Accedi Registrati

L’amore sublime

ian-espinosa-311604
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
101% Completato
202 Copie vendute
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

La trovarono con il volto rivolto al mare, gli occhi chiusi e le labbra tese in un sorriso lieve. Sembrava un quadro, un ritratto catturato da una qualche divinità mentre socchiudeva le palpebre per assaporare meglio i profumi e i rumori della notte. Mi sono chiesto più volte cosa stesse guardando, quale sia stata l’ultima immagine che i suoi occhi hanno catturato prima di smettere di vedere per sempre, non per scoprire chi l’avesse uccisa, ma solo perché era immobile in quella posa perfetta, come fosse dipinta sugli scogli, così tremendamente bella da far male. Se non ne avessero certificato il decesso, non l’avrei creduta morta. Io, che svolgo questa professione da così tanti anni da sembrare secoli, posso giurare che quella fu la prima volta in cui non sarei voluto scappare dalla scena del crimine, ma sarei rimasto a contemplarla ore. Perché, ora che ci penso, a distanza di anni, la prima cosa che pensai quando la vidi fu che era un capolavoro, come un quadro, una statua, la foto che immortala l’attimo perfetto, l’indimenticabile scena di un film da oscar. È così assurdo, mi chiedo, innamorarsi di un cadavere? Perché credo di aver amato quella ragazza, non come donna: l’ho amata come opera d’arte. Un’opera d’arte così straordinariamente angosciante da stregare.

Perché ho scritto questo libro?

Volevo parlare d’amore nel senso lato del termine, non di amore tra uomo e donna, ma di quell’amore che, come scrisse “qualcuno”, “muove il mondo e le altre stelle”. Volevo un amore vero, fatto di bellezza e perfezione, ma anche di errori, sbagli, bruttezze e paure, un amore che fosse quello per cui viviamo, ma anche quello che per paura respingiamo e martoriamo. Ho pensato a un amore “sublime”, così immenso da generare, come scrisse Kant “un senso di sgomento” che ci porta ad allontanarlo. Mi sono ritrovata a immaginare una donna che simboleggiasse questa idea di sentimento, ho pensato a una serie di situazioni che l’amore dà e che l’amore riceve, al significato di questa parola. E alla fine, in quello che è diventato un romanzo giallo, l’amore è morto e tutte le persone che l’hanno desiderato quando era in vita si sono trovate a fare i conti con le loro bruttezze, le menzogne e con questa enorme perdita. E, allora, mi sono chiesta, chi, fra tutti questi soggetti, è il vero assassino dell’amore?

Leggi l'anteprima
01 febbraio 2018
MB News dedica un articolo alla campagna per la pubblicazione de L'amore sublime! Ecco il link: https://www.mbnews.it/2018/01/lamore-sublime-con-un-click-il-sogno-puo-diventare-realta/
27 febbraio 2018
Cari lettori! Il 3 marzo l'autrice Eleonora D'Errico presenta il suo romanzo "L'Amore sublime" e il segreto del crowdfunding. Tenetevi liberi! Di seguito, la locandina dell'evento. Manifesto 2018 (4)
06 marzo 2018
Cari lettori! La presentazione del libro "L'Amore sublime" del 3 marzo dell'autrice Eleonora D'Errico è stato un successo! Se ve la siete persa, di seguito qualche fotografia scattata durante l'evento:

Commenti

  1. Anna Rivolta

    (proprietario verificato)

    Grazie Eleonora per le emozioni che mi hai trasmesso. Il tuo modo di concepire l’amore “puro e perfetto”è il mio. In ogni palpito di vita il mio cuore batte in sintonia col tuo modo di rapportarti all’amore…

  2. Marco Tempestini

    (proprietario verificato)

    La speranza è un atto di fede, è credere in qualcosa o qualcuno. Ma la fede si riceve solo con l’amore, che è un atto libero e naturale. E l’amore non è terra di conquista, ma è un dare senza ricevere. Perché se svogliamo ottenere qualcosa con la forza, alla fine si ottiene il niente, la morte dell’anima, la finzione di un quadro.
    Bel Libro, oserei dire sublime.

Lascia un commento

Eleonora D'Errico
Eleonora D’Errico è nata e vive in un piccolo paese in provincia di Milano. Giornalista professionista, è appassionata di scrittura, lettura e parole. Per lei la vita è riassumibile in pochi chiari concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Ama la natura, le sue due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Nel 2009 ha pubblicato la favola per bambini “Agostino e la leggenda delle stelle”.
Eleonora D'Errico on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie