Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Aggiornamento

«Al termine degli scalini, sulla pedana rialzata di solida roccia bianca, vi era un leone dal muso distrutto e deturpato. Il corpo grigio retto sulle quattro zampe, faceva la guardia a Verbrun, il palazzo imperiale.» Il leone è il simbolo dell’impero feundoriano, la cui storia è coincisa con la II Era. La sorte finale dell’Impero […]

«Al termine degli scalini, sulla pedana rialzata di solida roccia bianca, vi era un leone dal muso distrutto e deturpato. Il corpo grigio retto sulle quattro zampe, faceva la guardia a Verbrun, il palazzo imperiale.»
Il leone è il simbolo dell’impero feundoriano, la cui storia è coincisa con la II Era. La sorte finale dell’Impero è decisa sulla piana di Fetri, vicino al paese di Trandail.
«Lì il Lupo bruoriano aveva affrontato il Leone imperiale, aveva prevalso e si era aperto la strada per Feundor, cuore dell’Impero.»
Infine, il 24 Criglio dell’anno 394.873 della II Era, «in una calda notte d’estate, Feundor era bruciata insieme a Peleniom, 83° Imperatore di Sofiel. Dopo di lui, nessuno aveva osato rivendicare il titolo imperiale.»

Bregar è stato testimone e protagonista di questi eventi, qui riassunti in poche aride parole.
Cosa avrà significato per lui il crollo dell’Impero per cui aveva lottato la sua intera vita?
Cosa si prova a veder crollare il proprio mondo?

Seguimi su Instagram e Facebook per vedere subito i successivi aggiornamenti, ma soprattutto, se vuoi leggere la storia di Bregar, puoi farlo contribuendo alla campagna di crowdfunding.

 

libro idiomi

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie