Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Aggiornamento

«Caro sconosciuto, se stai leggendo la presente, significa che lui non ha trovato questa scatola. Vorrei spiegarmi meglio, ma non ho tempo. Sta arrivando.» Sono le prime parole della lettera datata 22 Agosto 1946, trovata insieme all’indecifrabile manoscritto. Parla di due amanti in fuga e del motivo per cui abbiano deciso di tradurre il manoscritto. […]

«Caro sconosciuto,

se stai leggendo la presente, significa che lui non ha trovato questa scatola.

Vorrei spiegarmi meglio, ma non ho tempo. Sta arrivando.»

Sono le prime parole della lettera datata 22 Agosto 1946, trovata insieme all’indecifrabile manoscritto.

Parla di due amanti in fuga e del motivo per cui abbiano deciso di tradurre il manoscritto.

Sono parole che sollevano più quesiti di quante risposte diano.

La lettera integrale:

«22 Agosto 1946

Caro sconosciuto,

se stai leggendo la presente significa che lui non ha trovato questa scatola.

Vorrei spiegarmi meglio, ma non ho tempo. Sta arrivando.

Vuole prendersi la mia vita e non sono in grado di impedirglielo.

All’inizio ha provato a convincerci a parole, sostenendo che la rivelazione del segreto porterebbe a una guerra totale. Io e Camael non ci siamo smossi, perché sapevamo di essere nel giusto, sapevamo che le persone non vogliono iniziare l’ennesima guerra, non dopo il conflitto che si è appena concluso.

Tale risolutezza ha portato alla nostra condanna; ne eravamo consapevoli; sapevamo che sarebbe tornato; sapevamo che non avevamo le forze per opporci a lui, che non avevamo nessun posto in cui scappare, nessuno a cui chiedere aiuto.
Camael l’ha affrontato, lasciandomi il tempo di scappare; si è sacrificata affinché io potessi nascondere questa scatola che tu, caro sconosciuto, hai trovato.

Non mi resta che togliermi la vita così da impedirgli di scoprire dove sto per nasconderla.

Non essere in pena per la mia sorte, perché morendo raggiungo la mia Camael.

In questa scatola ho riposto il prodotto di mesi di lavoro e di amorevole fatica. Si tratta di un racconto che Camael mi ha fatto conoscere, una storia molto nota tra i suoi simili, che assieme abbiamo tradotto affinché anche gli esseri umani potessero leggerla.

Se tu dovessi decidere di divulgare questo racconto, presto o tardi Senesio verrà a cercarti; a quel punto sarai condannato: è inarrestabile e instancabile, determinato ad eliminare chiunque metta a rischio il segreto dell’esistenza degli eumi, compito a cui ha dedicato gli ultimi diecimila anni della sua esistenza.

Nessuno potrà aiutarti, nessuno potrà difenderti.

Ti domando perdono se ho fatto ricadere su di te tale fardello.

La Divina Provvidenza ha stabilito che tu trovassi questa scatola; ora spetta a te scegliere cosa farne.
Ti prego di non rendere vano il nostro sacrificio.

G. M.»
Caro sconosciuto

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie