Accedi Registrati

La Gabbia

Un mondo nuovo. Di colpo.
Come se l’avessero risvegliata da un sogno.
In pochi giorni, pochissimi. La disperazione
aveva sempre unito le persone più della felicità.

Seleziona l'opzione d'acquisto

5,9915,00

Svuota
Quantità

Pierpaolo è un regista in crisi: il successo gli ha voltato le spalle e ora, schiavo dei dolori del suo passato, trascorre le giornate immobile davanti al computer. I dolori di Silvia, invece, vivono tutti nel presente: giovane promessa della danza classica, ha smesso di ballare dopo un tragico incidente, accontentandosi di sopravvivere alla monotonia dei giorni.
Silvia e Pierpaolo sono due spiriti affini, due vite spezzate che non sanno più come affrontare il futuro. Ma sono anche due anime destinate a trovarsi e il loro incontro, avvenuto per caso, sarà l’inizio di un percorso di rinascita, un cammino alla scoperta di se stessi e del loro passato per cercare di uscire dalla gabbia che li separa dal mondo.

Perché ho scritto questo libro?

“La Gabbia” è il mio percorso di rinascita. Dopo le mie prime due fatiche letterarie, “Quello che non sai” e “La Tua Colpa”, sentivo l’esigenza di una risoluzione, una conclusione momentanea a questa scia creativa che mi ha portato a ultimare tre manoscritti in meno di quattro anni.
L’ispirazione è nata da un giorno piovoso di inizio autunno, quando ho visto una signora per strada, su una sedia a rotelle, bloccata al centro del marciapiede. La gente le correva intorno, incurante. Io, che come mio solito andavo in giro senza ombrello, ebbi modo di osservare cosa stesse facendo perché in attesa che il semaforo diventasse verde per i pedoni. La donna aveva le dita tese oltre le ruote apparentemente enormi della sua sedia e cercava di afferrare un braccialetto da terra.
Mi resi conto di doverla aiutare proprio nel momento in cui il semaforo divenne verde e, nonostante dovessi andare in direzione opposta, mi fermai accanto a lei. Ebbi modo di guardarla, aveva gli occhi stanchi e le dita magre come spaghetti. Mi ringraziò con poca voce quando le diedi il braccialetto appena recuperato. Non ho mai saputo cosa significasse quell’oggetto per lei e perché nessuno l’avesse aiutata nel riprenderlo con sé, ma mi resi conto in quell’istante della moltitudine di storie non raccontate, delle gioie e dei dolori di cui non ero a conoscenza. La sua ricerca di aiuto inascoltata e la voglia matta di avere di nuovo quel braccialetto, dallo scarso valore commerciale peraltro, mi spinsero a voler immaginare un suo percorso. Che cosa le era accaduto? Perché era su una sedia a rotelle? Il braccialetto, poi, che significato aveva per lei?
Mescolando quella singola e singolare esperienza a pezzi di giornale (prendo quasi sempre spunto dalla cronaca per scrivere) e a vicissitudini personali, cominciai a scrivere “La Gabbia”. Venne giù quasi tutto insieme, in poche settimane, forse un mese. Silvia, la protagonista femminile del romanzo, è il frutto di quell’incontro casuale per strada. Pierpaolo, il protagonista maschile, è una persona realmente esistita, di cui ho letto sui giornali, che si è trovato come me a incontrare una fonte di ispirazione, per caso, in strada. Il loro incontro e tutti i personaggi nati intorno a loro come conseguenza fisiologica hanno delineato il romanzo che sento più intenso e profondo di quelli scritti fino ad oggi. A voi, comunque, lascio umilmente il più importante parere.

Leggi l'anteprima
20 Dicembre 2017
Vi sono piaciuti i teaser del libro "La Gabbia" di Armando di Lillo? Allora non perdetevi gl iarticoli in merito al libro e agli attori ingaggiati per i teaser! Di seguito il link: https://bit.ly/2oQILXu
08 Novembre 2017
Su youtube potete trovare i teaser per "La gabbia" realizzati dall'autore Armando Di Lillo! https://bit.ly/2hdKAHE
25 Gennaio 2018
Tutto quello che avete sempre voluto sapere (ma che non avete mai osato chiedere) su La Gabbia a questo link:

Per visualizzare questo contenuto, accetta le nostre politiche sui cookie.

Armando Di Lillo
ARMANDO DI LILLO, scrittore, attore e regista di origini campane, si trasferisce giovanissimo a Roma dove studia Cinema, Televisione e Produzione Multimediale e si laurea con il massimo dei voti. Autore di altri due thriller psicologici, arriva alla stesura de La Gabbia nel 2018. Attualmente si divide tra Roma e Edimburgo, svolgendo le sue attività lavorative in entrambe le città.
Armando Di Lillo on sabtwitterArmando Di Lillo on sabinstagramArmando Di Lillo on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie