Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Aggiornamento

La storia di “Non fatemi suonare le note normali” si svolge a Barcellona, giusto? O a Oxford? O forse da tutt’altra parte? Scopritelo ordinando il libro! “Passaporto. Biglietto. Strap. Grazie e buon volo. Grazie a lei. Braccio metallico. Portellone anteriore. Sguardo furtivo alle linee scure. Linguaccia. Non mi fate più il minimo effetto, mi dispiace per voi. Impressione assurda […]

La storia di “Non fatemi suonare le note normali” si svolge a Barcellona, giusto? O a Oxford? O forse da tutt’altra parte? Scopritelo ordinando il libro!
“Passaporto. Biglietto. Strap. Grazie e buon volo. Grazie a lei. Braccio metallico. Portellone anteriore. Sguardo furtivo alle linee scure. Linguaccia. Non mi fate più il minimo effetto, mi dispiace per voi. Impressione assurda che le linee scure mostrino in quell’istante una certa frustrazione. Corridoio luminoso. Posto 18 F, finestrino. Sull’ala, per la precisione. Non mi smentisco mai. Tavolinetto reclinabile. Rapida occhiata all’enorme faldone consegnatomi da Javier all’ingresso in aeroporto, contenente IL MONDO.”

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie