Accedi Registrati

La condanna di John Doyle

Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
16% Completato
210 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
88 Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista agosto 2019
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

Quando il mite e insignificante John trovò quello strano simbolo rosso sulla parete della sua casa nuova, l’unica cosa che pensò di fare fu di coprirlo con un’abbondante passata di vernice bianca. Quello che non poteva immaginare era che quel simbolo gli avrebbe fatto vivere una doppia vita e una doppia famiglia.
Quello che all’inizio può sembrare affascinante e allettante, però, può nascondere pericoli che, se ignorati, potrebbero portare alla catastrofe. Doyle ora è in un carcere di massima sicurezza, accusato dell’omicidio di sua moglie: è stato trovato chino sul suo corpo con in mano l’arma del delitto. Nel diario che scrive in cella ci racconta la verità su quell’omicidio e su tutto ciò che vi ruota intorno. Nessuno crederebbe mai a una storia tanto assurda, forse solo il suo gatto Anacleto, ma John non ha nessuna intenzione di morire in quella prigione…

Perché ho scritto questo libro?

Leggo e scrivo dall’età di quattordici anni. Scrivere è una delle mie passioni, la coltivo da tempo e appena sento di avere una buona idea, o la sogno, la metto immediatamente per iscritto. Questo racconto è il risultato di una serie di influenze che mi hanno colpita da più fonti: libri, fumetti e telefilm. Ho pensato per giorni a un omicidio il cui colpevole è talmente evidente da essere fin troppo facile, e allora mi sono detta: “prendiamo questo colpevole certo e rendiamolo innocente”.

Leggi l'anteprima

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La condanna di John Doyle”

Letizia Sebastiani
Vivo e sono nata a Roma, ho iniziato a leggere romanzi a quattordici anni e non mi sono più fermata. Più o meno alla stessa età ho cominciato a scrivere brevi racconti, di solito horror. Il mio scrittore preferito è Stephen King e da adolescente ammiravo follemente Dario Argento. Ho preso due lauree, sono una maestra e una mamma di una bimba di quasi tre anni; svolgo un tirocinio per diventare psicologa forense. Ma non ho smesso di ascoltare musica Metal, vestire di nero e divorare libri e film horror.
E non smetterò mai di scrivere...
Letizia Sebastiani on sabgoogleLetizia Sebastiani on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie