Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Tiker Will: il folletto dei sogni

Svuota
Quantità

Fra la sveglia e il sonno, nell’esatto momento in cui ci si sta per addormentare, si entra nel mondo dei sogni: un universo magico dove ogni cosa può succedere, dove le avventure più stupefacenti diventano realtà e dove si incontrano personaggi straordinari.

Dipende tutto dal folletto dei sogni, e quello del piccolo Giorgio si chiama Tiker Will. Ha la pelle verde, un lungo naso tondeggiante e sulla testa un cespuglioso ciuffo di capelli rossi. Porta solo un paio di pantaloncini gialli a pois viola e un paio di grosse scarpe arancioni. Ma soprattutto, è magico. Insieme a lui si vivono avventure fantastiche in luoghi incredibili, incontrando amici simpatici e ombre pericolose, perché, si sa, i sogni possono diventare anche incubi, ma con la magia e la fantasia, ogni cosa è possibile!

QUEL MAGICO MOMENTO

Ci sono notti in cui non riesco a prendere sonno. Resto nel letto a fissare il soffitto e a pensare. Penso alla mia giornata e ai sogni che farò, a cosa mangerò a colazione e a quello che farò l’indomani. Quando però non riesco più a pensare a nulla, la mente trova spazio per una sola domanda: come ci si addormenta?

Continua a leggere

Ed ecco che il traguardo del sonno è sempre più lontano. Credo proprio che nessuno possa riuscire a spiegare l’attimo stesso in cui il sonno prende il sopravvento.Certo, c’è il momento in cui gli occhi vengono chiusi e il sonno prevale, ma se doveste chiedere a qualcuno di raccontarvi l’esatto istante in cui si addormenta, non saprebbe rispondervi. Tuttavia è proprio in quel preciso attimo che accadono le cose più meravigliose e si vivono le avventure più grandi.Inoltre, è allora che Babbo Natale e la Fatina dei Denti entrano in scena. La notte della vigilia di Natale o quando cade il primo dentino, molti bambini cercano di rimanere svegli per riuscire a vedere queste due meraviglie. I più furbi, invece, architettano qualche trappola o stratagemma che faccia rumore, come ad esempio un cuscino pernacchioso in fondo al camino o del pepe sotto al cuscino per far starnutire la Fatina. Pensano così di riuscire a sorprenderli anche mentre dormono, poiché il rumore farebbe da sveglia. Non sanno però che il momento in cui ci si addormenta è magico. Succede qualcosa di innaturale e inspiegabile: si abbandona la realtà.Non si è più nel reale, i rumori non possono essere uditi e per quel secondo non si può essere svegliati. È proprio allora che Babbo Natale mette i regali sotto l’albero e la Fatina sostituisce il dentino col soldino.Lo so che può deludere, ma non riuscirete mai a sopraffare Babbo Natale o la Fatina, neanche se foste i più furbi del mondo.Ora, però, torniamo a quell’attimo magico in cui si abbandona la realtà, perché vi farà piacere sapere che i sogni che fate sono in realtà veri. Ebbene sì, si concretizzano proprio in quell’attimo, e al mattino, quando vi svegliate, pensate siano stati solofrutto della vostra immaginazione. Eppure, nel profondo del vostro cuore, sapete che tutto quello che è accaduto sembrava reale…Se fate un brutto sogno vi svegliate tremando e se fate un bel sogno vi svegliate allegri, ma anche un po’ angosciati, perché ciò che avete sognato non è successo veramente. Sbagliato!Quando sognate di cadere sentite realmente la sensazione del vuoto, e se state per sfracellarvi al suolo vi svegliate immediatamente. In quel momento state tornando alla realtà; il sogno è però stato brutto e burrascoso, di conseguenza il rientro sarà tale. Inoltre, la cosa più sconvolgente è che il momento in cui vi svegliate non avviene subito dopo la caduta, ma il tempo che avete passato nel mondo dei sogni si manifesta velocissimamente nella vostra testa.Potreste anche svegliarvi due ore dopo esservi addormentati, scommetto che vi è successo.Questo perché, nel reale, il momento in cui ci si sta per addormentare dura un attimo, ma nel mondo dei sogni può durare ore e ore. Quindi, anche se il vostro sogno dura giorni interi, quando tornate dal mondo dei sogni esso si manifesta velocissimo nella vostra mente, e giorni di avventura vengono condensati in appena due ore di sonno.Per questo pensate che i sogni siano finti, perché tornando dal mondo dei sogni i ricordi sbiadiscono. Ora, come è giusto che sia, vi starete chiedendo come mai ogni notte i sogni cambiano o come mai, a volte, fate il medesimo sogno. Tutto dipende dal vostro folletto dei sogni.Ogni bambino ne ha uno, e ognuno agisce in maniera differente. Potrei stare qui a farvi uno spiegone di quello che succede quando si incontra il proprio folletto, ma vi annoiereste, e io con voi.Ho quindi deciso di raccontarvi la mia esperienza personale, o meglio, la mia avventura insieme a Tiker Will.

24 luglio 2020

Aggiornamento

Siamo arrivati all'80%, grazie mille! Ora si entra nel rush finale! "Tiker Will: il folletto dei sogni" è un romanzo a cui tengo molto! È basato sui sogni, essendo io un grande sognatore sia da sveglio, sia nel sonno. Questo romanzo è un piccolo grande sogno e, come diceva il grande Walt Disney: "Se puoi sognarlo, puoi farlo".
09 giugno 2020

Aggiornamento

Siamo arrivati al 50% dei pre-ordini!
GRAZIE MILLE a chiunque mi abbia supportato e deciderà di supportarmi!
Tiker Will: il folletto dei sogni è un libro che ho scritto col cuore, come se io stesso raccontassi una storia ai bambini o, se siete adulti, è un po' come se insieme ci ricordassimo la nostra infanzia e i nostri sogni!
"Tutti i grandi sono stati bambini una volta (Ma pochi di essi se ne ricordano)” [Antoine de Saint-Exupéry]
05 giugno 2020

Aggiornamento

I ragazzi di THE NERD’S FAMILY mi hanno dato l’opportunità di parlare del mio romanzo in una loro intervista!
La trovate a questo LINK:
https://thenerdsfamily.com/2020/06/05/tiker-will-il-folletto-dei-sogni/

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    È un libro che vi farà ridere, vi emozionerà e vi farà tornare bambini.
    La storia di un’amicizia bellissima e un’avventura che ognuno di noi vorrebbe sognare almeno una volta. Lo consiglio a tutti

  2. (proprietario verificato)

    Ottimo romanzo di formazione fiabesco, fortemente consigliato!

    Tiker Will: il folletto dei sogni.
    Come dice il titolo stesso, questo romanzo è ambientato nel mondo dei sogni: un mondo magico e colorato, in cui tutto può accadere. Un mondo dei sogni, però, reso reale dall’introduzione dettagliata dell’autore, che lo presenta come una realtà parallela in cui veniamo trasportati un attimo prima di addormentarci: una spiegazione che di scientifico non ha nulla, ma che appare verosimile agli occhi di un bambino, o di un adulto a cui piace sognare, rendendo quest’esperienza ancora più entusiasmante.
    Iniziato come un’avventura al solo scopo di divertire il protagonista, questo sogno si rivelerà invece un ottimo esercizio di riflessione e crescita personale. Spinto attraverso numerose prove, affrontate dapprima con l’aiuto di Tiker Will o di altre creature, il giovane protagonista si troverà a dover affrontare la prova più grande: fronteggiare da solo le proprie paure, impersonificate da Acmong, l’incubo.
    Le riflessioni del protagonista sono pensieri che ciascuno di noi ha affrontato almeno una volta nella vita, e il fatto che egli non venga mai chiamato per nome né descritto, al di là dell’abbigliamento, permette al lettore di immedesimarsi ancora di più nel racconto.
    La narrativa incalzante, i colori accesi e il linguaggio semplice rendono il libro adatto ai più piccini, non dandogli tempo di annoiarsi durante lettura, mentre le riflessioni psicologiche, i richiami a film, libri e storie che hanno caratterizzato l’infanzia e l’adolescenza di noi nati negli anni ‘80/’90, e l’assenza di banalità nella trama rendono questo romanzo una piacevole lettura anche per i più grandi che hanno voglia di tornare alla leggerezza di quand’erano ragazzi: insomma, un libro per tutta la famiglia!

Aggiungere un Commento

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Giorgio Brambilla
nasce il 12 Ottobre 1993. Sin da bambino è insito in lui l’amore per la creazione di storie e avventure. Questo lo porta a frequentare il Liceo Artistico Statale di Monza e successivamente l’accademia ACME di Milano, laureandosi in Fumetto. La passione per le storie per bambini e ragazzi prende il sopravvento grazie alla tesi di laurea, incentrata sulle fiabe e come queste si fossero evolute negli anni. Tiker Will - Il folletto dei sogni è il suo romanzo d’esordio.
Giorgio Brambilla on FacebookGiorgio Brambilla on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie