Accedi Registrati
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
60% Completato
101 Copie all´obiettivoi
Al raggiungimento dell’obiettivo il libro verrà pubblicato
82 Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista agosto 2019
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

Franco Serranti vive a Roccafranca, un paesino in provincia di Brescia, ha cinquant’anni, fa il meccanico, è sposato con Marisa, con la quale ha un figlio adolescente, e ha una vita che si trascina stancamente in giornate tutte uguali.
Franco però ha un dono, quello di assomigliare a LUI, la più grande pop star di tutti i tempi!
Sua moglie Marisa ha conosciuto un uomo attraverso un sito per cuori solitari e incontrarlo sarebbe il salto nel buio che potrebbe farle vedere la luce in una vita che si sta lentamente spegnendo.
Dante Corsi, ventinove anni, lavora nell’officina di Franco ed è il capitano della squadra di calcio del paese. A diciassette anni avrebbe dovuto sostenere un provino per il Brescia di Roberto Baggio, ma un incidente aveva spezzato il suo sogno. A distanza di dodici anni, Dante ha la possibilità di riacciuffare quel sogno.
Tre destini segnati che hanno la possibilità di un riscatto. Tre esistenze che urlano disperatamente la loro voglia di decidere della propria vita e di non rassegnarsi a sopravvivere.

Perché ho scritto questo libro?

“LUI” nasce dall’idea di raccontare l’attuale insoddisfazione dell’esistenza. Mi divertiva creare un parallelo tra due esseri umani totalmente agli antipodi, ma che si assomigliassero fisicamente. Ecco dunque la figura di Franco Serranti, un meccanico di un paesino del Nord Italia. Un uomo alle soglie dei cinquant’anni, insoddisfatto, banale e profondamente infelice, il cui unico spiraglio nella vita è assomigliare a LUI, la più grande icona pop di tutti i tempi.

Leggi l'anteprima

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Questo è sicuramente un libro che respira, tralasciando la miriade di commenti più “di superficie” che se ne possono fare, a mio parere forse uno dei messaggi più profondi che se ne può trarre è che la capacità di ascolto di se stessi si riflette nella capacità di ascolto dell’altro e nella conseguente integrità individuale, a tal punto che se viene a mancare può far arrivare addirittura alla necessità di cercare il riflesso della propria identità perduta in un personaggio famoso, che sembra avere tutto, ma il rischio è poi quello del collasso totale. Le metafore e i tempi sono vivi, a volte agghiaccianti ed estremamente comunicativi. Leggetelo!

  2. (proprietario verificato)

    LUI è uno di quei libri a cui continui a pensare, una volta finito, che ti lavorano dentro. Questo perchè? La mia idea è molto semplice: perchè parla di me; e allora respiro e vibro insieme ai personaggi di questa storia. Una storia, quella di LUI, ambientata in provincia ma che non ha niente di provinciale, fruibile e semplice, ma di sostanza e materica come i film di Clint Estwood. Faccio i miei migliori auguri a Francesco Giuffrè e invito tutti a leggere il libro. CIAO!!

Aggiungere un Commento

Francesco Giuffrè
Nasco a Roma nel 1972. Cresco dentro ai teatri per il lavoro di mio padre. Debutto alla regia nel 2004 con uno spettacolo sulla resistenza italiana. Nel 2006 adatto per la scena per la prima volta un romanzo, “Il profumo” di P. Suskind. Poi, tra gli altri, “Cuore di cane” di M. Bulgakov , “1984” di G. Orwell, “La lista di Schindler”. Per questo spettacolo vengo inserito nella terna finale dei migliori autori di novità teatrale insieme a Gianni Clementi e Paolo Sorrentino al premio “Olimpici del teatro”. Nel 2017 inizio a insegnare teatro-terapia al Teatro Patologico, uno spazio dove ragazzi con diverse patologie trovano nel teatro un percorso per stare meglio. Inoltre faccio parte del corpo docenti del primo corso al mondo di teatro integrato universitario di Tor Vergata.
Nel 2018 metto in scena “Le notti bianche” di F. Dostoevskij, con protagonisti Giorgio Marchesi e Camilla Diana.
Francesco Giuffrè on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie