Accedi Registrati
ipsedixit
102% Completato
97 Copie al prossimo obiettivoi
Good seller! Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto
Svuota
Quantità

Metabolizzato il dono della parola e aggiustate giorno dopo giorno le ovvie insicurezze di dizione, i bambini dopo i due anni usano la voce per dare libera uscita ai loro pensieri, incalzando i genitori con domande a cui non è sempre facile dare una risposta che li soddisfi completamente.

“Mamma dov’ero io quando tu eri piccola?”

“Babbo? Ma i soldati che muoiono in guerra sono buoni o cattivi?”

Oltre ai dubbi più o meno esistenziali, ci sono una serie di frasi, vere e proprie perle d’ingenuità, a dimostrazione di una logica per certi versi inattaccabile.

“Papà io non voglio invecchiare!”

“Mamma domani vai a comprare dei soldini, mi servono per il mio maialino salvadanaio!”

La raccolta di chicche verbali nasce come un gioco fra genitori, amorevolmente divertiti, ma consapevoli al tempo stesso che in futuro l’archivio di ipse dixit divertirà anche i loro figli diventati grandi.

“Mamma non dire così, mi fai arrostire!”

“Ha urlato talmente forte che mi ha fatto male ai crimpani!”

Nessun pediatra è stato maltrattato per la stesura dei testi che non hanno nulla a che fare con la pedagogia. L’autore, quello adulto, ha coniato un titolo per ogni frase e ha aggiunto delle riflessioni al suo personale manuale di sopravvivenza per genitori.

Commenti

  1. Ora capisco i tanti momenti che al posto di lavorare scriveva concentratissimo in quel foglio bianco.Sono davvero curioso di leggere questo bellissimo libro, perché chi scrive ha “sentimento” e chi ha sentimento trasmette “emozioni’ e io voglio emozionarmi.

  2. (proprietario verificato)

    ok, l’attesa ne dovrebbe aumentare il valore..ma lo so già che sarà bello, lo voglio!!!

  3. (proprietario verificato)

    Ma quanto manca?! Abbiamo letto solo un pezzettino e vogliamo anche il resto! 😻😻😻

  4. (proprietario verificato)

    Posso far partire il conto alla rovescia? 🙂
    Dai dai dai dai!

  5. Non vedo l’ora che esca per leggere la mia copia e avere un ottimo regalo per tutti i miei amici, genitori e non!

  6. io ne ho preso due copie una per me e una per una coppia di amici..Dall’anteprima ho apprezzato l’originalità del progetto e la scrittura! attendo le copie, son sicuro che le rinnoverò i complimenti a lettura terminata.

  7. (proprietario verificato)

    l’ho già promesso ad un’amica che lo vuole leggere al suo bambino, era contentissima!

  8. (proprietario verificato)

    che bello!!!! ma quanto manca?? l’anteprima non mi basta più lo VOGLIO sul mio comodino!!!! 😉

  9. (proprietario verificato)

    L’attesa logora, non vedo l’ora sia per me che per chi voglio regalarlo!!!

Aggiungere un Commento

Lorenzo Baccilieri
Lorenzo Baccilieri nasce alla fine degli anni settanta in Brianza, a metà strada fra la Milano da bere e le Prealpi, non distante da “quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno”. Studia al liceo scientifico Galileo Galilei di Erba e s’iscrive alla facoltà di Lettere Moderne presso l’Università Statale di Milano. Interrotto il percorso accademico, s’imbarca nell’avventura informatica di fine millennio. Grazie al Millenium Bug diventa consulente dell’information technology meneghina. Nonostante l’esperienza pluridecennale nel ramo delle telecomunicazioni, scrive per passione: racconti brevi, diari delle vacanze, lettere d’amore, recensioni di film e di dischi. Appassionato di classici della letteratura e di autori contemporanei, sposato e padre di due figli, riesce non senza difficoltà a far sopravvivere la sua natura umanista intrappolata nel corpo di un informatico.
Lorenzo Baccilieri on sabtwitterLorenzo Baccilieri on sabfacebook