Accedi Registrati

Aggiornamento

Vi presento Stephen Leroy! Stephen è il principale antagonista della storia e, al tempo stesso, il mio personaggio preferito. Figlio unico (e viziatissimo) dei Leroy, una famiglia diventata nobile solo grazie al matrimonio di Stephen stesso, è un uomo brillante, ben consapevole del proprio carisma e della propria autorità. Queste doti gli hanno permesso di […]

 

 

Vi presento Stephen Leroy!


Stephen è il principale antagonista della storia e, al tempo stesso, il mio personaggio preferito.


Figlio unico (e viziatissimo) dei Leroy, una famiglia diventata nobile solo grazie al matrimonio di Stephen stesso, è un uomo brillante, ben consapevole del proprio carisma e della propria autorità. Queste doti gli hanno permesso di farsi strada nel cuore delle due donne della sua vita: la moglie, gravemente malata e deceduta in giovane età, ed Elizabeth, amante e complice fedele.


Il suo ruolo nello svilupparsi degli eventi non è limitato a quello di semplice antagonista, sebbene nel prologo lo si veda nelle vesti del truce assassino di Alan, l’amante di sua figlia Cecile.


In lui c’è molto di più di quel che appare e, per quanto si mostri come un individuo freddo e calcolatore, i forti sentimenti che prova lo tormentano, insieme al bruciante senso di colpa dato dall’essere il responsabile della morte della propria figlia.


Oltre a essere un esperto uomo d’affari, Stephen è dotato di grande intelletto ed è uno stimato insegnante di chimica.


Il tempo non è stato capace di scalfire il suo aspetto piacente, così come l’occhio perso durante lo scontro diretto con i due innamorati in fuga: esteticamente, nel descriverlo, mi sono ispirata a Robert Downey jr.


Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie