Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il venti per cento

Il venti per cento
55%
91 copie
all´obiettivo
91
Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista Giugno 2022
Bozze disponibili

Questo libro ti toglierà la possibilità di utilizzare delle comode scuse che forse ti hanno permesso fino ad oggi di rimanere nella tua confort zone, di spendere ore su un divano davanti alla televisione senza sentirti in colpa, di dormire dieci ore a notte sostenendo di averne bisogno: se quindi non vuoi fare a meno di tutto questo ti consiglio fortemente di non leggerlo.
Nonostante tutto, il mondo di oggi offre possibilità infinite per realizzare i propri desideri ma è essenziale credere in se stessi e concentrare le proprie energie sul venti per cento, godere del restante ottanta. Per raggiungere i propri obiettivi non serve infatti essere dei geni o essere ricchi di famiglia.
Tecnologia, economia e crescita personale, solo il venti per cento di ognuno di questi argomenti sarà trattato ma sarà quanto basta per accendere la miccia!

Perché ho scritto questo libro?

Cerco sempre la via migliore per raggiungere un obiettivo e talvolta elaboro teorie originali per risolvere problemi comuni. Quando ho delle buone idee le appunto qua e là, note sullo smartphone o post-it che puntualmente vanno persi.
Un sabato mattina, dopo un buon caffè, tutte queste idee si sono ripresentate in testa in maniera ordinata e ho deciso quindi di metterle per iscritto e condividerle con te. Se ti piace l’idea di una community che si confronti e cresca insieme, supportami!

ANTEPRIMA NON EDITATA

Estratto dal Capitolo “Il problema del venti per cento”

Il rischio vero dal quale nessuno è immune, né ricchi né poveri, è quello di spendere tutta la vita soffermandosi su quell’ottanta per cento di informazioni che sono responsabili solo del venti per cento del risultato, continuando a “pedalare” a vuoto senza capire il motivo per il quale, nonostante l’impegno e l’apprezzamento di chi ci circonda, non si riescano ad ottenere i risultati sperati. Le cause responsabili di questa impasse possono essere molteplici ma ne ho individuate tre che ne racchiudono la maggior parte.

La prima sono gli ideali.

Continua a leggere

Continua a leggere

Estratto dal Capitolo “Quello che nessuno ti insegna”

La narrazione si adatta ai fatti, non sono i fatti ad adattarsi alla narrazione. Leggiamo spesso sui giornali tutto e il contrario di tutto, a distanza di pochi giorni, certi giornali vicini a determinate fazioni politiche descrivono la realtà in un certo modo, altri giornali della fazione opposta la descrivono in modo diametralmente opposto. Ma la realtà è sempre la stessa.

Prendiamo ad esempio la Criptovaluta per eccellenza, il Bitcoin: il CEO di J.P. Morgan, Jamie Dimon, lo aveva definito una “frode” nel 2017 dicendo che avrebbe licenziato chiunque lo avesse scambiato, a causa della sua evidente “stupidità”. Nel 2020 un team di analisti del gruppo Global Markets Strategy della stessa J.P. Morgan promuoveva l’emersione di Bitcoin come alternativa all’oro tra i giovani “millennial”, suggerendo un “raddoppio o triplicazione” del prezzo della criptovaluta se fossero continuate le attuali tendenze.  E poco dopo, come pecore, anche altri giornali mainstream hanno seguito, lo stesso percorso di cambio diametrale di narrazione, senza alcuna vergogna.

Estratto dal Paragrafo “Il mondo cambia velocemente”

Infatti, come per tutte le tecnologie che hanno cambiato il mondo, queste si evolvono e crescono secondo una curva ad S, quindi con una crescita inziale lenta che diventa esponenziale quando il loro costo crolla grazie alle economie di scala e alla ricerca e sviluppo, per poi diventare mature e rallentare la loro crescita quando finalmente vengono adottate in massa. Solo a questo punto la disruption di un’industria si è completata e probabilmente si andrà incontro a nuove tecnologie e cambi di paradigma.

Internet è solo all’inizio di questa S.

Estratto dal Capitolo “Lezioni segrete”

Prendete ad esempio il gioco Monopoli, a cui tutti noi abbiamo giocato almeno una volta nella vita. Tutto sembra normale e familiare fin tanto che paghiamo per costruire case ed alberghi come degli imprenditori e fin tanto che paghiamo per alloggiare nelle case e negli alberghi degli altri giocatori come dei normali cittadini, ma quando passiamo dal Via e la Banca ci regala 20€ c’è qualcosa di strano, la prima cosa a cui pensiamo è che sia una regola surreale creata solo per rendere il gioco più divertente. Ecco, quella è la Macroeconomia ed è molto più aderente alla realtà di quello che possiate pensare.

Estratto dal Paragrafo “Disciplina”

Questo è l’errore che determina il fallimento della maggior parte delle persone ed è commesso indipendentemente dalle qualità di cui madre natura ci ha donato, è indipendente dalle capacità intellettive di cui disponiamo. Qualsiasi tipo di percorso stiamo affrontando ha infatti un andamento esponenziale, può essere schematizzato con il grafico di una parabola e il punto che tutti, belli, brutti, intelligenti, mediocri, dobbiamo superare per avere successo è il vertice della parabola.

Credo nella forza della disciplina a tal punto da considerala da sola quasi il Venti per Cento delle qualità necessarie per raggiungere l’Ottanta per Cento del successo. Di seguito quella che ho chiamato Curva della Disciplina.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il venti per cento”

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Lorenzo Bastianelli
Sono Lorenzo, appassionato di economia, tecnologia e crescita personale. La mia esperienza professionale spazia dal campo dell’energia a quello dell’Internet of Things, inoltre mi occupo di investimenti e amo praticare sports. Cerco sempre di migliorarmi in tutto quello che faccio e quello che accomuna i miei interessi è la ricerca della realtà (non della verità, che non esiste): a tal fine tento di usare il pensiero critico per analizzare quello che mi circonda. Amo il confronto e sono un fermo sostenitore del “cambiare idea”!
Lorenzo Bastianelli on FacebookLorenzo Bastianelli on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie