Accedi

Marianna e i pirati dell’isola perduta

Amato da Anna Raschi
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
108% Completato
216 Copie vendute
Svuota
Quantità
Consegna prevista ottobre 2019

Pirati, filibustieri, bucanieri, una mappa del tesoro apparentemente priva di indicazioni e una ragazza che nasconde la propria identità, ruotano attorno al mistero dell’isola “perduta”, dove è nascosto un immenso tesoro.

Perché ho scritto questo libro?

Chi di noi, piccoli e grandi, non ha mai sognato di essere un pirata e di vivere un’avventura turbolenta fuori dal comune? Fin da ragazzo amavo scrivere storie di fantasia, sceneggiare e girare cortometraggi coinvolgendo parenti ed amici. Diventato papà sono tornato a scrivere grazie al desiderio di regalare un libro a mia figlia che ha 9 anni, mi piace l’idea che una volta adulta possa rileggerlo e ricordarsi di quanto sia bello viaggiare con la fantasia.

Leggi l'anteprima

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Marianna e i pirati dell’isola perduta”

Manuel Cavallero
Sono architetto e vivo vicino al mare nella provincia di Roma con mia moglie, una figlia e vari animali domestici che si aggirano nel giardino, tra i quali una gallina, un riccio, un pappagallo e ben sei gatti!
Nel tempo libero mi piace camminare con mia figlia nei sentieri delle colline circostanti e fermarmi a vedere il mare dall’alto e di notte guardare il cielo stellato, riesco così a rilassarmi e viaggiare nella fantasia come “una barca che si fa cullare dalle onde del mare”.
Fin dall’adolescenza amavo scrivere brevi racconti di fantasia e sceneggiature che condividevo con la mia famiglia e gli amici, che spesso diventavano i protagonisti di brevi cortometraggi.
Proprio su suggerimento di quegli stessi amici di infanzia ho proposto il libro a bookabook e ho iniziato questa avventura sperando mi porti a realizzare il sogno, che avevo fin da ragazzo, di pubblicare un mio racconto.
Manuel Cavallero on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie