso e celestiale che abbia mai interferito con i miei postumi da sbornia.
“Ciao, io sono Michael. Addetto stampa della filiale americana. E’ da molto tempo che ti occupi di questi eventi?”.
“Ciao, Martina. Lavoro qui da tre anni, ma siccome è un lavoro che faccio quando non ho lezione all’università non partecipo sempre. Diciamo che è la prima volta che mi viene affidata la responsabilità del buffet. Forse anche l’ultima.”
Michael ride e una nuvoletta di simpatici e paffuti angioletti rosa si mette a danzare intorno al suo viso. Un viso dai lineamenti delicati, ma con la pelle leggermente abbronzata e un accenno di barba del giorno prima. Ha un sorriso aperto e malizioso allo stesso tempo, con denti talmente bianchi da sembrare accesi (non è un’immagine particolarmente romantica, ma quello sembrano i denti degli americani da circa vent’anni a questa parte), capelli biondo scuro che gli ricadono un po’ scompigliati sulla fronte e ai lati del viso. In confronto a Michael, Business-Ken ha lo stesso fascino di un autista di autobus in pensione.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie