Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Aggiornamento

Giorno 23. Settantasette giorni all’alba. O al tramonto. Nonna Berenice vuole uscire dal romanzo. Vuole entrare nelle vostre vite! Qui, accanto a me, sento lo stridere della sua mascella. Il vorticare perpetuo del vuoto dentro quella bocca. Berenice, Berenice, perché ti gettasti nel Labironte? Perché desti la tua anima in pasto alle creature del fiume? […]

Giorno 23. Settantasette giorni all’alba. O al tramonto. Nonna Berenice vuole uscire dal romanzo. Vuole entrare nelle vostre vite! Qui, accanto a me, sento lo stridere della sua mascella. Il vorticare perpetuo del vuoto dentro quella bocca. Berenice, Berenice, perché ti gettasti nel Labironte? Perché desti la tua anima in pasto alle creature del fiume? Ora sei qui, fantasma tra i fantasmi, e pretendi la giusta vendetta. Se non ti fossi suicidata, chissà come sarebbero andate le cose… Forse Elena Cocchi, tua nipote, non avrebbe i problemi che ha. Forse sarebbe ancora possibile salvare il destino di Fabrizio, il povero, piccolo Fabrizio. Forse Magniverne sarebbe un po’ meno maledetta. Ma tu rinunciasti. Tu fosti presa dal Labironte. E ora dalla tua spaventevole gola, in fondo alla quale tutto e nulla si annida, sale un richiamo. Tu vuoi esser liberata. Pazienta, Berenice. Pazienta Forse tra settantasette giorni… Forse allora vedrai l’alba… E sarà il tramonto di ogni speranza.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie