Accedi Registrati

Il mio funerale e altre cose poco importanti

C’è vita dopo la morte? Sicuramente quella degli altri.
In una commedia dal taglio famigliare, Giacomo Necchi, defunto ma non troppo,
osserva le vite dei suoi affetti da vicino dopo la sua dipartita.
Si sviluppa così una storia non priva di colpi di scena, tra segreti che vengono a galla, parole dette a mezza voce, conflitti più o meno striscianti. Giacomo, spettatore delle vite che fino a poco prima erano anche la sua, dovrà ricomporre il puzzle della sua esistenza e di quella dei suoi cari prima che tutto vada, letteralmente, in ceneri…

Seleziona l'opzione d'acquisto

5,9918,00

Svuota
Quantità

Giacomo Necchi, il protagonista di questa storia, è morto.
Lascia un figlio, una moglie, una sorella, due nipoti, degli affezionati vicini. Ma soprattutto una passione bruciante per la scrittura che ha sempre e solo confinato al suo studio, la “stanza senza sottobicchieri”, l’unico spazio della sua casa di Long Beach che per quasi trent’anni è riuscito a sottrarre all’ordine maniacale della moglie americana, Grace.
Mentre le persone più importanti della sua vita si riuniscono per il suo funerale, Giacomo si accorge che la morte gli concede una prospettiva privilegiata. Si rende subito conto che tutti intorno a lui hanno qualcosa da nascondere e che non sono davvero come ha sempre creduto che fossero. Persino lui stesso ha un segreto postumo che potrebbe sconvolgere la sua famiglia.
Scrittore mancato e osservatore impotente, Giacomo capisce però che questa è la più grande occasione di narrare una storia che gli sia mai capitata, e non ha nessuna intenzione di lasciarsela sfuggire.

Perché ho scritto questo libro?

Dove vanno le persone quando escono dalla nostra vita? Gli amici che perdiamo di vista, i parenti che non vediamo mai, gli ex fidanzati? E cosa vedremmo se potessimo davvero avere un accesso incondizionato all’intimità di chi ci circonda? Questo libro nasce da qui, è il risultato di innumerevoli incontri tra l’Europa e gli Stati Uniti. È una storia di intrecci, di occasioni mancate, gelosie, relazioni perdute e amori sospesi nel bilico della quotidianità. I suoi personaggi mi hanno seguito per anni, non potevo non scrivere di loro.

Leggi l'anteprima

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Hola, A quando la versione in lingue straniere?? Gui

Aggiungere un Commento

Ottavia Spaggiari
Ottavia Spaggiari è nata e cresciuta in Emilia Romagna. Ha studiato Cinema, televisione e produzione multimediale all’Università di Bologna e alla University of California, Irvine. Ha collaborato con diversi festival del cinema e case di produzione internazionali, tra cui The Skin Deep, per cui ha prodotto e diretto la versione italiana del documentario vincitore di un Emmy Award, {The And}. Giornalista professionista, da anni lavora per Vita, il magazine di riferimento del sociale in Italia, per cui ha raccontato la crisi migratoria al confine greco-macedone, il lavoro delle Ong nel Mediterraneo e l’emergenza umanitaria nel bacino del Lago Ciad. Dopo aver vissuto a Los Angeles e Milano, oggi si trova a New York dove frequenta il Master of Arts in Politics alla Columbia Graduate School of Journalism.
Il mio funerale e altre cose poco importanti è il suo romanzo d’esordio
Ottavia Spaggiari on sabinstagramOttavia Spaggiari on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie